FoxLife  

This Is Us 3: Kate e la sua gravidanza nell'episodio 15

di -

Nel quindicesimo episodio della terza stagione di This Is Us, i Pearson affrontano una snervante attesa. Mentre in una scena emozionante, viene ricordato Jack.

0 commenti

Condividi

DisneyPlus, un nuovo mondo ti aspetta. Abbonati ora.

I Pearson affrontano un episodio difficile ma anche pieno di sorprese. Il quindicesimo episodio della terza stagione di This Is Us è pieno di confronti, di novità... e scene emozionanti, in particolare una, ma ne parleremo a breve. 

Nei precedenti episodi avevamo assistito al crollo di Kevin. Il ragazzo aveva fatto di tutto per aiutare suo zio, Nicky Pearson, fallendo miseramente. Nicky, con cui Jack non parlava, è nel baratro e non vuole essere salvato. Il fatto che Jack abbia mentito, il fatto che Nicky si sia lasciato andare, ha distrutto Kevin. Kevin, come dice Rebecca, ha un cuore grande, probabilmente è il più sensibile dei Pearson e - dopo aver combattuto contro la dipendenza da alcol nella scorsa stagione - non era ancora pronto a gestire forti emozioni.

Un'immagine di Kevin e Randall nell'episodio 3x15 di This Is UsNBC
Kevin e Randall in un'immagine dalla terza stagione di This Is Us

Nello scorso episodio, Kate aveva capito che c'era qualcosa che non andava con Kevin. Kate e Kevin hanno questo rapporto, non solo perché sono gemelli, ma anche perché si capiscono, si sono sempre capiti. Kate, senza giudicare, è andata a cercare il fratello, l'ha portato in macchina e ha messo in moto, diretta ad un incontro degli alcolisti anonimi.

Ma qualcosa è andato storto. Si rompono le acque ed è troppo presto. La gravidanza è di appena 28 settimane, non può succedere ora. Kevin ha bevuto tutto il giorno e non può portare Kate in ospedale, non può guidare. Lo dice anche a Toby, che ovviamente ne resta deluso ed è anche incredibilmente furioso. Kate viene portata in ospedale dall'ambulanza e i Pearson attendono, aspettano una buona notizia, aspettano di sentire che Kate sta bene e che anche il bambino ce la farà. Ma andrà veramente così?

L'episodio è molto forte a livello emotivo, specialmente perché mette a confronto i nostri personaggi in scene corali. Ci sono dei momenti molto catartici. Da Kevin... a Miguel, fino ad arrivare a Rebecca.

This Is Us 3x15 Confronti e nuove verità

La sala d'attesa dell'ospedale è un palcoscenico per il confronto tra i Pearson. Kevin è fuori di sé per varie ragioni: ce l'ha con se stesso, ce l'ha con il mondo, ce l'ha con Nicky e anche con Jack. La sua rabbia si concentra anche su Madison... e poi su Randall (ma ci arriveremo).

Zoe fa un passo importante, Beth la conosce bene, sa che questa situazione la mette in difficoltà e sa anche che la ragazza non vorrebbe affrontare tutto questo. Ma per la prima volta, forse, Zoe ha voglia di combattere, ha voglia di restare per Kevin e questo è un bel passo in avanti rispetto al passato. 

Miguel cerca di calmare gli animi e di distrarre i Pearson. Dobbiamo dare a Miguel quel che è di Miguel. L'uomo è stato di incredibile supporto per Rebecca e per tutti i Pearson e la cosa non viene propriamente apprezzata da tutti. Sì, il fatto che abbia sposato la moglie del suo migliore amico morto non lo rende la persona più popolare della serie, ma considerando tutto Miguel è davvero un personaggio positivo, un personaggio di cui Rebecca e gli altri avevano bisogno. 

I Pearson si sfogano e la tensione sale, in particolare anche tra Beth e Randall che, nello scorso episodio, avevano avuto una discussione. Ma che cosa era successo? Facciamo un passo indietro: Beth aveva riscoperto la sua passione per la danza e aveva deciso di diventare un'insegnante. Randall le aveva chiesto di rinunciare a tutto questo per concentrarsi di più sulla famiglia.

Beth ha giustamente sottolineato che lei ha sempre fatto tutto per Randall e che l'ha supportato quando si trattava di inseguire i suoi sogni. Insomma, le cose si mettono un po' male tra i due.

This Is Us 3x15: Il piccolo Jack

Beth e Randall sono ad un turning point, da qui le cose potrebbero andare molto male e la tensione si fa sentire tutta. Ma quando vari confronti scoppiano nella sala d'attesa, Rebecca ne ha abbastanza e si sfoga. Riprende tutti, ricordando il giorno in cui è morto Jack.

Questa giornata, questo momento... deve essere dedicato a Kate. Non bisogna parlare d'altro, i Pearson devono concentrarsi su Kate e il bambino. Gli altri drammi e i vari confronti possono aspettare. Ed è giusto così. Raramente vediamo Rebecca arrabbiarsi, ma in questo episodio è chiaro che la donna ha perso la pazienza. Ci piace vederla a capo della famiglia Pearson, ci piace vedere Jack menzionato e ricordato.

E a proposito di Jack, questo è un episodio importante anche per lui, perché il nipote, il figlio di Kate e Toby, prende il suo nome. Sì, Kate sta bene e il bambino è nato. Certo, con parecchie difficoltà e i pericoli non sono finiti qui, ma per ora c'è speranza e questa è la cosa più importante. 

Toby è nervoso, è chiaramente preoccupato. Ma Kate ha tutta la forza di reagire. In un bellissimo momento, Kate chiede a Jack di aiutare il nipote, di farlo stare bene. È uno dei momenti più emozionanti di questa stagione e probabilmente della serie. Il fatto che il piccolo si chiami Jack dà ancora più valore a tutto questo. I Pearson ne hanno affrontate tante, il piccolo Jack merita di vincere questa sfida. 

Ci sembra che questo episodio sia solo l'inizio, una sorta di apripista a ciò che ci aspetta negli episodi finali della stagione, che non vediamo l'ora di vedere. 

Non perdete i nuovi episodi della terza stagione di This Is Us, tutti i martedì, a partire dalle 22.05, su FoxLife, canale 114 di SKY. 

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.