FoxCrime

Kit Harington su Game of Thrones 8: 'Non sono sicuro che ci abbiano detto il vero finale'

di - | aggiornato

Kit Harington, in vista del debutto di Game of Thrones 8, non è ancora convinto: per l'attore, quello dato per buono al cast dagli autori potrebbe ancora non essere il vero finale.

29 condivisioni 0 commenti

Condividi

Il momento di scoprire il primo episodio di Game of Thrones 8 si fa sempre più vicino e, in attesa della messa in onda, InStyle ha intervistato Kit Harington, attore britannico che nella serie di HBO ha vestito i panni di Jon Snow. L'artista ha parlato a ruota libera di diverse tematiche — dal suo rapporto con il personaggio a quello con il suo lavoro — rilanciando anche un dubbio ormai atavico tra i fan della serie: siamo sicuri che gli attori conoscano davvero il finale di Game of Thrones?

Non sai niente del finale, Jon Snow

Harington non lo nasconde: non si fida affatto degli showrunner e degli sceneggiatori, al punto che, a pochissimi giorni dalla messa in onda della première del 14 aprile, è ancora convinto che potrebbero aver nascosto al cast il finale, facendogli credere che quello effettivo fosse un altro. Tempo fa si erano diffuse delle voci in merito, avvalorate anche da Emilia Clarke (Daenerys Targaryen), secondo le quali HBO stesse girando finali diversi in maniera tale che gli attori non potessero sapere quale fosse quello vero: che sia davvero così?

Harington ha dichiarato:

Io non mi fido tutt'oggi del fatto che il finale che ho visto scritto, nero su bianco, sia davvero quello che vedremo nella serie. Sono convinto che lo abbiano tenuto nascosto a tutti noi. Quest'anno, la riservatezza sul set è stata di livello altissimo.

E se siete tra coloro che, in questi mesi, si sono lanciati nel toto-finale, provando a immaginare come andranno a finire le vicende, sappiate che per ora sembra proprio che nessuno sia riuscito a prevederlo. O, almeno, che nessuno sia riuscito a prevedere il finale conosciuto da Kit Harington:

Nessuna delle persone con le quali mi sono confrontato è riuscita a indovinare il finale. Proprio nessuno è ancora riuscito ad azzeccare.

Kit Harington e Sean Bean in Game of ThronesHDHBO
Jon Snow e Ned Stark nella prima stagione di Game of Thrones

Kit Harington e Jon Snow

Harington ha raccontato di essersi presentato ai provini per il ruolo di Jon Snow, a suo tempo, con il viso pulito, quasi da bambino. Gli autori gli chiesero in realtà di lasciarsi crescere un po' di barba — un dettaglio che l'attore ricorda come una sorta di rito di passaggio, nella sua transizione a giovane uomo.

L'artista aveva venticinque anni alla messa in onda della prima stagione di Game of Thrones, nel 2011, e ricorda che rimaneva deluso quando partecipava a degli eventi senza che le persone lo riconoscessero. Come dichiarato nell'intervista:

Erano tempi innocenti! Erano quelli in cui volevo che le persone mi riconoscessero, ero totalmente naïve. Non penso che in realtà fossi preparato a qualcosa come ciò che Game of Thrones è diventato.

Kit Harington è Jon Snow in Game of ThronesHDHBO
Harington ha sentito la pressione quando si è reso conto della crescente importanza che stava avendo Jon Snow

In effetti, nel corso degli anni Harington ha tenuto un rapporto decisamente originale con la serie, al punto che solo di recente si è davvero reso conto di quanto seguito avesse:

Non avevo pensato a che successo avremmo potuto raggiungere, per me essere in una serie TV di HBO era già un successo sufficiente. Fino alla quinta o alla sesta stagione — sì, davvero per così tanto tempo — io mi limitavo a pensare 'mi pagheranno anche per partecipare alla prossima stagione?'. Io trattavo così questo lavoro. Quando venimmo nominati agli Emmy, non sapevo nemmeno che cosa fossero. Poi, quando sono stato al Comic-Con, mi sono reso conto che stava crescendo un vero e proprio culto tra i fan di questa serie. Sì, direi che ora devo in qualche modo ammetterlo: questo è uno dei più grandi show che siano mai stati fatti.

Il peso della popolarità

Purtroppo o per fortuna, il successo non arriva spoglio di esposizione e responsabilità: lo sa bene Harington, che rivela di aver lavorato troppo e con troppa ansia (al punto da essere finito in terapia) e di aver avvertito via via la pressione data dall'interpretare un ruolo importante come quello di Jon Snow

Rose Leslie e Kit Harington alla première di Game of Thrones 8HDGetty Images
Rose Leslie (fu Ygritte in Game of Thrones) e Kit Harington alla prèmiere di Game of Thrones 8

Per questo, nel momento in cui ha girato l'ultima sequenza sul set — che non sarà anche l'ultima sequenza in sede di montaggio, ovviamente — Harington ha provato, tra le altre emozioni, anche la sensazione di vedere una sorta di luce in fondo al tunnel. Sicuramente, il fatto che le riprese per l'ultima stagione siano state massacranti non ha aiutato:

Quando finisci di girare, non provi solo una cosa, ma un centinaio. Tristezza, euforia, entusiasmo. Paura, sicuramente. Più di ogni altra cosa, però, avverti quella luce che lampeggia in fondo al tunnel. Quando tutto sarà terminato e lo show sarà andato in onda, penso che sentirò come un enorme senso di sollievo, come se un peso mi fosse stato sollevato dalla schiena. Non avevo valutato bene che pressione abbia circondato questa serie TV in dieci anni.

Harington racconta di aver visto Sophie Turner (Sansa Stark) sciogliersi in lacrime dopo aver girato la sua ultima sequenza. È stato lo stesso anche per Peter Dinklage (Tyrion Lannister), che era sul set lo stesso giorno in cui anche Jon Snow ha avuto le sue ultime riprese. La reazione emotiva ha avuto la meglio anche sul Re del Nord:

Avevo appena visto loro crollare ed è capitato anche a me. Penso che sia stata una fine ben pesata. Mi sono detto 'OK, adesso ho davvero finito con questa serie TV. La amo. Ne sono felice e orgoglioso, è stato stupendo esserne parte, ma ora ho finito'.

Kit Harington nella Battaglia dei Bastardi in Game of ThronesHDHBO
Se c'è una terribile battaglia da affrontare, state certi che Jon Snow è sempre coinvolto

L'attore ha anche raccontato che, mentre durante le stagioni precedenti riusciva a tenersi lontano dal set per qualche settimana, in base alle necessità della produzione, con Game of Thrones 8 non è stato possibile.

Oltretutto, Jon Snow aveva un numero di scene superiore agli altri personaggi nelle ultime due stagioni, anche in virtù del fatto, precisa l'attore, che prenda parte a scene d'azione e battaglie. Essere Jon, insomma, non è stato facile e non è la prima volta che Harington parla della fine di Game of Thrones come di un sollievo.

Emilia Clarke e Kit Harington in Game of ThronesHDHBO
Daenerys Targaryen e Jon Snow sono due dei personaggi più amati di Game of Thrones

Come ci sentiremo, noi, quando finalmente con questi ultimi sei episodi scopriremo il destino di Westeros e dei suoi protagonisti? Dopo la lunghissima attesa che ci ha portato alla stagione dell'epilogo, manca ormai poco per scoprirlo.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.