FoxLife   

Greg Germann: "Un reboot di Ally McBeal? Non credo si possa fare"

di - | aggiornato

Ally McBeal è terminato nel 2002, ma potrebbe tornare sul piccolo schermo? Ne parla Greg Germann.

Greg Germann al Festival della Televisione di Montecarlo Getty Images

2 condivisioni 0 commenti

Condividi

Prima di diventare il dottor Tom Koracick, grande protagonista di questa passata stagione di Grey's Anatomy e successivamente e Ade, signore degli Inferi in C'era una volta, Greg Germann è meglio conosciuto per il ruolo dell'avvocato Richard Fish in Ally McBeal.

Il legal drama è andato in onda dal 1997 al 2002, ed è fin da subito diventato un successo tra critica e pubblico. La storia è incentrata sulla protagonista Ally McBeal, giovane avvocatessa (Calista Flockhart) che lavora nello studio legale di Cage & Fish di Boston. In questo contesto si intrecciano le attività in tribunale e gli sviluppi amorosi che interesseranno la sua vita e quella degli altri personaggi. La particolarità della serie sta nelle fantasie di Ally che prendono vita sullo schermo dando il via a diverse situazioni tragicomiche. Il tutto contornato da una colonna sonora iconica.

Può una serie così popolare (soprattutto per via del suo umorismo non-sense) tornare in televisione sotto forma di reboot?

Secondo Greg, non è proprio il caso. A Digital Spy, l'attore ha dichiarato:

Non riesco a immaginare che ci possa essere. È una serie perfetta così. 

Inoltre, Greg crede che in ogni caso il creatore della serie originale, David E Kelley, dovrebbe essere coinvolto in un possibile sviluppo. In effetti è stato proprio lui a parlare di un potenziale reboot, avanzando l'ipotesi di una showrunner donna. Il ritorno di Ally McBeal però non si traduce in una cosa positiva per il personaggio di Richard Fish, come spiega con una sottile ironia l'attore:

I protagonisti di Ally McBealGetty Images

Immagino che si troverebbe in prigione per tutti i crimini di molestie sessuali, e sarebbe interessante. Non so se sia divertente, ma sono sicuro che troveremo un po' di umorismo in qualche modo.

Come giustamente sottolinea, oggi Ally McBeal non sarebbe la classica serie che abbiamo visto fino a 17 anni fa. Con il movimento femminista #MeToo, nato per raccontare e denunciare i casi di molestie e abusi sessuali, non ci troveremo davanti a un umorismo demenziale, bensì un dark humour che potrebbe infastidire il pubblico.

Al momento Greg non sembra pensare ad Ally McBeal e guarda al futuro. Di recente è stato promosso al cast principale di Grey's Anatomy 16 e nella prossima stagione il suo personaggio si troverà forse coinvolto in un triangolo amoroso con Teddy e Owen.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.