FoxCrime

Non sono un assassino, la recensione del romanzo in arrivo al cinema

di - | aggiornato

Non sono un assassino, il thriller di Francesco Caringella, attraverso una storia ricca di suspense, ci racconta un grande dramma personale. E la difficoltà di credere... Nel sistema, nella giustizia. A volte, perfino in noi stessi.

21 condivisioni 0 commenti

Condividi

Non sono un assassino è stato definito un legal thriller per la vicenda che racconta e i colpi di scena che la caratterizzano. La storia di un poliziotto, un vicequestore, che si trova all'improvviso al centro di quegli stessi meccanismi che ha vissuto da accusatore un'infinità di volte. Da investigatore ad accusato, Francesco Prencipe è in realtà il protagonista di un grande dramma umano che ci parla di molte cose importanti.

Innanzitutto della giustizia: le virtù e le falle del sistema - il nostro sistema, raccontato da chi lo conosce bene - sono il vero cuore di questa storia (in arrivo anche al cinema dal 30 aprile con l'omonimo film con Riccardo Scamarcio, Alessio Boni e Claudia Gerini).

Un uomo ci racconta, dal suo punto di vista, il viaggio all'inferno che lo porta dall'altra parte della barricata e l'esito di un processo che, oggi più che mai, dimostra quanto sia difficile ricostruire con esattezza una vicenda il cui unico testimone non c'è più.

Nell'era di internet, della sorveglianza di mille telecamere, dei curiosi che riprendono tutto con lo smartphone, Francesco Caringella sceglie l'ambientazione perfetta per una vicenda che ci riporta indietro nel tempo, per raccontarci quanto, in fondo, la tecnologia possa essere considerata ininfluente in determinate circostanze. Come la strada in cui si trova la casa di un sostituto procuratore, vicino al mare di una Puglia descritta in modo così affascinante da risultare irresistibile agli occhi del lettore.

Non sono un assassino di Francesco CaringellaNewton Compton Editori
Non sono un assassino: il romanzo di Francesco Caringella

La trama del romanzo

La sinossi dal sito ufficiale di Non sono un assassino recita così:

È un freddo e piovoso mattino d’autunno, quando una scena raccapricciante sorprende la domestica del sostituto procuratore Giovanni Mastropaolo: l’uomo giace nello studio della sua villetta, la fronte bucata da un proiettile. Non ci sono segni di effrazione e gli inquirenti rimangono sconcertati: l’omicidio non ha le caratteristiche tipiche di quelli compiuti dalla malavita organizzata, ipotesi che sembrava la più probabile, dato che la vittima era nota per le sue indagini contro la nuova camorra pugliese. E così, anziché rivolgersi verso l’ambiente criminale, i sospetti si concentrano su Francesco Prencipe, vicequestore, legato a Mastropaolo da antichi rapporti di amicizia e di collaborazione professionale. Dopo un drammatico interrogatorio, il funzionario viene accusato del crimine e arrestato. A questo punto l’unico modo che Prencipe ha per non finire i suoi anni in galera è quello di imbarcarsi in un’ardua battaglia giudiziaria per dimostrare la propria innocenza. Ma nel processo che lo attende verità e menzogna troppo spesso si intrecciano, separate da un sottilissimo filo… Un omicidio senza movente, un’indagine mozzafiato e un finale inaspettato per un esordio sorprendente e unico, che vi terrà incollati fino all’ultima pagina.

Come raccontavo poco sopra, a colpirmi più di tutto è stata la capacità dell'autore d'immergere il lettore in un mondo attuale ma al tempo stesso ancorato a un passato che - e siamo di fronte a una delle tematiche principali del romanzo - sembra impossibile scrollarsi di dosso.

Non sono un assassino: Riccardo Scamarcio è Francesco PrencipeHDPepito Produzioni, Viola Film, Rai Cinema
Non sono un assassino: Riccardo Scamarcio è Francesco Prencipe nel film tratto dal romanzo

I temi di Non sono un assassino

Il passato che torna a tormentarci, e che lo farà per il resto delle nostre vite, è solo una fra le molte tematiche affascinanti di questo romanzo che ti cattura fin dal principio, e che ti tiene incollato fino all'ultima pagina per la sua capacità di trasmettere il vero cuore del racconto: l'ingiustizia.

Non sono un assassino è un giallo, sì, ma è anche un ritratto fedele e puntuale del sistema giudiziario. Come spiega puntualmente lo stesso autore - ex commissario di polizia ed ex magistrato penale - attraverso le voci dei suoi personaggi, ogni processo in cui le prove sono indiziarie e le testimonianze sono l'unica fonte d'informazione, diventa di fatto un terno al lotto.

Le complesse maglie del nostro sistema vengono eviscerate dalla vicenda che coinvolge in prima persona Prencipe, per la prima volta dall'altra parte della barricata e proprio per questo più incerto che mai sull'esito del processo.

Conoscere profondamente i meccanismi che si perpetuano nelle aule di giustizia, paradossalmente, è motivo in più per vivere nel dubbio.

Un insignificante dettaglio, sfuggito a molti ma non a tutti, può fare la differenza nella vita di molte persone: l'imputato, la sua famiglia, la famiglia della vittima...

I due Francesco protagonisti di questa storia - Prencipe, il personaggio e Caringella, lo scrittore - partono da questo presupposto per riflettere sul vero senso di Non sono un assassino: il modo in cui la giustizia, la corruzione, l'incompetenza o la semplice ricerca di attenzioni possano diventare il metro di misura della vita per chi si trova nell'occhio del ciclone.

Non sono un assassino ci parla di giustizia, di forze dell'ordine, di famiglia, di amore paterno, di ambizione, di punti di vista: tutto, se cambia la prospettiva, assume un significato profondamente diverso. E Caringella ce lo dimostra con un finale non del tutto inatteso, ma non per questo meno efficace.

Non sono un assassino: una scena dal filmHDPepito Produzioni, Viola Film, Rai Cinema
Non sono un assassino: una scena del film tratto dal romanzo di Francesco Caringella

Un grande dramma umano

Quando entriamo in contatto con i pensieri del protagonista, con il suo modo di amare disperatamente la figlia pur nell'incapacità di restare fedele alla madre per darle stabilità, Non sono un assassino cambia direzione.

Ci accoglie come un giallo simile a molti altri, in cui al centro dei sospetti c'è un rispettato uomo delle forze dell'ordine, ma lungo la strada muta di significato.

In qualche modo, ci rinchiude in una cella insieme a Prencipe, ci costringe a concentrarci su ragni e scarafaggi come unico mezzo di distrazione di giornate e notti infinite. Ci spinge a chiederci, indipendentemente dalla vicenda e dall'esito processuale, quanto sia difficile adattarsi alla privazione della libertà e anche solo pensare all'eventualità di non riacquistare più un bene che tutti noi tendiamo a dare per scontato.

La libertà personale non è quella di Francesco Prencipe, bensì la nostra: dopo essere stati messi a conoscenza di tutti i risvolti della vicenda - tramite un espediente letterario davvero riuscito - anche noi non saremo più gli stessi.

Dubiteremo di tutto. Di giudici e prove, di capacità di giudizio e di testimonianze, di legge e di giustizia.

Perché, come scrive chi il sistema lo ha vissuto e respirato per una vita, tutto ciò che fa affidamento sugli esseri umani è fallibile.

Ecco perché Non sono un assassino varca i confini del giallo e spalanca le porte alla storia di un gruppo di personaggi che, con i loro pregi e i loro difetti, ci fanno riflettere su quanto sia facile - o difficile? - continuare a credere.

Nella giustizia. Nel sistema. In se stessi...

Non sono un assassino (2019)

Data uscita in Italia: 30 aprile 2019 voto 6,5
  • Genere: Drammatico, Thriller

  • Nazione: Italia

  • Regista: Andrea Zaccariello

  • Durata: 111 min

  • Cast: Riccardo Scamarcio, Alessio Boni, Edoardo Pesce, Claudia Gerini, Sarah Felberbaum, Barbara Ronchi, Katsiaryna Shulha, Vincenzo De Michele, Pasqualina Sanna, Elisa Visari, ...

Voto8,5/10

Non sono un assassino varca i confini del giallo e spalanca le porte a personaggi che ci spingono a riflettere su quanto sia facile smettere di credere. Nella giustizia, nel sistema. O in se stessi.

Chiara Poli

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.