FoxCrime

Ted Bundy - Fascino criminale arriva il 9 maggio: il trailer italiano (e una nuova clip)

di - | aggiornato

Il 9 maggio arriverà in sala il tanto atteso quanto (già) molto discusso Ted Bundy - Fascino criminale. In attesa di vederlo al cinema, i fan possono scoprire di più nel trailer italiano e in una nuova clip.

565 condivisioni 0 commenti

Condividi

A poco più di un mese di distanza dall'uscita in sala, Notorius Pictures ha rilasciato il trailer italiano di Ted Bundy - Fascino criminale. Il film diretto da Joe Berlinger (anche autore del documentario intitolato Conversazioni con un killer: Il caso Bundy) arriverà al cinema il 9 maggio... portandosi dietro una lunga scia di polemiche.

Dopo la proiezione al Sundance Film Festival e la diffusione del primo promo, una larga fetta di pubblico e addetti ai lavori ha criticato la scelta di Zac Efron per interpretare il feroce assassino che tra la metà e la fine degli anni '70 ha ucciso in modo barbaro e raccapricciante oltre 30 giovani donne. 

A essere messe in discussione non sono state le capacità recitative dell'attore, ma il suo status di sex symbol. La preoccupazione è che il fascino e l'immagine di ragazzo per bene della star di High School Musical, Cattivi vicini e Baywatch possa creare un pericoloso cortocircuito tra finzione e realtà, finendo con il trasformare Ted Bundy in un mito.

Un timore che (purtroppo) si fonda su basi reali. Nei giorni intorno all'anniversario dell'esecuzione del serial killer (avvenuta il 24 gennaio 1989), sul web c'è stata una vera e propria celebrazione del sadico omicida, addirittura con persone che hanno dichiarato di essere attratte sessualmente da Bundy. E nella realtà, la casa dove l'efferato assassino ha vissuto dal 1974 al 1975 è diventata la meta di un inquietante pellegrinaggio.

Le parole di una vittima sopravvissuta al serial killer e dello stesso Zac, che ha spiegato perché ha accettato di essere Bundy, sembrano avere gettato acqua sul fuoco della polemica. Tuttavia, la prossima uscita del film rischia di alimentare di nuovo le fiamme.

Il poster di Ted Bundy - Il fascino del male HDNotorius Pictures
Il poster di Ted Bundy - Il fascino del male, con Zac Efron nella parte del serial killer

Ma cosa devono aspettarsi gli spettatori da un pellicola tanto discussa ancora prima di uscire?

Come ha puntualizzato il regista, "non è il solito film voyeuristico sui serial killer". Ted Bundy - Fascino criminale racconta la storia del tristemente celebre assassino dal punto di vista della sua fidanzata storica, Elizabeth Kloepfer (Lily Collins).

La pellicola prende le mosse dal primo incontro tra la giovane madre single e Bundy e segue l'evolversi della loro storia dalla prospettiva della giovane, profondamente innamorata del ragazzo bello, intelligente, carismatico e affettuoso (con lei e con la sua bambina, Molly) che ha conosciuto per caso una sera in un bar. 

Ma l'apparente perfetta felicità di Liz va in frantumi quando Ted viene arrestato e accusato di una impressionante serie di efferati omicidi. Incredula e confusa, la giovane donna si ritrova a chiedersi chi è l'uomo che ha a fianco.

Il film mostra la "banalità del male" e la continua, subdola manipolazione alla quale è sottoposta Elizabeth da parte di Ted Bundy.

Una nuova clip condivisa online (che trovate qui sopra), mostra proprio la disturbante ambiguità dell'uomo. Dopo avere detto alla piccola Molly che vorrebbe tanto mangiare un gelato con lei, ma non può perché si deve preparare per un processo, il serial killer tesse una rete di menzogne intorno a Elizabeth, inducendola a credere che qualcuno sta cercando di fare ricadere su di lui la colpa di crimini che non ha commesso.

Come ha dichiarato Joe Berlinger, Ted Bundy - Fascino criminale vuole (prova a) raccontare questo: lo straniamento e l'incapacità di vedere la vera natura dell'omicida seriale da parte delle persone che gli stavano accanto. Anche (proprio) quelle che lo conoscevano meglio:

Questa è la natura della saga di Bundy. La verità è sempre stata lì davanti agli occhi di tutti, ma nessuno è stato in grado di affrontarla, fino a quando non è stato troppo tardi.

Il film riuscirà a raggiungere il difficile obiettivo che si propone?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.