FOX  

[Spoiler!]

La recensione spoiler del finale di The Big Bang Theory

di - | aggiornato

Tutte le cose più belle finiscono, anche The Big Bang Theory.

12 condivisioni 0 commenti

Condividi

È Finita. The Big Bang Theory, la serie TV che ha tenuti incollati al televisore milioni di telespettatori di tutte le età, è giunta alla fine di una storia durata 12 anni e 12 stagioni, per un totale di 279 episodi (record per una sit-com multicamera).

La serie TV creata da Chuck Lorre è stata un punto di riferimento per i nerd di tutto il mondo. Questi hanno potuto passare del tempo con Sheldon, Howard, Leonard e Raj, i quali sono riusciti a sdoganare la parola "nerd", attraverso un percorso narrativo intelligente, capace di coinvolgere gli aspetti della vita di tutti i giorni con le passioni che ogni ragazzo/a può avere: giochi di ruolo online, fumetti, giochi da tavolo, cinema e serie TV.

Nel corso degli anni, The Big Bang Theory ha avuto l'obbligo di crescere, di evolversi e di cambiare al fine di non risultare monotona, per questo motivo sono stati inseriti nuovi personaggi: Bernadette ed Amy su tutti, poi ha avuto più spazio anche Stuart, il proprietario della fumetteria. Era necessario inserire più storie nel programma e far nascere anche delle passioni amorose, che avrebbero coinvolto molto più pubblico. Con la crescita del programma e dell'audience, i produttori hanno potuto inserire - sempre più spesso - personaggi famosi (tra gli altri: Mark Hamill, Carrie Fischer, Stephen Hawking, Stan Lee, Adam West) ma non solo come semplici comparse, ognuno degli ospiti speciali di The Big Bang Theory ha avuto un ruolo ben preciso all'interno dell'episodio dedicato.

La commedia è stata anche un punto fermo, nei suoi 12 lunghi anni, per la sua emittente televisiva - l'americana CBS - consolidandosi nella storia della televisione con un'audience importante (è la sit-com più seguita dell'ultimo decennio) e 52 nomination agli Emmy (10 vittorie - quattro solo per il protagonista Jim Parsons).

Il finale della serie, della durata di un'ora, è stato visto in diretta da 18 milioni di spettatori.

Attenzione! Possibili spoiler!

Un finale molto atteso, che ha portato a fondo la trama principale della serie - dalla quale non si è mai veramente discostata - ovvero la vincita del premio Nobel da parte di Sheldon. È sempre stato il suo obiettivo e grazie al supporto di Amy è riuscito a farcela. Sheldon, come gli ha consigliato una veggente in un episodio precedente, si è lasciato andare verso un'altra persona, ha trovato l'amore in Amy e grazie a questa incredibile spinta positiva, è riuscito nel suo intento di vincere il premio Nobel. Di fatto, è il discorso finale di Sheldon, commosso, divertente e nostalgico allo stesso tempo, che mette la parola fine alla serie. Un discorso che ogni fan avrebbe pronunciato in favore di quegli amici "virtuali" del piccolo schermo.

Per il resto della banda, la vita da nerd si trasforma in vita adulta, responsabile e soprattutto familiare: finalmente vengono mostrati i bambini di Howard e Bernadette, le loro attività adesso ruotano intorno a lavoro e figli. Leonard e Penny, nonostante quest'ultima fosse inizialmente contraria, aspettano un figlio, segno di una speranza ritrovata di Penny e di una consolidata relazione. Stuart, che non è mai stato un protagonista principale, anche se molto amato dal pubblico, è stato congedato senza presenziare al finale ma solo attraverso una chiamata video su PC. Anche la storia di Stuart si conclude nel migliore dei modi, coronando il suo sogno di avere una ragazza, al contrario di Raj, che rompe la relazione combinata dal padre e rimane single con un ultima inquadratura, accanto a Sarah Michelle Gellar, che può dargli speranza per il futuro. 

In conclusione, i due episodi finali dal titolo The Change Constant e The Stockholm Syndrome, hanno mantenuto la linea e il tono della serie senza stravolgere fatti e personaggi. Un punto di forza, in cui è la normalità a vincere, avvicinandosi sempre di più al pubblico, assottigliando la linea di demarcazione tra realtà e fantastico. 

The Big Bang Theory, con i suoi alti e bassi, mancherà alla televisione e al pubblico, fortunatamente esistono le repliche e l'Home Video!

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.