FOX

[Spoiler!]

Joe Russo spiega perché Bucky non sarà il nuovo Captain America dopo Avengers: Endgame

di - | aggiornato

Joe Russo, co-regista di Avegers: Endgame, ha spiegato il perché della scelta di non dare lo scudo di Captain America a Bucky Barnes, il Soldato d'Inverno interpretato da Sebastian Stan.

Un primo piano di Sebastian Stan nei panni di Bucky Barnes Marvel Studios

69 condivisioni 1 commento

Condividi

I fratelli Russo, registi di Avengers: Endgame, hanno stabilito che gli spoiler su ciò che accade nel film non saranno più considerati tali a partire dallo scorso 6 maggio.

Vien da sé che a partire da quel momento è "moralmente" possibile parlare a chiare lettere e senza più di tutti i dettagli del cinecomic uscito nelle sale italiane il 24 aprile (senza esagerare, ovviamente). Ecco quindi che nel corso di un nuovo episodio del podcast Happy Sad Confused (via ComicBook), Joe e Anthony Russo hanno risposto ad alcune delle domande più delicate circa il capitolo finale della saga degli Avengers.

Attenzione! Possibili spoiler!

Tra queste, il perché della scelta di Steve Rogers, alla fine del film, di passare lo scudo di Captain America a Sam Wilson (Falcon, interpretato da Anthony Mackie) piuttosto che a Bucky Barnes (Soldato d'Inverno, con il volto di Sebastian Stan), scegliendo così in veste definitiva l'erede di Cap. Ecco le parole di Joe Russo.

Aveva senso che fosse Sam. Non penso che ci siano stati dei dibattiti significativi a riguardo. Bucky è ritratto nei film come una persona traumatizzata, non necessariamente il ragazzo a cui affideresti un’altra arma, vista la sua indole instabile. E Sam, se avete notato l’integrità morale di Cap negli ultimi film, è perfetto per il ruolo. Dal momento in cui lui e Steve si sono incontrati per la prima a Washington e fino alla fine di questo film, ci è sembrata la scelta più logica per l’Universo Cinematografico Marvel. Nei film abbiamo tutto il contesto narrativo visto nei fumetti, possiamo solo portare a termine le storie che stavamo raccontando e questa ci sembrava avere più senso.

Anche nel corso di A Evening with Joe Russo, un live condotto dal giornalista di ComicBook Brandon Davis, il regista ha approfondito la questione riguardante il mancato passaggio di consegne tra Steve e Bucky.

Cap e Bucky sono fratelli, ma sono persone molto diverse e penso che Bucky sia in realtà molto corruttibile, può sempre essere controllato da qualcun altro in qualsiasi momento. Si tratta di un problema che non può essere risolto in alcun modo, mentre Sam è uno spirito libero e con un'etica militaresca più simile a Cap. Sam ha ancora il desiderio di dedicarsi alla comunità, cosa che viene espressa molto chiaramente nei film. I fumetti e i film sono molto diversi e la nostra interpretazione dei personaggi è piuttosto differente da quella degli albi originali. Bucky è ancora piuttosto traumatizzato e penso che in cuor suo non voglia lo scudo, credo che alla fine Sam sia un personaggio con il libero arbitrio più vicino alla morale di Cap, tanto che lo stesso Cap crede che sia lui la persona giusta.

Nei fumetti, Bucky Barnes divenne il nuovo Captain America dopo la morte di Steve Rogers alla fine di Civil War, la miniserie scritta da Mark Millar e disegnata da Steve McNiven nel 2006. Sam Wilson divenne anch'egli il nuovo Cap nella collana All-New, All-Different Marvel, nata nel 2016.

I personaggi interpretati da Mackie e Stan torneranno in ogni caso anche sul piccolo schermo nella serie targata Marvel e Disney The Falcon and the Winter Soldier.

Siete curiosi di scoprire le gesta del "nuovo" Captain America nella prossima Fase 4 del Marvel Cinematic Universe?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.