FOX

Il Gladiatore 2: i produttori anticipano un sequel ambientato 25 anni dopo l'originale

di - | aggiornato

Walter F. Parkes e Laurie MacDonald, produttori esecutivi del film Il Gladiatore del 2000, hanno rivelato alcuni dettagli sul sequel del famosissimo colossal diretto da Ridley Scott. Ecco le loro dichiarazioni.

Russell Crowe nel film Il Gladiatore Universal Pictures

199 condivisioni 0 commenti

Condividi

"Al mio segnale scatenate l'inferno". Chi di noi non hai mai pronunciato questa battuta de Il Gladiatore, uno dei film più celebri di tutti i tempi? 

Che il colossal (vincitore di ben 5 premi Oscar) diretto da Ridley Scott e interpretato da Russell Crowe avrebbe avuto un seguito era notizia praticamente certa da un paio di anni. La conferma è arrivata poi l'anno scorso direttamente da Scott, con il regista che ha promesso di tornare a dirigere il sequel a 18 anni dall'uscita del film originale nelle sale di tutto il mondo.

Tuttavia, le informazioni su quello che si preannuncia un a dir poco attesissimo sequel sono state tenute ben nascoste sino ad oggi. Almeno fino a quando i produttori Walter F. Parkes e Laurie MacDonald (già produttori esecutivi del Il Gladiatore nel 2000) nel corso del tour promozionale di Men In Black: International, hanno confermato di essre al lavoro sul film.

MacDonald ha dichiarato in merito al sequel:

Stiamo lavorando con Ridley. Ma siamo d'accordo che non andremo avanti se non troveremo un modo legittimo per farlo. Stiamo anche lavorando con uno scrittore straordinario, Peter Craig, per far funzionare la nostra idea.

Parkes ha invece aggiunto:

Racconteremo la storia 30... 25 anni dopo.

Per un po' di tempo si sono rincorse voci secondo cui la trama del nuovo film sarebbe stata centrata su Lucio Vero, figlio di Lucilla (interpretato da Connie Nielson nel film originale) e nipote di Commodo (Joacquin Pheonix). Tutto ciò potrebbe avere senso se effettivamente il film farà un salto temporale di oltre due decenni, presentandoci una nuova generazione di personaggi.

Ma cosa ne sarà di Russell Crowe e del suo Massimo Decimo Meridio? Nel 2017, poco dopo l'uscita di Alien: Covenant, Ridley Scott ha rivelato non soltanto di essere entusiasta della possibilità di realizzare un sequel de Il Gladiatore, ma anche di sapere come "riportare in vita" il personaggio di Crowe. Di contro lo stesso Crowe ha manifestato il suo entusiasmo nei confronti del generale Massimo Decimo Meridio da lui interpretato e parlato del suo rapporto con Ridley Scott:

Sul set de Il Gladiatore ho instaurato un rapporto con lui che sarebbe durato per sempre: sembrava di essere in trincea insieme, mettendo gradualmente insieme il film mentre lo realizzavamo. Ridley ha fatto un lavoro epico e magico. Fondamentalmente, il film è un viaggio emozionante e Massimo Decimo Meridio mi ha dato una delle esperienze più gratificanti della mia carriera; non sto dicendo che sia il mio preferito in assoluto, ma l'ho davvero amato.

Il Gladiatore ha vinto numerosi premi: in particolare la pellicola si è aggiudicata ben 5 premi Oscar, tra cui quelli d miglior film e il miglior attore per Crowe. La pellicola ha inoltre vinto il premio come miglior film ai Golden Globe, ai BAFTA e al Producers Guild of America. Senza contare un incasso di ben 460 milioni di dollari in tutto il mondo, che lo ha reso il quarto film campione di incassi del 2000 in USA.

Non ci resta che attendere per scoprire nuovi dettagli ufficiali su un sequel che si preannuncia a dir poco molto atteso. 

E voi cosa ne pensate del ritorno del Gladiatore? 

Via: Heyuguys

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.