FOX

Godzilla II: King of the Monsters, chi sono King Ghidora, Mothra e Rodan?

di - | aggiornato

Il secondo capitolo hollywoodiano di Godzilla presenterà ben tre nuovi mostri titanici, che in realtà sono delle vecchie conoscenze del lucertolone radioattivo. Ecco la storia di Rodan, Mothra e King Ghidora.

50 condivisioni 0 commenti

Condividi

Dopo il successo del film del 2014, Godzilla torna per il secondo episodio ampliando in maniera significativa il MonsterVerse con delle aggiunte di un certo calibro.

Marvel, con il suo universo cinematico condiviso, ha impostato un vero e proprio nuovo standard per i film d’intrattenimento e molti altri produttori stanno provando a seguire questa strada. Warner Bros. insieme a Legendary Pictures ha posto le basi per il suo MonsterVerse con il primo capitolo di Godzilla, diretto da Gareth Edwards e uscito nel 2014, e Kong: Skull Island del 2017, che vedeva alla regia Jordan Vogt-Roberts.

Questi due film sono stati solamente dei capitoli introduttivi, volti a presentare i protagonisti del nuovo universo narrativo, fatto di creature colossali pressoché inarrestabili con delle armi umane. Con Godzilla II: King of the Monsters, in uscita il 30 maggio nelle sale italiane, si inizia a fare sul serio. Dopo il teaser mostrato durante i crediti finali di Kong: Skull Island, si è capito che in questo sequel sarebbero apparsi ben tre kaiju (il nome originale giapponese con cui i mostri giganti venivano definiti) di una certa rilevanza nella storia di Godzilla. Ricordiamo poi che per il 2020 è previsto anche lo scontro fatidico fra Godzilla e King Kong, film di cui ancora non abbiamo molti dettagli ma che consacrerà ancora di più il MonsterVerse.

Godzilla II - King of the Monsters (2019)

Data uscita in Italia: 30 maggio 2019 voto 7
  • Titolo originale: Godzilla: King of the Monsters

  • Genere: Avventura, Azione, Fantascienza, Fantasy, Horror

  • Nazione: Stati Uniti d'America

  • Regista: Michael Dougherty

  • Cast: Vera Farmiga, Millie Bobby Brown, Sally Hawkins, Bradley Whitford, Charles Dance, Kyle Chandler, Ziyi Zhang, David Strathairn, Thomas Middleditch, O'Shea Jackson Jr., ...

Se nel primo film abbiamo visto come avversari i M.U.T.O., mostri originali creati appositamente per l’occasione, questa volta il re dei mostri dovrà vedersela contro tre vecchie conoscenze, tutte prese dalle storiche pellicole giapponesi della Toho. In Godzilla II: King of the Monsters troveremo dunque il mostro alato Rodan, la falena gigante Mothra e il drago a tre teste King Ghidorah. La definizione data nel film a questi esseri colossali è ufficialmente Titani, nome che calza loro a pennello, date le dimensioni e la loro forza inarrestabile.

Questi tre kaiju sono tra i più famosi apparsi nella storia di Godzilla, essendo comparsi in tutte e quattro le ere cinematografiche che hanno visto protagonista il lucertolone radioattivo. Vederli tutti e tre insieme per la prima volta in un rifacimento hollywoodiano fa un certo effetto. Ci si poteva aspettare l’inserimento di uno o due mostri per il secondo capitolo del franchise, ma addirittura tre nuovi kaiju con nomi di questo calibro hanno mandato in visibilio molti fan, che hanno già i pop corn pronti, pregustando questa sorta di incontro di wrestling tra le mastodontiche creature.

Da notare inoltre, che, secondo quanto mostrato dai trailer rilasciati fino a oggi, i tre illustri kaiju non saranno gli unici presentati in questa pellicola; sembra infatti che ce ne saranno almeno altri due, ma su teorie e voci di corridoio riguardo queste misteriose creature torneremo dopo.

Tutti i mostri di Godzilla 2HDWarner Bros./Legendary Pictures

Rodan, Mothra e King Ghidora probabilmente saranno sconosciuti a molti spettatori che si sono approcciati al gigantesco lucertolone in grado di sparare raggi di energia atomica solo con il film del 2014, ma non preoccupatevi, ci pensiamo noi a fornirvi le informazioni fondamentali su questi tre imponenti mostri.

Indice:

Rodan

Rodan il rettile volanteHDWarner Bros./Legendary Pictures

Iniziamo le presentazioni da Rodan, il rettile volante. Il suo nome, come la sua forma, deriva dallo Pteranodon, uno dei rettili alati più famosi della preistoria. La sua prima comparsa si è avuta nel film omonimo del 1956, due anni dopo quella di Godzilla. Se quest’ultimo doveva però rappresentare la minaccia atomica americana, Rodan doveva invece rappresentare quella sovietica.

Nel film che segna il debutto di Rodan, una coppia di questi esseri è ibernata all’interno di un vulcano. Dopo essere stati svegliati da alcuni minatori, i colossi inizieranno a seminare il caos in tutto il Giappone e nei paesi limitrofi. L’esercito riuscirà alla fine ad avere la meglio facendo esplodere il vulcano in cui la coppia di mostri alati si era rifugiata attraverso l’innesco di un’eruzione artificiale che li ucciderà entrambi.

Almeno fino al 1964, anno in cui Rodan si unisce al franchise di Godzilla nel film Ghidorah! Il mostro a tre teste. In quest’occasione, il lucertolone alato dapprima affronterà Godzilla, risultando anche immune al suo raggio atomico, ma, vista la minaccia a tre teste di Ghidorah, deciderà infine di allearsi con Godzilla e Mothra per far fronte al nemico comune. Da qui in poi Rodan sarà considerato principalmente un alleato di Godzilla; ad esempio, in un film dell’era Heisei, Godzilla contro Mecha Godzilla 2, il kaiju volante si sacrifica per proteggere l’uovo di Godzilla e per salvare il protagonista stesso.

Rodan versione degli anni '60HDToho

Nella nuova versione, Rodan, alto circa 47 metri e con un’apertura alare di 265 metri, si risveglia all’interno del vulcano Isla de Mona in Messico, dove dormiva in un letto di magma. Il mostro è conosciuto nelle leggende della popolazione locale come il demone di fuoco e infatti sembra molto legato a questo elemento, avendo un sistema di combustione interno collegato al magma e una pelle fatta di rocce che agisce come un’armatura geotermica nonché come elemento per camuffarsi ai nemici.

Abilità speciali

Rodan in volHDWarner Bros./Legendary Pictures
Rodan volando crea una tempesta di vento

Rodan è considerato, per le sue notevoli capacità, il re dei cieli, infatti tra i suoi poteri confermati troviamo

  • Volo Supersonico: Rodan, quando è in volo, può muoversi con una velocità superiore a quella del suono. Grazie alla sua massa può distruggere intere città soltanto con lo spostamento d’aria dovuto al suo passaggio
  • Onde d’urto: una delle armi più potenti di Rodan sono le sue ali, con cui è in grado di creare delle onde d’urto dalla potenza incredibile
  • Raggio di Calore: non sappiamo se in Godzilla II: King of the Monsters Rodan avrà questo potere, ma dato il suo legame con il fuoco crediamo che la nuova versione del mostro alato sia ispirata a Fire Rodan, un’evoluzione dell’originale comparsa in Godzilla contro Mecha Godzilla 2. In questo stato Rodan poteva sparare raggi di fuoco simili a quelli di Godzilla stesso

Sarà interessante dunque scoprire se il Rodan del nuovo film sarà un alleato o un nemico di Godzilla.

Mothra

Mothra falena giganteHDWarner Bros./Legendary Pictures

Nella nuova saga di Godzilla non poteva mancare Mothra, uno dei kaiju più importanti. Come si evince dal nome, Mothra è una falena gigante ed essendo di base una forma di vita insettoide ha uno sviluppo in diverse fasi che vanno da larva fino alla sua forma finale, che, appunto, è quella simile a una farfalla notturna.

La sua prima comparsa risale al 1961, in un film dedicato solo a lei e chiamato semplicemente Mothra. A differenza degli altri kaiju, la falena è di natura benevola e si è posta più volte come baluardo a difesa dell’umanità. Le uniche volte in cui in passato ha attaccato gli umani è stato quando si è trovata sotto controllo mentale da parte di creature aliene o quando ha dovuto difendere le sue sacerdotesse.

Mothra è infatti accompagnata da due fate gemelle chiamate le Shobijin, considerate le sue sacre sacerdotesse e portavoce della sua volontà quando si tratta di comunicare con la razza umana.

Il suo primo incontro con Godzilla si è avuto nel 1964, nel film Godzilla contro Mothra. La falena affronta il rettile per proteggere il Giappone e muore nel tentativo di sconfiggerlo; saranno due larve nate dalle uova di Mothra stessa dopo la sua morte a imprigionare Godzilla.

Mothra vecchii filmToho

Nello stesso anno Mothra compare anche nel film Ghidora! Il mostro a tre teste, essendo nemica naturale di King Ghidorah, e tenta di convincere anche Godzilla e Rodan a unirsi a lei nella battaglia contro il drago a tre teste. All’inizio si vede costretta a combattere da sola, ma mentre sta per soccombere riceve l’aiuto degli altri due kaiju riuscendo a prevalere contro Ghidora.

Mothra tornerà poi in moltissimi altri film della lunga saga di Godzilla, a volte come alleata e a volte come avversaria del rettile radioattivo. Nel 1992 viene realizzato un altro Godzilla contro Mothra, dove è presente anche una versione malvagia della falena chiamata Battra. Il kaiju è morto e si è reincarnato molte volte nella storia della saga tramite le sue uova, che hanno sempre garantito una sua discendenza.

Nel film del 2019, Mothra rappresenta il mostro più “piccolo” per dimensioni, infatti è alto solo 15 metri, ma con un’apertura alare di circa 245 metri. Viene trovata in una crisalide nella foresta pluviale dello Yunnan in Cina, dove secondo le leggende è venerata come una dea. Non sappiamo ancora se anche in questa versione avrà delle sacerdotesse come portavoce, secondo alcune voci queste potrebbero essere la protagonista Madison Russel (Millie Bobby Brown da Stranger Things) e sua madre la dottoressa Emma Russel.

È confermato, stando a quanto visto nei trailer, che nel film Mothra avrà un percorso evolutivo che la vedrà iniziare come larva fino a raggiungere la sua forma finale. Sempre stando ai trailer, è probabile che, come nel film del 1964, Mothra vedrà come suo principale nemico King Ghidorah.

Abilità speciali

Mothra volo HDWarner Bros./Legendary Pictures
Mothra si prepara a sferrare un attacco con i suoi artigli

Mothra potrà sembrare fragile rispetto agli altri kaiju, ma in realtà possiede dei poteri davvero devastanti.

  • Artigli: Mothra, nella nuova versione di quest’anno, ha delle zampe simili a quelle della mantide religiosa, con cui può sferrare dei poderosi attacchi
  • Seta: la falena gigante può sparare dalla bocca dei fasci di seta molto resistenti, in grado di bloccare i movimenti dei nemici
  • God Ray: il Kaiju può concentrare la bioluminescenza nelle sue ali per sferrare un potente raggio d’energia contro gli avversari

Nonostante le “piccole” dimensioni, Mothra rimane comunque uno dei kaiju più potenti; vedremo come se la caverà nel nuovo film quando dovrà affrontare King Ghidora e gli altri titani.

King Ghidorah

King Ghidora poster mostroHDWarner Bros./Legendary Pictures

Siamo giunti a King Ghidorah, l’arcinemico di Godzilla nella sua lunga storia. Ghidorah sta infatti a Godzilla come il Joker sta a Batman, i due sono nemici da sempre e il drago a tre teste è indubbiamente l’avversario più ricorrente e pericoloso nella storia del kaiju radioattivo.

Ghidora è ispirato a creature mitologiche come l’Idra di Lerna o Yamata no Orochi, due mostri simili a draghi con molteplici teste. Il suo nome deriva da una contrazione della parola Hydra in giapponese.

King Ghidora vecchi filmHDToho

Questa creatura è apparsa per la prima volta nel film Ghidora! Il mostro a tre teste del 1964, in cui combatte contro Godzilla, Rodan e Mothra, proprio come accadrà nel film che sta per uscire al cinema. Le origini del King Ghidora originale sono extraterrestri, infatti è un essere che si muove tramite un meteorite di pianeta in pianeta per distruggerli tutti. Prima di arrivare sulla Terra, aveva già distrutto la civiltà dei venusiani. Dopo il primo scontro, il drago a tre teste tornerà altre volte, ma sotto il controllo di alcune entità aliene, e una volta anche in versione cyborg con il nome di Mecha King Ghidorah.

Il mostro ricompare anche in un film del 1991 chiamato Godzilla vs. King Ghidora, in cui però le sue origini sono diverse. Qui il mostro è una fusione di tre creature chiamate Dorats, portate da alcuni umani del futuro sull’isola di Lagos (dove originariamente si trovava il dinosauro divenuto Godzilla) per distruggere il Giappone ed evitare che il paese, centinaia di anni dopo, possa diventare una superpotenza economica. I tre mostri verranno colpiti dalle radiazioni e si trasformeranno in King Ghidorah, ma Godzilla riuscirà a fermare questo piano malefico.

King Ghidora risveglioHDWarner Bros./Legendary Pictures

Nel film del nuovo MonsterVerse, King Ghidorah viene ritrovato nell’Antartide ed è definito dalla Monarch come Monster Zero. Il drago a tre teste è il mostro più grande mai apparso, grazie ai suoi 158 metri d’altezza (Godzilla arriva solo a 110 circa) e un’apertura alare ancora maggiore. Nell’antichità, il kaiju era visto come una calamità vivente, in grado di estinguere da solo intere civiltà, e in alcune pitture rupestri appare mentre combatte contro Godzilla, dimostrando come ci sia una rivalità antica fra i due titani. Sembra che il risveglio di molti kaiju sia dovuto proprio alla sua rinascita.

Abilità speciali

King Ghidora bioelettricitàWarner Bros./Legendary Pictures
King Ghidora rilascia il suo potente attacco elettrico dalle ali

King Ghidora è dotato di una potenza spropositata che rende giustizia al suo appellativo di re.

  • Volo: il mostro è in grado di generare venti forti come uragani con il solo battito d’ali
  • Bioelettricità: le scaglie di King Ghidorah contengono oro e il suo corpo è in grado di convogliare energia elettrica e lanciare scariche dalle ali. Secondo quanto rivelato dalla Monarch dopo i suoi studi sul mostro, se questi dovesse volare usando il suo potere potrebbe distruggere la stratosfera e provocare una tempesta di tuoni e fulmini quale il nostro cielo non ha mai visto
  • Raggi gravitazionali: il Kaiju può convogliare la sua energia elettrica e spararla fuori da ognuna delle sue tre bocche generando un raggio gravitazionale dall’enorme potenza distruttiva

Dato l’enorme potere offensivo di King Ghidorah, siamo sicuri che anche per Godzilla sarà dura sconfiggerlo.

I Kaiju misteriosi

Sappiamo che probabilmente nel film compariranno altri Titani, anche se probabilmente non avranno un ruolo così importante come i tre elencati in precedenza. I trailer ci dicono che la Monarch ha trovato ben 17 mostri giganteschi sparsi per il mondo e possiamo vedere, in un paio di sequenze, degli artigli spuntare dal terreno e una montagna sollevarsi per rivelare che sotto di lei si trova proprio uno dei Titani.

Godzilla II rumor Kumonga HDWarner Bros./Legendary Pictures

Stando sempre ai trailer, sembra che King Ghidorah abbia risvegliato diverse creature e che queste si muovano secondo il suo volere, in quanto re dei mostri.

Godzilla rumor su AngilasHDWarner Bros./Legendary Pictures

Stando ai rumor, il mostro con artigli (o zampe) simili a quelle di un granchio potrebbe essere Kumonga, un gigantesco ragno mutante apparso per la prima volta nel film del 1967 Il figlio di Godzilla. In Kong: Skull Island appariva effettivamente un ragno gigante, dunque le probabilità sono essere alte.

Kumonga film TohoToho

Il secondo mostro invece sembra massiccio e corazzato, seppur protetto da rocce intorno al suo corpo. Varie speculazioni fanno pensare che il mostro sia Angilas (o Anguirus, nella versione inglese), cioè il primo mostro affrontato da Godzilla nel film del 1955 Il re dei mostri. In seguito Angilas è tornato in altre pellicole divenendo un alleato del kaiju radioattivo.

Godzilla contro AngilasHDToho

Dunque, sembra che sia ormai scontato che, oltre ai quattro Titani protagonisti, vedremo altri mostri portare distruzione e affrontare Godzilla e magari anche altri kaiju. Non ci resta dunque che attendere il film, in arrivo nelle sale italiane il 30 maggio 2019.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.