FoxCrime

Annette Bening in trattative per Death on the Nile

di - | aggiornato

Annette Bening è in trattative per unirsi al cast di Death on the Nile, adattamento del romanzo Poirot sul Nilo. Come già accaduto con Assassinio sull'Orient Express, la regia sarà affidata a Kenneth Branagh, di nuovo nei panni di Hercule Poirot.

Un mezzo primo piano di Annette Bening al Museum of the Movie Image Getty Images

1 commento

Condividi

Nuovi ed eccitanti impegni in vista per Annette Bening? Come riporta Deadline, l'attrice statunitense sarebbe infatti in trattative per unirsi al cast di Death on the Nile, il nuovo progetto di 20th Century Fox, nel ruolo di Euphemia.

Se l'accordo si chiude, sul set di questo nuovo adattamento del romanzo di Agatha Christie Poirot sul Nilo, già trasposto sul grande schermo da John Guillermin nel lontano 1978 (Assassinio sul Nilo con protagonista Peter Ustinov), la Bening troverebbe ad attenderla Gal Gadot, Armie Hammer, Tom Bateman e Letitia Wright. 

Come già avvenuto con il precedente Assassinio sull'Orient Express, la regia sarà invece affidata a Kenneth Branagh (attualmente impegnato anche con Tenet, il nuovo progetto di Christopher Nolan), che riprenderà anche i panni del detective Hercule Poirot. Secondo quanto riportato dallo stesso Deadline, l'uscita di Death on the Nile è fissata negli USA per il 9 ottobre 2020, ma per conoscere la data di rilascio nelle sale italiane è ovviamente ancora troppo presto.

Cosa sappiamo di Death on the Nile?

Chi ha letto l'omonimo romanzo di Agatha Christie pubblicato nel 1937 conoscerà già la trama: Linnet Ridgeway, una ricca ereditiera, si trova in luna di miele con il marito Simon Doyle. Durante una crociera sul Nilo, i due s'imbattono nel detective Hercule Poirot. Quello che i due sposini ancora non sanno è che a bordo del Karnak c'è anche Jackie, una donna assetata di vendetta nei confronti della coppia. Quando una notte Linnet viene freddata da un colpo di pistola, tutti gli indizi sembrerebbero indicare in Jackie la responsabile dell'omicidio...

Michael Green sta già lavorando alla sceneggiatura di questo nuovo episodio nato dalla penna della celebre autrice britannica. Death on the Nile segna quindi innanzitutto il prosieguo della collaborazione tra Green e Branagh, già vista in Assassinio sull'Orient Express, che potrebbe portare forse ad un nuovo e interessante inquadramento del personaggio di Poirot. Proprio in occasione dell'uscita del primo film, il regista, intervistato da Deadline, aveva infatti speso parole di lode nei confronti dello sceneggiatore insistendo particolarmente sul suo contributo artistico:

Poirot è una persona la cui indole ossessivo-compulsiva è molto espressiva…Ciò che Michael Green ha fatto nella sceneggiatura è stato presentare un Poirot più intimo e, allo stesso tempo, più malinconico, solitario e isolato.

Tornando a Death on the Nile, sappiamo che Steve Asbell si occuperà di supervisionare il progetto per Fox. Nella produzione risultano coinvolti inoltre Judy Hofflund, Simon Kinberg, Ridley Scott, Kevin Walsh e Mark Gordon.

Per il momento non c'è altro, ma seguiremo naturalmente tutti gli eventuali sviluppi.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.