FOX  

Intervista a Walton Goggins: azione, suspense e drama in Deep State 2

di - | aggiornato

Deep State tornerà su FOX a partire dal 14 maggio. Le new entry Walton Goggins e Lily Banda ci parlano dei loro personaggi, di cosa serve per sopravvivere in un mondo di spie e di cosa hanno imparato grazie alla serie.

3 condivisioni 1 commento

Condividi

Deep State è una delle serie più adrenaliniche attualmente in circolazione. Dopo il successo della prima stagione, guidata da un eccellente Mark Strong, la serie creata da Simon Maxwell (Killing Bono) e Matthew Parkhill (Rogue) torna su FOX a partire dal 14 maggio con una seconda stagione imperdibile. Al centro della storia troviamo un mondo pericoloso e complesso, analizzato attraverso l'esplorazione delle dinamiche dello Stato Profondo, vale a dire l'apparato formato da agenti segreti e forze militari che operano nell'ombra per manipolare e controllare la politica internazionale.

Nathan Miller impugna una pistola in una scena della seconda stagione di Deep State HDCrossCast

Rispetto alla prima stagione, che raccontava il percorso dell'ex agente dei servizi segreti Max Easton (Strong), impegnato a vendicare la morte del figlio Harry (Joe Dempsie, la star del Trono di Spade), le nuove puntate di Deep State 2 si spostano dal Medio Oriente all'Africa sub-sahariana per descrivere la lotta per l'energia pulita. Protagonista è adesso la new entry Nathan Miller (Walton Goggins, già visto in Justified e Sons of Anarchy). Miller è un ex agente della CIA che lavora come riparatore per il Deep State in Africa. L'uomo dovrà recarsi in Mali, dove si unirà ad una squadra per indagare su una crisi politica legata alle risorse naturali del Paese. Come ha dichiarato lo stesso Goggins:

Spesso la prima stagione di una serie serve a far capire agli spettatori chi sono i personaggi e qual è il tono della serie. Perciò la seconda stagione di permette di andare avanti senza troppe spiegazioni, perché il pubblico è già dentro la storia.

Nathan Miller è un uomo che lavora nel settore privato, spesso al limite della legalità. Per il 47enne americano Goggins, che ha spesso prestato il volto a personaggi spietati e a villain senza scrupoli (basti pensare al criminale Boyd Crowder nella serie Justified, che gli è valsa nomination agli Emmy e ai Critic's Choice Television Awards), interpretare Miller è stato un vero divertimento.

Anche perché, nonostante mi piaccia pensare di poter condurre una vita ad alto tasso di adrenalina come la sua o come quella di un agente della CIA, in realtà non durerei più di un giorno. Non sono molto bravo a mentire. Se qualcuno mi chiamasse con un nome che non è il mio, diciamo Roger, so già che mi dimenticherei di girarmi a rispondere. Non sono in grado di mantenere troppi segreti, lo ammetto!

Tutti i protagonisti di Deep State 2 nella locandina della serie HDCrossCast

Tra le altre new entry della serie spicca la straordinaria Lily Banda, qui al debutto televisivo dopo il successo del film Il ragazzo che catturò il vento. Banda veste i panni di Aicha Koneté, un'interprete del Mali che entra in contatto con Leyla (Karima McAdams) e le chiede aiuto. Nel cast tornano anche Joe Dempsie, Anastasia Griffith (Amanda Jones) e Alistar Petrie, lo spietato e crudele George White.

La seconda stagione di Deep State, prima produzione originale europea di Fox Networks Group, è su FOX (Sky, 112) ogni martedì alle 21 a partire dal prossimo 14 maggio.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.