FOX

[Spoiler!]

Game of Thrones: le cripte di Grande Inverno sono davvero un posto sicuro?

di - | aggiornato

Ci hanno ripetuto così tante volte che le cripte di Grande Inverno siano il posto più sicuro dove nascondersi, in Game of Thrones 8, che abbiamo un sospetto su come stiano realmente le cose: sono probabilmente il luogo più pericoloso.

Gli Stark nella cripta di famiglia nel teaser di Game of Thrones 8 HBO

43 condivisioni 0 commenti

Condividi

Dopo due episodi di assestamento, che hanno fatto il punto sui rapporti tra i personaggi e li hanno visti prepararsi al grande scontro, l'episodio 3 di Game of Thrones 8 promette eventi sconvolgenti. Con Grande Inverno che è stato, fino a ora, il grande protagonista della stagione finale, c'è uno specifico scenario che sta diventando sempre più centrale: la cripta degli Stark.

Attenzione! Possibili spoiler!

Al riparo nella cripta

Nel corso dell'episodio 2, con l'incombenza della Battaglia di Grande Inverno, abbiamo assistito a un vero e proprio tormentone, con diversi personaggi che ripetevano ai civili e a chiunque non fosse in grado di combattere di mettersi al riparo nella cripta, definita il luogo più sicuro di Grande Inverno.

La famiglia di Samwell Tarly in Game of Thrones 8HDHBO
Anche la famiglia di Samwell andrà "al sicuro" nella cripta. È la scelta migliore?

Si tratta di uno spazio sotterraneo, molto ampio e a quanto pare collegato a numerosi tunnel che potrebbero anche condurre al di fuori della fortezza degli Stark - l'idea è che questi passaggi sotterranei potessero fare da via di fuga in caso di pericolo. All'interno di queste aree, da millenni, riposano i cadaveri della gloriosa dinastia dei protettori del Nord. Quale pericolo potrebbe mai incombere, in un luogo così riparato e tranquillo?

La venuta del Re della Notte

Se c'è una cosa che i fan di Game of Thrones hanno imparato, tra i romanzi di George R. R. Martin e la serie TV di HBO, è che se ti viene ripetuto a più riprese che non accadrà niente di male, allora succederà qualcosa di terribile. Secondo una teoria molto ragionevole dei fan, potrebbe essere anche il caso di quanto vedremo svolgersi nella cripta di Grande Inverno nell'episodio 3 di Game of Thrones 8.

Il ragionamento è molto semplice: il Re della Notte è seguito da un esercito di estranei e di creature simili a non-morti, che egli è in grado in qualche modo di resuscitare e mettere al suo servizio. Siamo davvero sicuri che, con il suo arrivo nei pressi di Grande Inverno, gli Stark che riposano nella cripta non siano destinati a balzare fuori dalle loro tombe per attaccare i malcapitati che si sono rifugiati lì?

Il Re della Notte, a capo dell'esercito che sta attaccando Grande InvernoHDHBO
Il Re della Notte può controllare i cadaveri facendoli combattere per sé. Quale idea migliore di nascondersi in una cripta, quindi?

Sembra a tutti gli effetti la ricetta di un disastro annunciato, anche se rimangono alcune incognite: non ci è dato sapere quanto il Re della Notte o un Estraneo debbano avvicinarsi ai morti, per reclutarli nella truppa, né se ci sia un limite al tempo trascorso dalla loro caduta - anche perché alcuni Stark sepolti nella cripta saranno oramai tornati alla polvere.

Sappiamo, in compenso, che non dovrebbero essere presenti nel sepolcro né Robb Stark né sua madre Catelyn, i cui cadaveri non tornarono mai a casa. Questo esclude che possa realizzarsi la comparsa nella serie di Lady Stoneheart, una versione resuscitata di Catelyn che è invece presente nei romanzi.

Michelle Fairley è Lady Catelyn Stark in Game of ThronesHDHBO
Lady Catelyn Stark non è sepolta nella cripta di Grande Inverno

Inoltre, sappiamo per certo che è al suo posto il corpo decapitato di Lord Eddard Stark - la cui morte è stata il primo grande trauma degli spettatori della serie, e perfino di Sophie Turner. Siamo destinati a vederlo tornare, ma al servizio del Re della Notte? Con lui, ci troveremo di fronte anche a una rediviva e ostile Lyanna Stark, la vera madre di Jon Snow? Il mistero è fitto, ma gli indizi che lasciano pensare che le cripte di Grande Inverno siano tutto fuorché sicure sono tantissimi.

Dal teaser ai riferimenti continui (anche nei romanzi)

Il fatto che la cripta sarà teatro di eventi tragici è stato chiaro fin da quando HBO ha pubblicato uno dei primi teaser di Game of Thrones 8: in quest'ultimo, vedevamo Sansa e Arya Stark, in compagnia di Jon Snow, visitare proprio la tomba della loro dinastia. A sorpresa, al suo interno trovavano però anche le statue con le loro fattezze, oltre a quelle degli antenati già morti.

Avvertendo un pericolo, Jon e Arya si voltavano ed estraevano le loro armi, mentre il ghiaccio - la scia inconfondibile della venuta del Re della Notte - iniziava ad avanzare verso di loro e a divorare la cripta.

Oltre alle capacità del Re della Notte e al teaser ambientato nella cripta, a farci preoccupare è anche l'anticipazione dell'episodio 3 pubblicata da HBO, in cui Daenerys dice chiaramente a Jon "i morti sono già qui". Significa che gli Stark nella cripta hanno già ripreso vita e attaccheranno Grande Inverno da un fronte al quale i grandi generali del Nord non avevano affatto pensato?

I fan di Game of Thrones che hanno letto i romanzi di George R. R. Martin da cui prende vita la serie HBO hanno trovato anche altri indizi tutt'altro che rassicuranti: all'interno dei volumi, come evidenziato su Reddit, è raccontata una sequenza in cui Jon Snow sogna il ritorno in vita degli Stark, che abbandonano le loro tombe. Il romanzo recita:

La scorsa notte, ha di nuovo fatto quel sogno. Stava vagando per il castello vuoto, in cerca di suo padre, quando ha deciso di discendere nella cripta. Solo che, questa volta, il sogno è andato oltre rispetto a quanto fatto in precedenza. Al buio, ha udito il suono della roccia che strisciava sulla roccia. Quando si è voltato, ha visto che le tombe si stavano aprendo, una dopo l'altra. Nel momento stesso in cui i re morti venivano fuori barcollanti dalle loro gelide e oscure tombe, Jon si svegliò nel buio, con il cuore in tumulto.

Perché George R. R. Martin avrebbe inserito dei riferimenti a questo incubo, se non in vista di un colpo di scena in cui la visione di Jon Snow si concretizzerà e gli Stark emergeranno davvero dalle loro tombe?

Il momento della verità

In sintesi, sembra che la cripta sia tutt'altro che un posto sicuro. Oltretutto, se il Re della Notte dovesse riuscire a prenderne il controllo, attraverso gli Stark caduti potrebbe facilmente avere la meglio anche su tutte le persone indifese che ci si sono rifugiate dentro, facendole unire a loro volta al suo già mastodontico schieramento. 

Kit Harington, Sophie Turner e Maisie Williams in un teaser di Game of Thrones 8HDHBO
Gli Stark nella cripta nel teaser di Game of Thrones 8

È possibile che Jon, Daenerys e i loro validi alleati stiano sottovalutando tutto questo? O, forse, i fan stanno correndo troppo nel mettere insieme tutti gli indizi che sono stati lasciati lungo il percorso dagli autori?

Lo scopriremo solo lunedì 29 aprile alle ore 3.00 italiane, quando la Battaglia di Grande Inverno si concretizzerà davanti ai nostri occhi. E forse non sarà la sola...

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.