FOX

Avengers: Endgame, tutte le migliori scene tagliate emerse finora

di - | aggiornato

Quali erano i piani originali per la prima apparizione di Hulk nel film? E cosa attendeva Iron Man nelle prime versioni di Avengers: Endgame?

77 condivisioni 0 commenti

Condividi

È passato poco più di un mese da quando, lo scorso 24 aprile, Avengers: Endgame è arrivato nelle sale, sconvolgendo l'intero pianeta e macinando record su record di incassi. L'ultima avventura del Marvel Cinematic Universe, che segna un punto di arrivo per il franchise (anche se la Fase 3 si concluderà ufficialmente solo con Spider-Man: Far From Home), è stata capace di coinvolgere milioni e milioni di persone in tutto il mondo, pronti ad assistere allo scontro tra gli eroi della saga e il loro acerrimo nemico Thanos.

Una battaglia di proporzioni davvero epiche, che ha richiesto uno sforzo incredibile per essere portata sul grande schermo. La produzione di questo film e del suo predecessore Avengers: Infinity War è durata anni e sono tantissime le idee che sono state scartate durante la loro realizzazione, come spesso succede in questi casi. Tante di queste sono emerse nelle ultime settimane, raccontate dagli sceneggiatori, dagli attori e dai registi della pellicola nel lungo tour di interviste che li ha coinvolti dopo l'arrivo nelle sale dell'ultima avventura degli eroi Marvel.

Un dato interessante riguarda il numero di scene tagliate in senso stretto, che a quanto pare non sono moltissime. Joe Russo, regista di Avengers: Endgame, ha infatti dichiarato che la durata complessiva del film è sempre stata molto vicina a quella finale, fin dai primissimi montaggi. C'è stata una grande attenzione in fase di sceneggiatura, per creare una storia densa, senza sbavature, motivo per cui quasi tutto quello che è stato girato è stato utilizzato. Ovviamente qualche scena tagliata è presente (e magari la troveremo nell'edizione Home Video) ma secondo Joe Russo: "Ce n'è qualcuna, non una tonnellata".

Sicuramente una delle più note tra queste è quella che riguarda Katherine Langford. Qualche mese fa era infatti trapelata la notizia che l'attrice della serie Tredici avrebbe avuto un ruolo misterioso in Avengers: Endgame, ma nella versione del film arrivata nelle sale non c'era traccia della sua presenza. Solo dopo è stato rivelato che originariamente era stata realizzata una scena in cui Tony Stark avrebbe incontrato una versione adulta della figlia Morgan dopo aver schioccato le dita nel finale, similmente a quanto successo a Thanos e Gamora nella pellicola precedente. Tuttavia, la sequenza appesantiva il momento e confondeva il pubblico, motivo per cui è stata rimossa.

Katherine Langford, nota per il ruolo nella serie Netflix TrediciHDGetty Images

A proposito di Thanos, nei piani originali c'era un'idea di approfondire ulteriormente la sua storia. Secondo le dichiarazioni di Joe Russo, in una versione precedente dello script di Avengers: Infinity War era prevista una scena, peraltro piuttosto lunga, in cui raccontare tutte le origini del villain, sin da quando era un bambino. Ovviamente poi è stata scartata, ma il regista ha rimarcato come sia stata importante e utile per fissare nella mente degli autori la psicologia di un personaggio. Queste le sue parole:

Avevamo una versione in cui si vedevano dieci minuti della sua backstory. Lo vedevi da bambino, lo vedevi cercare di convincere il suo pianeta che era spacciato e suggerire di uccidere casualmente metà della popolazione per salvare il pianeta. Lo mandavano su una prigione lontana dal pianeta e alla fine lo vedeva distruggersi... È tutto un altro film, ma a volte è quello il suo valore nella stanza degli autori. Ovvero scrivere quella versione del copione perché poi pensi 'OK, almeno ce l'ho in mente ora. Adesso lo capisco e posso spiegarlo a Brolin [interprete di Thanos n.d.R.]'.

Josh Brolin nei panni di Thanos in Avengers: EndgameHDDisney/Marvel Studios

Altre idee scartate in fase di sceneggiatura riguardavano direttamente gli eroi principali, a partire da Hulk. Inizialmente la riconciliazione tra le due identità del Golia Verde sarebbe dovuta avvenire in Avengers: Infinity War, ma si è scelto di rimandarla al suo seguito. Nei piani originali c'era anche una sequenza che vedesse il Professor Hulk comportarsi da supereroe in senso "classico", ma si è scelto di rimuoverla perché poco incisiva nel complesso. Per capire il nuovo status del personaggio, idolatrato dalla popolazione, si è preferito inserire la scena con i suoi giovani fan al ristorante, utile anche a portare avanti la linea narrativa dei viaggi nel tempo.

A proposito di questi ultimi, i team che tornavano nel passato non sono sempre stati quelli che abbiamo visto nel film. Nelle prime versioni dello script ad esempio, a tornare ad Asgard ai tempi di Thor: The Dark World insieme al Dio del Tuono non era Rocket bensì Tony Stark, che avrebbe dovuto scontrarsi con un redivivo Heimdall. Quest'ultimo infatti lo avrebbe individuato con i propri poteri mentre cercava di recuperare il Tesseract dalla Sala del Tesoro di Odino, nonostante la speciale armatura indossata da Iron Man. Successivamente però Joe Russo ha suggerito di inserire una sequenza ambientata ai tempi di The Avengers e i progetti sono cambiati.

Il figlio di Odino sarebbe stato protagonista anche di un momento "romantico" nel finale con la sua erede nel ruolo di leader di Nuova Asgard, Valchiria. La scena, che a quanto pare è stata girata e che quindi potrebbe in futuro essere di pubblico dominio, si doveva svolgere pochi istanti prima della partenza di Thor insieme ai Guardiani della Galassia. Valchiria lo avrebbe salutato mettendogli una mano sulla spalla e il Dio del Tuono avrebbe male interpretato il momento lanciandosi in un bacio, rifiutato dall'eroina. Un momento comico, improvvisato dai due attori sul set, che tuttavia è stato rimosso dalla versione finale della pellicola.

Gli eroi del MCU caricano l'esercito di Thanos nel finale di Avengers: EndgameHDDisney/Marvel Studios

Gli sceneggiatori del film Stephen McFeely e Christopher Markus hanno anche spiegato che la sequenza della epica battaglia tra le forze del bene e del male che caratterizza il terzo atto in origine avrebbe dovuto essere ancora più lunga. A un certo punto durante la preparazione del film, era addirittura previsto un momento di "pausa" durante lo scontro, che avrebbe visto gli eroi definire i propri compiti, tuttavia secondo gli autori:

Non funzionava bene. Avevamo una scena in trincea dove, per ragioni varie, la battaglia veniva messa in pausa per circa tre minuti e c'erano 18 persone tutte impegnate in dialoghi del tipo 'Cosa facciamo ora?', 'Io faccio questo', 'Io faccio quello'.

Chiaramente non è facile bilanciare la presenza a schermo di così tanti personaggi e così alcuni momenti vanno eliminati. Alcuni appassionati avrebbero voluto vedere ad esempio diversi momenti in cui gli eroi si riunivano finalmente ai compagni caduti in occasione del primo schiocco di dita di Thanos, come Rocket e Groot o Ant-Man e Wasp, ma come ha rivelato Joe Russo scene di questo tipo sono state eliminate per non appesantire troppo la pellicola ed eventualmente dar loro il giusto spazio in futuro:

Credo ci fosse un momento di reunion tra Rocket e Groot e credo ci fosse anche una reunion tra Ant-Man e Wasp, ma iniziava a sembrare una serie infinita di ritrovi. Ci sono altri film in arrivo in futuro e quelle sequenze possono trovare spazio in tempi differenti.

Avengers: Endgame (2019)

Data uscita in Italia: 24 aprile 2019 voto 8,8

Voi cosa ne pensate? Quale di queste scene avreste voluto vedere nella versione finale di Avengers: Endgame? E quale momento pensate sia mancato in questo kolossal del Marvel Cinematic Universe?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.