FOX

Game of Thrones 8: gli showrunner sulle origini e le motivazioni del Night King

di - | aggiornato

Il Night King è probabilmente il personaggio più carismatico di Game of Thrones. Ma chi è? Cosa vuole? Gli showrunner della serie HBO hanno rivelato qualcosa sulle sue origini e le sue motivazioni.

101 condivisioni 0 commenti

Condividi

C'è una domanda (una delle tante) che agita i pensieri dei fan di Game of Thrones in questi ultimi giorni di (estenuante) attesa della stagione finale: chi è il Night King? Cosa vuole? Le origini e le motivazioni del condottiero degli Estranei sono argomento di speculazione fino dalla sua prima apparizione nell'episodio 4x04, In cerca di un colpevole.

(Forse) la risposta arriverà nei 410 minuti che concluderanno la serie. Ma intanto, gli showrunner hanno rivelato qualche dettaglio in più sul misterioso e inquietante personaggio (che nei libri di George R. R. Martin non esiste) in una intervista a Entertainment Weekly.

David Benioff e D. B. Weiss hanno spiegato che introdurre nella narrazione il Re della Notte è stata la naturale conseguenza del raccontare la storia del popolo che vive oltre la Barriera:

È stato logico, mentre tornavamo indietro nel tempo e scrivevamo la preistoria [degli Estranei, n.d.r.]. Abbiamo visto cosa fanno, come perpetuano la loro stirpe e come creano i wight. Vai indietro nel tempo e vedi che hanno fatto tutte queste cose... e allora ti inevitabilmente chiedi: cosa ha creato gli Estranei?

I due sceneggiatori hanno offerto un punto di vista molto interessante sui White Walkers, che (di fatto) conferma la natura senziente delle creature del profondo Nord:

Ci è sempre piaciuta l'implicazione che gli Estranei non siano una sorta di male primordiale che esiste dalla notte dei tempi, ma che abbiano un storia. Una storia che non sia mitologica, leggendaria e fissa. Hanno una ragione storica comprensibile, esattamente come quella delle guerre in corso [a Westeros tra i Sette Regni, n.d.r.]. Derivano da persone o creature con delle motivazioni che possiamo comprendere.

GoT: Night KingHDHBO
Chi è il Night King? Cosa vuole?

Ma perché il Night King? Benioff e Weiss hanno raccontato che per ottenere il risultato che volevano era necessario un "primo Estraneo":

La scena del flashback [della creazione degli Estranei da parte dei Figli della Foresta, n.d.r] richiedeva una persona. E abbiamo scelto Vladimir Furdik, che per molto tempo è stato il nostro migliore stuntman [all'inizio, il Re della Notte era interpretato da Richard Brake, n.d.r.].

Tuttavia, la motivazione che Benioff attribuisce al Night King per marciare su Westeros sconfina nel misticismo:

Non penso che sia malvagio. Penso a lui come alla Morte. È questo quello che vuole. Per tutti noi. È per questo che è stato creato ed è questo quello che vuole ottenere.

Se effettivamente è (sarà) così, è inevitabile pensare a possibili implicazioni con un personaggio che conosce molto bene la Morte, ovvero Arya. Del resto, lei stessa dice esplicitamente nel trailer:

Conosco la Morte. Ha molti volti. Sono impaziente di vedere il prossimo.

In attesa di svelarlo nei nuovi episodi, gli sceneggiatori hanno anticipato che (molto probabilmente) i fan non sentiranno mai parlare il Night King (e non per il fatto che rendere la voce degli Estranei in TV si è rivelata un'impresa impossibile):

Che cosa dovrebbe dire? Qualunque cosa dicesse, lo sminuirebbe.

E in effetti, senza dire una sola parola, il Re della Notte è diventato la minaccia più spaventosa che incombe su Westeros...

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.