FOX  

Legion 3x02, dentro la tana del bianconiglio

di -

Il secondo episodio della terza stagione di Legion riporta la narrazione su binari più canonici, con David impegnato a trovare un modo per cambiare il proprio destino.

Lenny e Switch nella seconda puntata di Legion 3 FOX

4 condivisioni 0 commenti

Condividi

Se la season premiere di settimana scorsa ci aveva mostrato un David all'apparenza tranquillo e in pace con se stesso come forse non avevamo mai visto, la breve chiacchierata che il mutante ha avuto con Syd in questo secondo episodio ha nuovamente cambiato le carte in tavola, scardinando nuovamente ogni sua certezza.

"Chapter 21" ha infatti rivelato quale fosse il piano che quest'ultimo intendeva attuare sfruttando i viaggi nel tempo di Switch. Un piano che prevedeva non di salvare il mondo o di sconfiggere il Signore delle Ombre bensì di viaggiare nel passato unicamente per sistemare il suo rapporto con Syd, dimostrandogli che, in fondo, è una persona buona e meritevole del suo amore.

Purtroppo per lui, la ragazza non è parsa essere del suo stesso avviso, sottolineando come l'unica idea che il mutante abbia avuto per aggiustare le cose sia stata quella di cancellarle la memoria, impedendole di ricordare cosa sia stato capace di farle.

Anche il culto che David ha messo in piedi, a detta di quest'ultimo per aiutare gli emarginati a imparare ad amare se stessi, per la ragazza non è altro che un ulteriore esempio del suo egoismo, una messa in scena per placare il suo animo tormentato e le fastidiose voci nella sua testa.

Syd e David nel secondo episodio della terza stagione di LegionFOX

L'essere respinto da colei che ama non è però stato l'unico intoppo che il figlio di Xavier ha dovuto fronteggiare in questa settimana. Attualmente, il potere di Switch permette infatti solo alla ragazza di viaggiare nel tempo, rendendo impossibile attuare il piano che lo vede tornare in prima persona nel passato.

La frustrazione scaturita dal sopraggiungere di questi due ostacoli ha fatto ancora una volta sprofondare David in una spirale di rabbia e follia, un sentimento che è stato reso molto bene anche visivamente attraverso il passaggio di colore da blu a rosso della droga che viene sintetizzata nel suo covo.

Il nuovo stato d'animo del mutante l'ha subito portato a compiere un'azione non propriamente positiva, ovvero rapire Cary al fine di fargli costruire un marchingegno capace di aumentare la portata dei poteri di Switch. Tutta questa sequenza è stata l'ennesimo, lampante esempio di come Legion riesca a trasformare qualsiasi parte del racconto, anche la più abusata o banale, in un momento unico e affascinante.

Cary nel secondo episodio di LegionHDFOX

Se dalle parole di Cary sembrerebbe che il piano del figlio di Xavier sia ora diventato quello di "salvare il mondo", anche se non è ancora ben chiaro quale sia per lui la minaccia da debellare (il Signore delle Ombre? la Divisione 3? Lo stesso David?), la vicinanza sempre più stretta tra Syd e Farouk sta lentamente portando la ragazza verso il lato oscuro.

Incredula del fatto che il suo ex fidanzato insista a inquadrarsi come vittima delle vicende e non come carnefice, la giovane ha infatti continuato a lasciarsi plagiare dal più malvagio dei mutanti, ormai trasformatosi nel suo maestro e confidente. Quest'ultimo le ha consigliato di utilizzare i sentimenti che David prova verso di lei al fine di raggiungerlo e ucciderlo, spronandola a ricorre senza rimorsi anche alla menzogna se necessario. Un'arte, quella di mentire, di cui Farouk si considera un grande esperto e che è pronto a insegnarle personalmente.

Per scoprire quale sarà la prossima mossa di David non vi resta che sintonizzarvi mercoledì 17 luglio alle ore 21 su FOX e gustarvi il nuovo episodio di Legion, come sempre in prima visione assoluta.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.