FOX

Game of Thrones: Conleth Hill conferma che Varys ha tentato di uccidere Daenerys

di - | aggiornato

Nel corso del panel finale di Game of Thrones al Comic-Con, l'attore Conleth Hill ha confermato che Varys ha tentato di uccidere Daenerys prima di essere portato via da Verme Grigio.

8 condivisioni 0 commenti

Condividi

Nel corso del panel finale dedicato a Game of Thrones al Comic-Con di San Diego, l'attore Conleth Hill ha confermato un dettaglio legato al suo personaggio, Lord Varys, che non tutti gli spettatori avevano notato.

In apertura all'episodio 5 dell'ultima stagione, il Ragno Tessitore veniva visto in compagnia di una bambina, uno dei suoi "uccelletti", Martha. A quest'ultima, l'eunuco chiedeva se Daenerys avesse mangiato, con la piccola che riferiva che la Madre dei Draghi rifiutava il cibo. Varys rispondeva che "ci riproveremo a cena".

Conleth Hill al Comic-Con 2019 a San Diego per Game of ThronesHDGetty Images
Conleth Hill al Comic-Con di San Diego per il panel di Game of Thrones

Alcuni fan si sono domandati se questo significasse effettivamente che Varys stava tentando di avvelenare Daenerys per evitare la sua presa del trono di spade. Questa teoria, che sembrava in effetti palese nel corso dell'episodio, è stata confermata anche dall'attore stesso.

Interrogato in merito alle reali intenzioni di Varys, dopo che si è reso conto che Daenerys non sarebbe stata la miglior opzione da far sedere sul trono dei Sette Regni, Hill ha spiegato:

Sì, assolutamente sì [voleva avvelenarla, n. d. r.]. È la questione della moneta: quando nasce un Targaryen, cadrà da un lato o dall'altro. Quella di Dany è venuta giù un po' fuori di testa, verso la fine.

Conleth Hill in Game of Thrones 8x05HDHBO
Varys nel momento della sua messa a morte

Resosi conto che la Madre dei Draghi non sarebbe stata una sovrana giusta, ora che al di là del Mare Stretto si è scoperta sola e colpita dalle perdite di Jorah, Missandei e Rhaegal, Varys ha tentato in tutti i modi di fermarla prima che fosse troppo tardi e prima che Approdo del Re pagasse il prezzo delle errate valutazioni dei consiglieri della Regina Targaryen.

Come gli spettatori hanno visto, il suo tradimento gli è costato la vita. Hill ha spiegato:

Penso che Varys sapesse dal molto tempo che sarebbe morto, e quello che il fuoco disse durante il rito compiuto dalla maga [che bruciò i genitali del piccolo Varys, n. d. r.] probabilmente erano le parole che poi Daenerys ha pronunciato durante la sua esecuzione. Penso che fosse ormai inevitabile: sapeva di non poter fare affidamento su Jon Snow o su Tyrion, perché entrambi erano innamorati di Daenerys. L'amore acceca i giudizi delle persone. Varys sapeva di dover provare a fermarla e che probabilmente avrebbe finito con l'essere ucciso. Penso sia stata una grande morte, piena di dignità. Ci sono diversi modi di finire arsi vivi e credo che quello sia stato uno dei migliori.

La serie Game of Thrones ha in effetti sempre fatto riferimento al veleno come "un'arma da donne o da eunuchi". Legittimo aspettarsi che Varys se ne servisse per provare ad arrivare al suo obiettivo.

Conleth Hill in Game of Thrones 8x05HDHBO
La piccola Martha riferisce a Varys che Daenerys rifiuta il cibo (avvelenato)

In precedenza, Hill si era detto molto colpito dalla morte del suo personaggio: pur comprendendone il percorso da un punto di vista narrativo, si era sentito abbattuto come attore, come se avesse fatto qualcosa di sbagliato o non fosse stato all'altezza del ruolo, finendo così con il non arrivare vivo fino all'ultimo episodio. Con il tempo, per fortuna, l'artista ha iniziato a vedere la cosa in modo meno personale e ha apprezzato il tentativo (eroico e un po' suicida) di Varys di salvare i cittadini di Approdo del Re prima che fosse troppo tardi.

Game of Thrones è andato in onda in otto stagioni dal 2011 al 2019. A dicembre, arriverà anche in Italia lo speciale cofanetto che includerà tutti gli episodi e i dietro le quinte della produzione HBO – sia in confezione standard che in una pregiata edizione per collezionisti.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.