FoxCrime

NOS4A2 - Ritorno a Christmasland: recensione del romanzo di Joe Hill

di - | aggiornato

NOS4A2 - Ritorno a Christmasland è un romanzo avvincente, pieno di tensione e di personaggi destinati a lasciare il segno. L'ha scritto Joe Hill, il figlio di Stephen King. E si vede... Ecco la recensione del romanzo.

NOS4A2 - Ritorno a Christmasland Sperling & Kupfer

44 condivisioni 0 commenti

Condividi

Ho iniziato a leggere Stephen King quando non avrei dovuto: ero solo una ragazzina e mi spaventavo moltissimo.

Posso solo provare a immaginare cosa provasse uno dei suoi figli, Joseph, cresciuto in casa del Re dell'Horror e destinato a diventare uno scrittore.

Chiamarsi King e scrivere comporta una grande, enorme responsabilità. Ecco perché Joseph Hillstrom King pubblica con il nome di Joe Hill, pur rimanendo saldamente ancorato alle proprie radici e dando a uno dei personaggi il nome di sua madre, Tabitha King.

Ciononostante, è impossibile non riconoscere le influenze del padre sul suo stile, sul suo modo di descrivere i bambini e la loro immaginazione, le loro paure e i loro sogni.

NOS4A2 - Ritorno a Christmasland è un romanzo molto più avventuroso che spaventoso: ci immerge in quella che la maggior parte della gente considera la più magica atmosfera di sempre, l'atmosfera natalizia, e se ne serve per raccontarci come un essere malvagio la sfrutti per attirare bambini innocenti e trasformarli in qualcosa di diverso.

Avvincente, con pochi personaggi ben delineati e carico di tensione, questo romanzo vi farà tornare indietro nel tempo, ripensando alla vostra infanzia. E al tempo stesso, se siete abbastanza grandi da avere figli, vi ricorderà quali sono i vostri incubi peggiori. E quanto sareste disposti a fare pur di sconfiggerli.

NOS4A2 - Ritorno a ChristmaslandSperling &
NOS4A2 - Ritorno a Christmasland: il romanzo di Joe Hill

Trama

Victoria McQueen ha sempre avuto un dono: per qualche misterioso motivo, poteva recarsi dove doveva essere in un batter d'occhio. Le bastava pedalare sulla sua bicicletta per arrivare esattamente nel posto e nel momento in cui si sarebbe dovuta trovare, ritrovando oggetti smarriti e luoghi perduti.

Quando si trova sulla strada di Charles Talent Manx, Vic McQueen scoprirà che la sua vita è destinata a cambiare per sempre. Charlie è un mostro: a bordo della sua Rolls-Royce chiamata NOSF4A2 rapisce bambini innocenti per portarli nel luogo alternativo - che chiama Christmasland - in cui il Natale diventa una festa di sangue e violenza.

Vic riesce a sfuggire a Charlie ma, molti anni dopo, quando sarà diventata mamma di Wayne, i loro destini si incroceranno di nuovo. E Vic dovrà fare appello a tutto il suo coraggio per affrontare una volta per tutte il nemico che la tormenta da sempre...

Una storia d'amore, coraggio e sacrificio

Ora che NOS4A2 è diventato una serie TV, disponibile su Amazon Prime Video, molti fan della TV si sono precipitati a leggere il romanzo per conoscere la storia che vedranno sul piccolo schermo.

E spero che giungeranno alla mia stessa conclusione: questa è una storia perfetta per un serie. 

Una storia che ricorda le avventure dei ragazzini di It, per quanto è ben immersa in un'atmosfera che ti cattura senza lasciarti più.

Ti sembra di vederla, Christmasland. Di percepire l'odore della neve e di udire il suono delle giostre.

Le descrizioni sono dettagliate ma mai noiose, e la curiosità per la storia di Vic - che si muove attraverso passato, presente e futuro - cresce pagina dopo pagina.

Ecco perché chiunque abbia letto il romanzo, in qualche modo, si ritrova nelle prime immagini della serie: difficile non condividerne la visione. Perché Joe Hill ci racconta esattamente ciò che vuole che vediamo con gli occhi della nostra mente.

Charlie Manx è uno di quei personaggi destinati a entrare nella leggenda, ancora prima di arrivare sullo schermo.

E Victoria McQueen è l'eroina ideale: per anni ha scelto d'ignorare la propria storia, rinnegando perfino la propria natura. Ma al momento giusto, sceglie di affrontare la paura e s'imbarca in un'avventura che potrebbe costarle tutto... Ma non importa: suo figlio, il suo tutto, la chiama. Ha bisogno di lei. E Vic non si tirerà indietro.

Ci sono molti elementi vincenti in questo romanzo, a cominciare appunto dalla scelta della protagonista e del suo antagonista, il cattivissimo Charles Talent Manx.

Ma c'è anche molto altro: fare di NOS4A2, un'auto, un vero e proprio personaggio (una macchina infernale che ricorda tanto la Christine di Stephen King), una mostruosa creature pensante, contribuisce ad aumentare la tensione nei momenti che la vedono al centro dell'azione... O meglio del terrore che incute.

NOS4A2 è un romanzo che parla di amore e sacrificio, di redenzione e di coraggio.

Affrontare i propri demoni richiede grande determinazione, e Vic è la ragazza perfetta per incarnare un valore che, pagina dopo pagina, si sublima nell'idea stessa di amore: l'amore di una madre, di una donna, di una compagna che è pronta a tutto pur di salvare le persone che ama.

Perché il vero amore, quello con la "A" maiuscola, si compie solo nel sacrificio. Solo quando si dimostra di essere pronti perfino a giocarsi la vita in nome dell'amore per un altro.

NOS4A2 - Ritorno a Christmasland vi terrà incollati alle sue pagine, mentre vi prende per mano e vi trascina in un incubo sempre più cupo ma anche pieno di speranza.

La speranza di scoprire che quell'amore, per una volta, salverà il mondo... Ma a quale prezzo?

Lo scrittore Joe Hill, figlio di Stephen KingHDGetty Images
Lo scrittore Joe Hill, figlio di Stephen King

Mentre vi preparate a indovinare se sarà così, o se le cose andranno diversamente - spiazzandovi - incontrerete un mondo fantastico.

Un mondo in cui il soprannaturale s'inserisce in maniera così fluida da non costringervi più a riflettere sul suo confine con il naturale: tutto fila liscio, perfettamente orchestrato, spingendovi a credere che gli eventi narrati siano coerenti con l'ambientazione e i personaggi.

La sospensione dell'incredulità è talmente istintiva che finirete per costruirvi un'immagine mentale tanto efficace di NOS4A2, Christmasland e Charlie Manx, da pensare di averli incontrati davvero.

Questo avviene solo in un caso: quando lo scrittore è così bravo da prendervi per mano e farvi credere che tutto ciò che vi dice sia vero.

E se sei cresciuto nella casa dell'uomo che ha trasformato un clown nell'incubo ricorrente di ogni bambino, e un'influenza nello spettro dell'estinzione della razza umana, allora sai come farlo. Come far credere ai tuoi lettori di essere il detentore dell'unica, affascinante, irresistibile Verità.

Anche quando si tratta di una verità fatta di viaggi forse immaginari e forse no, di risposte sibilline forse vaghe e forse no, di realtà alternative che in qualche modo contaminano il mondo reale e di mostri che sopravvivono a tutto, perfino alla morte... O forse no.

Voto8,5/10

La sospensione dell'incredulità è talmente istintiva che finirete per costruirvi un'immagine mentale tanto efficace di NOS4A2, Christmasland e Charlie Manx, da pensare di averli incontrati davvero...

Chiara Poli

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.