FOX

Ubisoft si è lasciata sfuggire il suo abbonamento sulla scia di EA Access?

di -

La francese Ubisoft, autrice di videogiochi come Assassin's Creed e Far Cry, potrebbe avere in mente il lancio di un servizio in abbonamento come EA Access di Electronic Arts.

Il logo rinnovato di Ubisoft Ubisoft

1 condivisione 0 commenti

Condividi

Dopo il successo avuto da Electronic Arts, che ha proposto su console EA Access e su PC Origin Access, anche ulteriori compagnie videoludiche potrebbero tentare la via dei servizi in abbonamento. In particolare, sembrerebbe il caso di Ubisoft, publisher francese autore di franchise come Assassins's Creed e Far Cry.

L'azienda transalpina ha infatti pubblicato per errore sul suo negozio online un misterioso abbonamento, Ubisoft Pass Premium, che alluderebbe proprio a una sottoscrizione a pagamento che gli utenti potranno acquistare in futuro. Il dettaglio è stato notato dagli utenti del forum ResetEra, che hanno suggerito la possibilità che si tratti di un abbonamento pensato per i giocatori più esigenti.

Un concept art promozionale di Assassin's Creed OdysseyHDUbisoft
Assassin's Creed Odyssey è il più recente episodio della popolare serie Ubisoft

Se il servizio – ancora tutto da confermare – funzionasse come la controparte di EA, potrebbe garantire sconti esclusivi, l'accesso anticipato ai giochi in uscita, demo di dieci ore per le nuove produzioni Ubisoft e un catalogo sempre disponibile di titoli a cui accedere in virtù della propria quota fissa.

Per il momento la compagnia francese non ha confermato né smentito le indiscrezioni. È probabile che potremmo scoprire qualche ulteriore dettaglio nel corso dell'E3 2019, dove Ubisoft terrà la sua abituale conferenza: l'appuntamento è già fissato per le ore 22.00 italiane di lunedì 10 giugno.

Yves Guillemot e Shigeru Miyamoto alla conferenza Ubisoft dell'E3 2018HDGetty Images
Yves Guillemot, presidente di Ubisoft, in compagnia di Shigeru Miyamoto all'E3 2018

L'approdo di Ubisoft nel mondo dei servizi in abbonamento sarebbe solo l'ennesimo: di recente, oltre alla già citata EA, abbiamo visto Sony dedicarsi a PlayStation Now e Microsoft alla libreria di giochi del catalogo a pagamento Xbox Game Pass.

La compagnia guidata da Yves Guillemot sta per unirsi a questo schieramento? Lo scopriremo di certo nelle prossime settimane.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.