FOX

Juliet, naked - Tutta un'altra musica: Ethan Hawke è una rockstar nel film tratto dal romanzo di Nick Hornby

di - | aggiornato

Il 6 giugno arriva al cinema una deliziosa rom-com, su una coppia alla deriva la cui vita viene stravolta dall'incontro con una vecchia rockstar.

3 condivisioni 1 commento

Condividi

Romanticismo e musica sono due elementi che Nick Hornby sa mescolare molto bene insieme. Una prova della sua abilità la si può trovare in Tutta un’altra musica, romanzo del 2009 (pubblicato da Guanda) la cui storia – come tante altre, da Alta fedeltà ad About a boy– è diventata un film per il cinema.

Jesse Peretz – regista di serie TV come Girls e Orange Is The New Black e di commedie come Quell'idiota di nostro fratello – ha diretto un cast di grandi professionisti, ovvero Rose Byrne, Ethan Hawke e Chris O'Dowd, per realizzare Juliet, naked - Tutta un'altra musica, una deliziosa rom-com su un incontro inaspettato che dà una scossa a una relazione alla deriva.

La trama del film

La storia ruota attorno ad alcuni personaggi che, a metà della loro vita, si ritrovano a desiderare una seconda chance. La protagonista è Annie (Rose Byrne), una donna che ha delle ambizioni, ma che, per una serie di circostanze e di obblighi, è intrappolata in una piccola città di provincia sulla costa dell'Inghilterra, dove gestisce un piccolo museo che ha rilevato dopo la morte del padre.

Annie vive con Duncan (Chris O’Dowd) l'uomo più carismatico possibile, un docente universitario piuttosto pedante, con cui sta da quindici anni. Insieme conducono una vita un po' da dottorandi, impostata sulle ossessioni nerd e culturali di Duncan, mentre lei vorrebbe qualcosa di più.

Duncan è un bravo ragazzo nerd, ossessionato da Tucker Crowe (Ethan Hawke) un musicista americano, ormai ritiratosi e poco conosciuto nel resto del mondo. Duncan gestisce addirittura una chat room dove altri uomini di mezza età affini a lui definiscono la loro vita sulla base dei testi del cantante.

Tucker, ritiratosi a vita privata, vive nel garage di una sua ex, a New York, e si occupa del figlio più piccolo.

Quando Duncan scrive una recensione entusiasta di una demo dell’album Juliet, Annie si ribella scrivendone invece una stroncatura. Tucker apprezza la critica e la contatta per ringraziarla. Nasce così una connessione tra i due che cambierà totalmente le carte in tavola.

Gli sceneggiatori Evgenia Peretz, Jim Taylor e Tamara Jenkins hanno lavorato in modo fantastico su un adattamento non proprio facile da realizzare; il libro, ad esempio, si basa su un lungo scambio di e-mail tra Annie e Tucker, e trasformare questo scambio epistolare in un'esperienza visiva sarà stato piuttosto complicato.

La loro competenza mista all’energia romantica dei sui protagonisti, ha dato vita a un film che riscalda il cuore, divertendo lo spirito.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.