FoxCrime

François-Henri Pinault, il marito di Salma Hayek, dona 100 milioni per ricostruire Notre-Dame

di - | aggiornato

Notre-Dame sarà ricostruita dopo l'incendio che ha fatto crollare la guglia e parte del tetto. È stata avviata una campagna di raccolta fondi e la prima grande donazione è arrivata da François-Henri Pinault, marito di Salma Hayek.

François-Henri Pinault e Salma Hayek Getty Images

3 condivisioni 0 commenti

Condividi

Dopo l'incendio che ha divorato la cattedrale di Notre-Dame a Parigi distruggendone la guglia e quasi tutto il tetto, il marito di Salma Hayek, François-Henri Pinault, ha fatto una donazione di 100 milioni di euro per ricostruire la struttura.

In un comunicato ufficiale rilasciato dal giornale francese Le Figaro, Pinault ha detto:

Mio padre [François Pinault, N.d.R.] e io abbiamo deciso di versare una somma di 100 milioni di euro dai fondi Artemis [la holding di famiglia, N.d.R.] e avere un ruolo nella ricostruzione completa di Notre-Dame.

François-Henri Pinault è il CEO di Kering, un gruppo nel settore del lusso con sede a Parigi, che possiede diversi brand, tra cui Gucci, Alexander McQueen, Stella McCartney, Saint Laurent e Balenciaga. Quella di Pinault è quindi la prima donazione da parte di una grossa compagnia.

Dopo che la notizia dell'incendio si è diffusa in tutto il mondo, Salma Hayek ha condiviso una foto della cattedrale in fiamme su Instagram, con questa didascalia:

Come molti altri, sono profondamente sconvolta e triste nel vedere la bellezza di Notre-Dame trasformarsi in fumo. Ti amo Parigi.

L'attrice e il marito vivono infatti nella zona vicino Notre-Dame dal 2009, anno in cui si sono sposati.

La donazione di Pinault è avvenuta dopo il discorso che il presidente francese Emmanuel Macron ha fatto in seguito al divampare dell'incendio:

È con orgoglio che stasera vi dico che ricostruiremo questa cattedrale... ricostruiremo Notre-Dame perché è quello che i francesi si aspettano da noi, è ciò che la nostra storia merita di ottenere. È ciò che siamo destinati a fare.

È stata anche annunciata una raccolta fondi ufficiale ora che il fuoco è stato domato e la struttura messa in sicurezza.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.