FOX

George R. R. Martin anticipa qualcosa su Winds of Winter: unicorni!

di - | aggiornato

Lo scrittore, al lavoro sul nuovo volume di Cronache del Ghiaccio e del Fuoco, ha rivelato nel corso di un'intervista una piccolissima anticipazione: avremo a che fare con gli unicorni!

Un ritratto di George R. R. Martin a un evento a tema Game of Thrones Getty Images

19 condivisioni 0 commenti

Condividi

L'attesa dei fan di Cronache del Ghiaccio e del Fuoco per Winds of Winter sta assumendo confini mitologici, con George R. R. Martin che assicura di essere al lavoro sull'opera e i lettori che aspettano impazientemente di scoprire almeno qualche dettaglio, in vista della futura pubblicazione. Lo scrittore potrebbe essersi in effetti lasciato sfuggire qualche piccola informazione, come ad esempio la presenza degli unicorni.

Gli unicorni in Winds of Winter

Intervenuto durante lo show StarTalk su National Geographic Channel, Martin ha discusso della sua scelta di creare un mondo fantasy che trovasse un giusto compromesso tra elementi magici e realismo. Questo suo approccio, nei romanzi, si vede anche solo nel modo in cui vengono rappresentati i cavalli:

Cerco di essere accurato nei dettagli, ad esempio con i cavalli. Molti scrittori di romanzi fantasy li caratterizzano nel modo sbagliato, li rendono delle bestie che non si stancano mai, che possono andare ovunque e che possono galoppare per sette giorni di seguito.

Un primo piano di George R. R. MartinHDGetty Images
George R. R. Martin è al lavoro per la stesura di Winds of Winter

Quando il conduttore e astrofisico Neil deGrasse Tyson ha fatto notare che, nell'opera di Martin, non ci sono cavalli alati come Pegaso, lo scrittore ha rivelato che, tuttavia, nel prossimo romanzo avremo a che fare con gli unicorni, salvo sorridere subito dopo come se si fosse lasciato sfuggire un'anticipazione importante:

Ho proposto un punto di vista interessante sugli unicorni, lo troverete nei miei prossimi libri.

Non sarebbe la prima volta che, nella saga dei romanzi, si sente parlare di unicorni: nei volumi pubblicati fino a ora, vengono citati e descritti come creature mitologiche, che abiterebbero presso l'isola di Skagos, al di là delle coste di Westeros.

Mappa del Nord di Westeros realizzata dai fanHDA Wikia of Ice and Fire
Il Nord di Westeros: l'isola di Skagos, sotto il controllo di Grande Inverno, è a nord-est, all'altezza della Barriera

Cosa ci dicono gli unicorni

Il piccolo indizio lanciato da George R. R. Martin ha già portato i fan delle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco a interrogarsi sulle possibili implicazioni della presenza degli unicorni. Sappiamo, infatti, che in Il banchetto dei corvi (volume quarto della saga nell'edizione italiana), Samwell Tarly trova nei libri che sta leggendo dei riferimenti all'esistenza degli unicorni, che convivono con i signori di Skagos.

L'isola ha però la fama di essere in qualche modo maledetta, abitata da cannibali e difficile da raggiungere senza mettersi in pericolo: un ulteriore motivo che va ad accrescere la fama delle misteriose leggende che la circondano, unicorni compresi. Nei romanzi, Samwell, Gilly e Maestro Aemon vedono in lontananza, proprio sulle coste di Skagos, quella che dovrebbe essere una delle due navi naugrafate di Salladhoor Saan — pirata amico di ser Davos Seaworth.

Liam Cunningham è Ser Davos SeaworthHDHBO
Ser Davos Seaworth nella serie HBO Game of Thrones

In Una danza con i draghi (edizione italiana), troviamo anche un altro riferimento agli unicorni, quando Jon Snow ha un sogno in cui il suo metalupo, Ghost, vede quello di Rickon Stark, Shaggydog, fare a pezzi quella che sembrerebbe un'enorme capra, che ha però un misterioso corno sul muso. Significa che gli unicorni immaginati da George R. R. Martin non saranno simili a cavalli, ma più a capre? Per ora non ci è dato saperlo, ma in un'altra sequenza del romanzo lo scrittore ha citato anche un elmo costruito dai bruti, realizzato con una "testa di unicorno" e decorato anche dell'immancabile corno distintivo degli animali.

Il personaggio su cui però potrebbero concentrarsi maggiormente le vicende degli unicorni in Winds of Winter potrebbe essere il già citato ser Davos: tra le pagine dei romanzi, quando Lord Wyman Manderly scopre che Theon non ha davvero ucciso Rickon Stark, chiede proprio a Seaworth di ritrovarlo. L'uomo viene visto per l'ultima volta proprio mentre viaggia verso Skagos.

Art Parkinson è Rickon Stark in Game of ThronesHDHBO
Rickon Stark nella serie HBO Game of Thrones

Se, quindi, ser Davos sta compiendo questo viaggio, secondo alcuni potremmo aspettarci che in Winds of Winter torni anche tra i personaggi a cui sono dedicati i punti di vista dei diversi capitoli, come è già successo in tre precedenti volumi. È possibile che accada lo stesso anche con Rickon, che non è mai stato uno dei personaggi seguiti da vicino in Cronache del Ghiaccio e del Fuoco.

In attesa di Winds of Winter

Qualche tempo fa, George R. R. Martin ha confessato di aver deciso di isolarsi per portare avanti la scrittura del prossimo capitolo della sua saga fantasy. Mentre nel mondo impazza la febbre per Game of Thrones 8 — che, secondo lo scrittore, potrebbe proporre un finale non tanto diverso rispetto a quello che vedremo nei suoi romanzi — l'autore sta dando i natali a Winds of Winter e infine si dedicherà a A Dream of Spring, ultimo volume delle Cronache del Ghiaccio e del Fuoco.

Quanto siete impazienti di seguire i protagonisti di Westeros nelle pagine che Martin sta scrivendo?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.