FOX

Love, Antosha: il trailer del toccante documentario dedicato ad Anton Yelchin

di - | aggiornato

Il documentario Love, Antosha getta un nuovo sguardo sulla vita di Anton Yelchin, scomparso il 19 giugno 2016 in seguito ad un banale incidente. L'attore era noto per il ruolo di Pavel Chekov in Star Trek.

19 condivisioni 0 commenti

Condividi

Un nuovo documentario offre uno sguardo rivelatore sulla vita di Anton Yelchin, attore sovietico naturalizzato statunitense e noto soprattutto per il ruolo di Pavel Chekov in Star Trek, e sulle molte passioni che lo hanno reso quello che era. Il titolo è Love, Antosha e a dirigerlo è il montatore Garret Price, alla sua prima esperienza come regista.

Proiettato lo scorso 11 giugno durante il Biografilm Festival, il documentario in Italia non ha ancora una data di rilascio, mentre negli Stati Uniti la sua uscita è prevista per 2 agosto 2019.

Come possiamo vedere nel trailer che troviamo all'inizio di questo articolo, Love, Antosha esplora soprattutto il rapporto tra Yelchin e il suo mestiere di attore, raccontato attraverso le sue stesse parole mentre sullo schermo scorrono immagini della sua infanzia:

Il brivido di girare un film, studiare il personaggio e lavorare con le persone che rispetti e ammiri è di gran lunga superiore a qualsiasi altra cosa.

Si passa quindi a ricordare la sua morte, avvenuta a soli 27 anni il 19 giugno 2016, mentre i suoi colleghi di lavoro condividono aneddoti su di lui.

Il poster di Love, AntoshaLurker

Tra le star intervistate compaiono inoltre Kristen Stewart (che confessa che da adolescente l'attore le spezzò il cuore), Willem Dafoe e Chris Pine (che ha condiviso con Yelchin il set di Star Trek). Questi ultimi tracciano il ritratto di una persona equilibrata che ha esplorato molteplici forme di espressione creativa, dalla recitazione alla musica passando anche per la fotografia (i suoi lavori sono stati raccolti in una mostra fotografica esposta alla Other Gallery di Los Angeles).

Un mezzo primo piano di Anton YelchinHDGetty Images

Di Love, Antosha vi avevamo già parlato: l'idea iniziale dei genitori dell'attore era quella di realizzare un documentario affidando la regia a qualcuno che conoscesse bene Yelchin. La scelta era ricaduta quindi sul regista Drake Doremus (Equals e Zoe), il quale ha però rifiutato sentendosi troppo coinvolto e ha suggerito invece il nome di Garret Price.

In precedenza avevamo inoltre appreso le dichiarazioni commosse di Irina Grigor'evna Korina, madre del ragazzo:

Avrebbe amato il mondo in cui viene raccontata la storia, come spazia da un argomento all'altro e come scorre. Non avrebbe amato il fatto che abbiamo realizzato questo film... Ma il risultato, di quello sarebbe stato molto fiero.

La morte di Yelchin

Il corpo senza vita di Yelchin venne ritrovato sul vialetto della sua villa in California, incastrato tra la sua automobile e una cassetta della posta in mattoni. Come si è appreso già allora l'attore è morto per una tragica fatalità: è stato infatti schiacciato dal suo stesso suv, una Jeep Grand Cherokee.

La morte di Yelchin è stato di certo un duro colpo per i suoi fan in rapida crescita, che lo avevano visto maturare dal ragazzo di talento che nel 2001 aveva interpretato Cuori in Altantide alla giovane promessa di Star Trek. Il suo ultimo film è We Don't Belong Here di Peer Pedersen.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.