FOX

Game of Thrones 8: da dove proveniva l'Altofuoco dell'episodio 5?

di - | aggiornato

Hai presente quelle esplosioni verdastre in mezzo al fuoco di drago? Ecco, quello era Altofuoco.

Drogon distrugge Approdo del Re HBO

21 condivisioni 0 commenti

Condividi

Game of Thrones 8 è quasi giunta al termine e presto gli spettatori scopriranno chi salirà sul tanto bramato Trono di Spade.

Nel quinto episodio, Daenerys Targaryen sembra aver perso il senno e, in groppa all'ultimo drago rimastole, ha scatenato il devastante fuoco della bestia alata per distruggere Approdo del Re. Da vittima a carnefice: colei che fino a quel momento si era definita Distruttrice di Catene, ha ucciso tantissimi innocenti. Donne, bambini e cittadini che poco c'entravano con la guerra per il potere.

Mentre sorvolava la città ordinando a Drogon di sputare fiamme a destra e a manca, tra gli edifici crollati sotto i suoi colpi si sono viste anche delle strane vampate verdi: ma di cosa si trattava? Le esplosioni erano causate da un liquido altamente infiammabile, chiamato Altofuoco, che molti fan probabilmente ricorderanno di aver visto in più occasioni durante le stagioni precedenti.

Ma cosa ci faceva una sostanza tanto pericolosa sotto alcune costruzioni della capitale? Bisogna fare un passo indietro.

Durante le sue ultime ore di vita il Re Folle Aerys II Targaryen, il padre di Dany, urla più volte "bruciateli tutti!" in preda alla pazzia. Vede la sua fine ormai vicina, con Robert Baratheon prossimo al Trono. Così dà a Rossart - allora Primo Cavaliere - l'ordine tanto atteso di accendere le botti di Altofuoco piazzate sotto la città al fine di raderla al suolo, un piano che avrebbero dovuto seguire solo in caso di imminente sconfitta. Fortuna vuole che Aerys non sia mai riuscito a completare la sua vile missione, grazie a Jaime Lannister che intervenne tempestivamente e lo uccise.

Le botti esplosive, però, erano state posizionate sotto la città e lì sono rimaste.

Solo anni dopo, Daenerys finisce ciò che il padre aveva cominciato: le fiamme verdi che si vedono comparire quà e là per la città sono proprio le cariche depositate da Aerys, rimaste lì per lungo tempo.
Tutto suggerisce l'idea di un cerchio che si chiude.

Cosa farà adesso la Madre dei Draghi? Seguirà davvero le orme scellerate del padre?

Curato da: Andrea Sala

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.