FOX

Cannes 2019: Abdellatif Kechiche fa fuggire il pubblico per le scene di sesso esplicito

di - | aggiornato

Il film Mektoub, My Love: Intermezzo di Abdellatif Kechiche provoca le proteste del pubblico di Cannes 2019: il motivo è una scena di sesso orale lunga e disturbante.

48 condivisioni 0 commenti

Condividi

Abdellatif Kechiche torna a far discutere. Il regista di origini tunisine ha presentato al Festival di Cannes 2019 la sua ultima fatica e pubblico e critica non hanno affatto apprezzato. Il film si intitola Mektoub, My Love: Intermezzo ed è il secondo capitolo di una trilogia iniziata con Mektoub, My Love: Canto Uno, presentato a Venezia nel 2017.

La trilogia è ispirata al romanzo "La Blessure, la vraie" dello scrittore francese François Bégaudeau e racconta la storia d’amore tra Ophélie (Ophélie Bau) e Amin (Shaïn Boumédine). I due vivono una relazione molto complicata e sono al centro di una fitta trama che coinvolge diversi uomini e donne.

Abdellatif Kechiche e Hafsia Herzi a Cannes 2019HDGetty Images
Abdellatif Kechiche e l'attrice Hafsia Herzi a Cannes 2019

Il film presentato a Cannes dura circa 4 ore e la scena che ha provocato le proteste del pubblico è ambientata in un bagno. La protagonista segue un uomo in una toilette e ha un rapporto orale con lui. Secondo il New York Times, la scena in questione dura ben 13 minuti, non sembra simulata e ha un effetto davvero disturbante. Tant’è vero che molti spettatori hanno lasciato la sala, come dimostrano alcune foto postate sui social.

Abdellatif Kechiche non è nuovo a contestazioni di questo genere. Il suo film più celebre La Vita di Adele racconta la storia di un rapporto omosessuale tra due donne con scene che non lasciano spazio all’immaginazione.

La Vita di Adele è stato presentato proprio a Cannes nel 2013, dove ha vinto la Palma d’oro come miglior film. Eppure le due attrici protagoniste, Adèle Exarchopoulos e Léa Seydoux, si sono lamentate con la stampa per l'atteggiamento sessista del regista sul set. In un'intervista Léa Seydoux ha dichiarato persino di essersi sentita umiliata e di essere stata trattata come una prostituta.

La polemica promette, dunque, di avere una certa eco, soprattutto perché di recente Abdellatif Kechiche è stato al centro di un’accusa molto più seria. A ottobre 2018, infatti, è stato accusato di violenza sessuale da una giovane attrice 29enne. Il regista ha negato ogni coinvolgimento nella vicenda e per il momento non è stato chiamato a comparire in tribunale.

E oggi come risponderà alle critiche di giornalisti e pubblico? Rimanete su MondoFox per tutte le novità da Cannes 2019. 

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.