FOX

Warner Bros. contro Trump per le musiche di The Dark Knight Rises

di - | aggiornato

Un video promozionale di Donald Trump con le musiche di Batman ha creato un problema di copyright: Warner Bros. ha chiesto la rimozione del contenuto dai social.

Donald Trump Getty Images

1 condivisione 0 commenti

Condividi

Warner Bros. Pictures ha chiesto la rimozione da Twitter di un post di Donald Trump per problemi di copyright. Il post con un video promozionale per la campagna politica dell’attuale Presidente degli Stati Uniti non è più visibile.

Ma per capire esattamente cosa è accaduto, dobbiamo tornare indietro fino alla sera di martedì 9 aprile quando sul profilo di Trump è comparso un video della durata di circa 2 minuti con le musiche de Il cavaliere oscuro - Il ritorno di Christopher Nolan. Per la precisione si trattava delle musiche composte da Hans Zimmer per il capitolo conclusivo della trilogia dedicata a Batman.

Poche ore dopo la pubblicazione, un portavoce di Warner Bros. Pictures ha dichiarato:

L’uso delle musiche di Il cavaliere oscuro - Il ritorno non è stato autorizzato da Warner Bros. Abbiamo attivato i nostri canali legali per ottenere la rimozione del video.

Nella stessa serata di martedì, il video è stato sostituito da un messaggio di disattivazione per problemi di copyright e non risulta più visibile. In realtà, più di un milione di utenti lo hanno guardato nelle circa 5 ore in cui è rimasto online.

Il video promozionale si apriva con le immagini di Barack Obama e Hillary Clinton e con le dichiarazioni “Prima ti ignorano. Poi ridono di te e infine ti chiamano razzista”.

Dopo la parte introduttiva con gli avversari politici, il video mostrava vari momenti della presidenza accompagnati proprio dalle musiche di Hans Zimmer. Gli autori della campagna avevano scelto, in particolare, l’incontro con il leader nordcoreano Kim Jong-un e la fine dell’indagine del procuratore speciale Robert Mueller. Il video terminava proprio con un titolo tratto da Fox News, in cui si annunciava la conclusione dell’indagine di Mueller per assenza di prove sulla cospirazione tra il Cremlino e Trump.

Negli ultimi secondi compariva anche la scritta

Il tuo voto ha dimostrato che si sbagliavano tutti!

Ebbene, il Presidente ha dovuto rinunciare per il momento al video. Non è la prima volta, però, che Trump ha problemi di copyright legati all’utilizzo di brani musicali. Steven Tyler, frontman degli Aerosmith, lo ha citato per ben due volte.

La prima per l’utilizzo del brano Dream On durante la campagna elettorale per le presidenziali e la seconda per l’uso della canzone Livin 'on the Edge durante una manifestazione in Virginia nel 2018.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.