FOX

[Spoiler!]

Com'è finito Avengers: Endgame? La conclusione della Infinity Saga

di - | aggiornato

Come si è conclusa l'Infinity Saga? Scopriamolo insieme ripercorrendo, personaggio per personaggio, gli eventi di Avengers: Endgame, capitolo conclusivo di questo grande arco narrativo.

36 condivisioni 0 commenti

Condividi

L'abbiamo atteso per mesi, per anni, e finalmente è arrivato. La settimana del 22 aprile Avengers: Endgame è arrivato nelle sale di tutto il mondo portando (quasi?) a conclusione la cosiddetta Infinity Saga, il primo grande arco narrativo del Marvel Cinematic Universe (la cosiddetta Fase 3 conterà ancora un film, Spider-Man: Far From Home).

La storia di Thanos si è sviluppata lungo undici anni e più di venti film, tutti strettamente intrecciati fra loro per creare un racconto complesso che è giunto al suo epico finale. Un lavoro di fino che gli appassionati hanno seguito passo dopo passo per poi accorrere in massa al cinema per celebrarne la chiusura.

Considerata la mole incredibile di eventi che accadono in questo film, abbiamo deciso di ripercorrerli insieme a voi, concentrandoci sulla storia dei personaggi principali di questa Infinity Saga, per ricapitolare qual è la loro situazione alla fine della pellicola. Ovviamente per farlo entreremo nei dettagli della conclusione di Avengers: Endgame, per cui se ancora non siete riusciti ad andare al cinema, vi invitiamo a interrompere qui la lettura. E con queste parole a farvi da grandissimo spoiler alert, siamo pronti a partire nel recap di una delle pellicole più importanti e indimenticabili del Marvel Cinematic Universe.

Attenzione! Possibili spoiler!

Le scene migliori di Avengers: Endgame

Scena tratta da Avengers: Age of UltronHDDisney/Marvel Studios

Partiamo da un breve elenco delle scene che più ci hanno fatto emozionare. Come dicevamo, Avengers: Endgame è davvero un film denso di avvenimenti e in particolare la battaglia contro Thanos nel terzo atto è piena di eventi che rimarranno impressi per lungo tempo nella memoria degli appassionati del franchise. Uno di questi è sicuramente il momento in cui Capitan America ha sollevato Mjolnir, dimostrando di essere degno del suo potere. Ne avevamo avuto un piccolo assaggio già ai tempi di Avengers: Age of Ultron, quando gli eroi si sono sfidati a cercare di alzare il leggendario martello di Thor e Steve è riuscito a smuoverlo leggermente. Ora, finalmente, abbiamo potuto vedere sul grande schermo lo sviluppo finale di quel breve istante.

Un'altra sequenza fondamentale è stato senza dubbio il sacrificio finale di Iron Man. Dopo aver compreso dallo sguardo di Doctor Strange quale fosse il suo destino, l'eroe ha raggirato Thanos ed è riuscito a sottrargli le Gemme dell'Infinito, indossandole sulla propria armatura. A questo punto, prima di schioccare le dita e salvare l'universo, morendo per via della potenza dei leggendari artefatti, Tony Stark ha semplicemente detto: "Io sono Iron Man". Questa battuta è una delle più iconiche della sua prima avventura cinematografica, nonché prima pellicola del Marvel Cinematic Universe. Il modo perfetto per chiudere definitivamente il cerchio e salutare uno degli eroi chiave per il franchise.

Poster di Avengers: EndgameDisney/Marvel Studios

E poi, ovviamente non possiamo non citare il momento più emozionante per i fan, quello che hanno atteso fin dal primo The Avengers del 2012. Quando tutto sembra perduto, al punto che lo scudo di Capitan America è stato distrutto dalla potenza di Thanos, la voce di Falcon preannuncia il ritorno di tutti gli eroi caduti nel film precedente. Decine di portali magici si aprono, permettendo l'arrivo delle forze del bene sul campo di battaglia e mentre la telecamera scorre su di loro, ripercorrendo undici anni di MCU, a Capitan America non resta che pronunciare l'iconico motto dei Vendicatori prima di lanciarsi ancora una volta nello scontro: "Avengers uniti!".

Il destino dell'universo

Scena di Avengers: Age of Ultron con Hulk e Iron Man nella HulkbusterDisney/Marvel Studios

Dopo aver riportato alla memoria i momenti più emozionanti del film, entriamo nei dettagli del finale di Avengers: Endgame partendo ovviamente dalla situazione generale.

Con lo schiocco di dita di Hulk e Iron Man l'universo è, a grandi linee, tornato alla situazione in cui era prima dell'attacco di Thanos. Il Titano è stato sconfitto e tutte le vittime della Decimazione sono state riportate in vita, a partire ovviamente dagli eroi del Marvel Cinematic Universe che, come dicevamo, si sono subito lanciati ad affrontare ancora una volta il villain. È probabile che questi cinque anni di "assenza" abbiano avuto un impatto notevole sull'universo e che ci vorrà del tempo per riorganizzare la società, ma ci sarà spazio per esplorarne le conseguenze nei prossimi film del MCU.

Particolarmente complessa è la situazione di Gamora. Sappiamo infatti che non è possibile "semplicemente" riportarla in vita essendo stata sacrificata da Thanos per ottenere la Gemma dell'Anima. Tuttavia, non è chiaro se la sua versione del passato sia stata eliminata insieme al resto dell'esercito del Titano o se sia riuscita a salvarsi in qualche modo. Star-Lord sembra propendere più per questa seconda opzione, dato che nel finale lo vediamo cercare la sua compagna d'avventure dalla plancia di comando della sua nave. Probabilmente questo aspetto sarà esplorato nel prossimo film dedicato ai Guardiani della Galassia

Thanos, l'ineluttabile

Josh Brolin nei panni di Thanos in Avengers: Infinity WarHDDisney/Marvel Studios

La conclusione della storia di Thanos la vediamo nei primi minuti di Avengers: Endgame. Poche settimane dopo essere riuscito a compiere il suo progetto di cancellare dall'universo metà degli esseri viventi, il Titano viene raggiunto dagli Avengers sopravvissuti e ucciso da Thor che, memore della lezione imparata nel film precedente, mira subito alla testa. A nulla servirà il viaggio nel futuro grazie al quale il villain riesce a scontrarsi nuovamente con gli Avengers. La sua sconfitta è definitiva e, a meno di grandi sorprese, non lo rivedremo più nel Marvel Cinematic Universe.

Hulk, il professore

Poster di Avengers: Endgame dedicato a HulkDisney/Marvel Studios

La storia di Bruce Banner è probabilmente quella più aperta a diverse possibilità post-Avengers: Endgame. Lo scienziato è riuscito a fare pace con il suo alter ego, imparando ad avere "il meglio dei due mondi" e a mantenersi trasformato in Hulk senza perdere il proprio intelletto e raziocinio. Lo schiocco con cui ha riportato in vita le vittime di Thanos lo ha danneggiato pesantemente al braccio destro, ma non è chiaro se in futuro riuscirà a riprendersi o se rimarrà perennemente menomato. È probabile tuttavia che rimanga comunque a disposizione degli Avengers, fornendo le proprie conoscenze scientifiche e che in caso di necessità sia pronto a scendere di nuovo in battaglia.

Occhio di Falco, il padre

Poster di Avengers: Endgame dedicato a Occhio di FalcoDisney/Marvel Studios

Dopo aver passato anni nelle vesti di Ronin per dare sfogo alla propria rabbia dopo l'addio alla sua intera famiglia, Clint è riuscito a riabbracciare i propri cari. Negli ultimi istanti della pellicola lo vediamo insieme a Wanda Maximoff mentre i due riflettono sull'addio a Vedova Nera (su cui torneremo tra poco) e Visione, rispettivamente. Nel suo futuro probabilmente lo vedremo proseguire l'addestramento della piccola Lila, di cui abbiamo visto un assaggio a inizio film, forse destinata a diventare la nuova Occhio di Falco, probabilmente nella serie TV dedicata all'eroe prevista per Disney+.

Thor, l'avventuriero

Poster di Avengers: Endgame dedicato a ThorDisney/Marvel Studios

Il fatto di non essere riuscito a sconfiggere Thanos in tempo è stato un trauma terribile per il figlio di Odino. Nel film lo troviamo completamente fuori forma, abbandonato alla sua disperazione e tormentato da quel fallimento. Le parole della madre Frigga, ritrovata grazie al viaggio nel passato, lo portano però a capire che non è costretto a prendere la strada tracciata per lui da tempo, ma che è libero di seguire quella più adatta a lui. Thor sceglie quindi di lasciare il governo della Nuova Asgard alla più capace Valchiria e tornare alla vita da avventuriero, entrando nei Guardiani della Galassia, da lui rinominati Asgardiani della Galassia, un richiamo all'omonima serie a fumetti.

Vedova Nera, la redenta

Poster di Avengers: Endgame dedicato a Vedova NeraDisney/Marvel Studios

Come accennato sopra, il personaggio interpretato da Scarlett Johansson è una delle morti eccellenti di Avengers: Endgame. Vedova Nera infatti, dopo un'accesa discussione con Occhio di Falco, si sacrifica per ottenere l'ambita Gemma dell'Anima e, proprio per questo motivo, non può essere riportata in vita. Si tratta di una degna conclusione per la storia Natasha, che con questo gesto in nome della salvezza dell'universo completa la sua evoluzione, cementando il suo ruolo di vera eroina, ben lontana dalla spietata assassina al soldo del KGB. Questo periodo della sua vita sarà con tutta probabilità al centro del film stand-alone attualmente in lavorazione.

Capitan America, il ritorno

Poster di Avengers: Endgame dedicato a Capitan AmericaDisney/Marvel Studios

Il destino di Steve Rogers è quello che più si avvicina a un lieto fine tra quelli riservati agli eroi del franchise che non ritorneranno nei prossimi film. Capitan America infatti, dopo aver riportato l'ordine nella linea temporale rimettendo al proprio posto le Gemme dell'Infinito, sceglie di non tornare al presente, ma di ricongiungersi con l'amore della sua vita Peggy Carter per quell'ultimo ballo che si erano promessi. Vivrà così una lunga e pacifica vita al suo fianco, per poi tornare da vecchio al quartier generale degli Avengers per consegnare il suo iconico scudo a Sam Wilson, affidandogli il titolo di nuovo Capitan America.

Iron Man, il primo

Poster di Avengers: Endgame dedicato ad Iron ManDisney/Marvel Studios

Anche Iron Man conclude il suo percorso in questo film, allontanandosi definitivamente da quel Tony Stark egoista conosciuto nella prima avventura del MCU. L'eroe rinuncia alla vita da padre di famiglia, dando tutto sé stesso nell'unica possibilità che gli Avengers hanno per sconfiggere definitivamente Thanos. Il suo funerale è una delle scene più toccanti dell'intera pellicola, un momento in cui si riuniscono tutti i volti più importanti della storia di Iron Man, da Capitan America a Happy Hogan, passando per Peter Parker, Harley Keener, James Rhodes, fino ovviamente a Nick Fury e all'amata Pepper Potts. La commovente e definitiva chiusura delle avventure dell'eroe che più di tutti ha guidato questo universo cinematografico per undici anni.

E così si concludono le vicende della Infinity Saga, il primo grande ciclo del Marvel Cinematic Universe. Un finale che è riuscito a raccogliere tutto quanto è stato seminato in questi anni lungo le diverse pellicole, per dare una chiusura degna a quella che è già una delle più importanti avventure cinematografiche della storia del cinema popolare.

Voi avete già visto Avengers: Endgame? Quali sono i momenti che più vi hanno emozionato di questo film? E come pensate che proseguirà il franchise?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.