FOX

Robert Downey Jr. prende le distanze da Iron Man: 'Io non sono il mio lavoro'

di - | aggiornato

La vita dopo Tony Stark? Diversa ma non impossibile. Robert Downey Jr. ha discusso del suo futuro come attore dopo Avengers: Endgame.

51 condivisioni 0 commenti

Condividi

Per un attore è sempre un po' difficile staccarsi dal personaggio che l'ha reso un'icona. Che sia al cinema o in TV, sono tantissimi gli interpreti che hanno dovuto dire addio ad una carriera brillante o hanno dovuto faticare più del normale per essere ricordati al di là di un solo personaggio.

Il rischio è tanto anche per Robert Downey Jr. La sua carriera è un esempio emblematico di come tutto può cambiare per una scelta: l'attore aveva avuto successo negli anni '90 per poi scomparire del tutto da Hollywood. Quando nel 2008 è riapparso per la prima volta nei panni di Tony Stark... Robert Downey Jr. non è più andato via.

Ad oggi è una delle star più pagate al mondo, nonché una delle più premiate da pubblico e critica. Ma è naturale chiedersi come sarà la sua carriera, adesso che la saga di Avengers è terminata e lui ha tolto gli outfit di Tony Stark e l'armatura di Iron Man.

In una recente videointervista nel programma Off Camera With Sam Jones, l'attore ha riflettuto sui cambiamenti che avverranno adesso nella sua vita e nella sua carriera dopo il mondo Marvel e l'incredibile successo di Iron Man.

Non sono stato ancora costretto ad esplorare le nuove frontiere di quella che è la mia vita personale e creativa dopo questo. È sempre bello essere un passo avanti a quello che stai per essere. [...] È sempre il momento di transizione tra una fase e la successiva che fa crollare le persone.

Robert Downey Jr. sembra sapere esattamente qual è il pericolo dopo un successo così grande in quanto attore. 

C'è sempre una dipendenza su quello che sembra una sicurezza. È la cosa più vicina all'essere un ricco figlio di papà che io sia mai stato.

Come riporta The Hollywood Reporter, durante il periodo Marvel l'attore è stato spesso paragonato al suo personaggio – come se Robert e Tony spesso si mescolassero nella vita pubblica. In merito a questo, l'attore ha dichiarato che creare il personaggio di Stark ed essere immersi nel mondo Marvel in buona compagnia ha fatto sì che ci fossero momenti in cui "il padrone comincia a somigliare al suo cucciolo". Ma...

Non sono il mio lavoro. Non sono quello che ho fatto con quello studio. Non sono il periodo di tempo che ho passato nei panni di quel personaggio. Ed è brutto per il bambino dentro ognuno di noi vuole dire 'saremo sempre in campeggio estivo e ci terremo le mani e canteremo 'Kumbaya''.

Fortunatamente, Robert Downey Jr. ha già una lunga lista di impegni che includono la commedia fantasy The Voyage of Doctor Dolittle, in cui si riunisce al collega Tom Holland, e ovviamente l'attesissimo terzo capitolo di Sherlock Holmes, la cui regia è stata affidata al regista di Rocketman, Dexter Fletcher.

E voi, cosa ne pensate del futuro di Robert Downey Jr.? C'è il pericolo che resti per sempre solo Iron Man?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.