FOX

Michael Douglas: 'Persi come miglior attore a Cannes per colpa di Steven Spielberg'

di - | aggiornato

L’attore si riferisce alla sua performance in Dietro i candelabri, film che era in competizione a Cannes nel 2013, anno in cui Spielberg era Presidente di Giuria.

Mezzo busto di Michael Douglas Vanity Fair

0 commenti

Condividi

Durante un’intervista con Benicio del Toro (con cui ha diviso il set di Traffic) nel programma di Variety Actors on Actors, Micheal Douglas ha rivelato di non essere riuscito a conquistare il premio come Miglior Attore al Festival di Cannes del 2013 per colpa dei pregiudizi contro i prodotti televisivi di Steven Spielberg. Proprio quell’anno il regista era il Presidente di Giuria e Dietro i candelabri, diretto da Steven Soderbergh, era incluso fra i film in competizione ufficiale.

Quello che posso dire è che ero il favorito per il premio al miglior attore. [Spielberg] gli ha addossato un sacco di fandonie perché era un film HBO. Quindi, quando sento parlare di questo argomento o delle critiche rivolte ai film di Showtime o Netflix,  penso che la questione debba essere risolta.

Mezzo busto di Michael Douglas al Festival di CannesHDGetty Images

Dietro i candelabri vede Douglas nei panni dello stimato pianista Liberace e Matt Damon in quelli dell'amante Scott Thorson. La ragione principale per cui HBO ha prodotto il film di Soderbergh, è che nessuno studio di Hollywood voleva mettere mano a questo progetto, date le sue tematiche omosessuali presenti. Come lo stesso Douglas ha notato, il film ha avuto una distribuzione cinematografica internazionale che non ha coinvolto gli Stati Uniti.

Secondo l'attore, Spielberg avrebbe annientato il momento di lancio del film a Cannes perché secondo lui era un prodotto per la televisione e, in qualche modo, in linea con le recenti opinioni del regista su Netflix.

Il regista di Salvate il soldato Ryan ha fatto scalpore, lo scorso anno, per aver condiviso la sua convinzione riguardo i film di Netflix e soci, che dovrebbero competere agli Emmy e non agli Oscar perché non aderiscono alla tradizionale distribuzione nelle sale.
Inoltre, pare che Spielberg abbia fatto pressioni, sia all’Academy che a Netflix, affinché si trovi il modo di garantire che i film in streaming non concorrano alle premiazioni riguardanti la settima arte.

Dietro i candelabri è stato rilasciato da HBO in televisione il 26 maggio 2013 e ha fatto parte della successiva stagione degli Emmy. Il film ha ricevuto cinque nomination agli Emmy, vincendone tre, tra cui Miglior miniserie o film per la televisione e Miglior attore a Michael Douglas. L’attore ha vinto lo stesso premio anche ai Golden Globe e ai Satellite Award.

La giuria di Cannes del 2013 che, oltre a Spielberg, includeva anche Ang Lee, Nicole Kidman, Lynne Ramsay e Christoph Waltz, assegnò il premio come Miglior Attore a Bruce Dern per la sua interpretazione in Nebraska.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.