FOX

Chernobyl, nuovo scudo protettivo e si apre al turismo

di - | aggiornato

Il neo-presidente dell'Ucraina vuole smacchiare l'immagine della zona del disastro.

Il "sarcofago" che protegge il sito del disastro President of the Ukraine Press-Service/Mikhail Palinchak

92 condivisioni 0 commenti

Condividi

L'Ucraina spera di sfruttare ulteriormente il sito del disastro nucleare di Chernobyl come attrazione turistica. Il presidente Volodymyr Zelensky ha firmato un decreto, oltre 30 anni dopo l'esplosione del reattore, e ha annunciato dei piani per rendere la zona e le aree circostanti turistiche.

Nel corso della cerimonia di inaugurazione di un nuovo massiccio scudo protettivo, chiamato New Safe Confinement e potenzialmente in grado di limitare le fughe radioattive per 100 anni, Zelensky ha detto di voler trasformare l'immagine drammatica di Chernobyl in un'opportunità per l'Ucraina. Stando a quanto dichiarato da BBC, la nuova cupola in acciaio sarebbe costata 1,7 miliardi di dollari, è alta 110 metri, lunga 165 e larga 257; il suo peso ammonterebbe a ben 36.200 tonnellate. In merito ai piani per il sito turistico, Zelensky ha affermato:

Dobbiamo dare nuova vita a questa zona dell'Ucraina. Finora, Chernobyl è stata una parte negativa del marchio del Paese. È il momento di cambiare. Creeremo un corridoio verde per i turisti. Chernobyl è un posto unico sul pianeta dove la natura è rinata dopo un enorme disastro causato dall'uomo. Dobbiamo mostrare questo posto al mondo: agli scienziati, agli ecologisti, agli storici e ai turisti.

I progetti per il sito comprendono nuovi corsi d'acqua e posti di blocco nell'area, una migliore copertura della rete telefonica e nuovi percorsi pedonali. Verranno anche eliminate le restrizioni attualmente in vigore sulle riprese e sulle foto.

Il disastro di Chernobyl è stato di recente fonte d'ispirazione per una fantastica miniserie trasmessa su Sky Atlantic. Inoltre, secondo alcune indiscrezioni, la quarta stagione di Stranger Things potrebbe avere a che fare con l'incidente nucleare.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.