FoxComedy

Dacre Montgomery e il suo sogno divenuto realtà: 'Mi avevano detto che non ce l'avrei mai fatta'

di - | aggiornato

Dacre Montgomery, star di Stranger Things, racconta la sua storia in un post di Instagram, incoraggiando i suoi follower a seguire i propri sogni.

Dacre Montgomery sul tappeto rosso degli MTV Movie Awards Getty Images

242 condivisioni 0 commenti

Condividi

La storia del "brutto anatroccolo che diventa un cigno" è, come direbbe anche la canzone, "storia vecchia quanto il tempo". Eppure, a volte, può sorprendere scoprire che è anche quella di alcune delle celebrità più invidiate di Hollywood.

Ed è anche il caso di Dacre Montgomery, a.k.a. Billy Hargrove, l'affascinante cattivo ragazzo di Stranger Things, che ha condiviso con i suoi follower di Instagram la sua storia, incoraggiando gli utenti a seguire i propri sogni anche quando tutto sembra andare storto.

View this post on Instagram

When I was a kid, I was lost. I had a really tough time in school. I was a big kid who loved drama. I never got passing grades, I wasn’t popular or a gifted sports player. Girls were never interested in me. I suffered from anxiety from a young age. I was distracted and I wasn’t focused. But I had a dream, I was lucky - I knew what I wanted to do. And every night I went home and I focused on THAT. I visualised a future where my dreams became a reality. When I was 15 I failed my high school drama exams. When I was 16 I was told I needed to loose weight. When I was 17 I was told I should go to drama school and train. When I was 18 I was fired from my job. When I was in drama school I was told to leave. When I had a DREAM - I was told it wasn’t achievable. Well, you know what.... I lost weight, I went to drama school and I never stopped wanting it, I never stopped being curious. I never let the failures get me down. Because I believed in myself and I never let anyone tell me otherwise. You can do anything you set your mind to. So, go out there and get it!

A post shared by Dacre Montgomery (@dacremontgomery) on

Quando ero un ragazzino, mi sentivo perso.

Ho passato davvero degli anni difficili a scuola. Ero un ragazzone che adorava recitare.

Non prendevo mai la sufficienza, non ero popolare o portato per lo sport. Le ragazze non si interessavano a me. Soffrivo d'ansia già da piccolo. Ero distratto e non riuscivo a concentrarmi. Ma avevo un sogno, ero fortunato... Sapevo cosa volevo fare. E ogni sera, quando tornavo a casa, focalizzavo la mia attenzione su quello.

Immaginavo un futuro dove i miei sogni divenivano realtà.

Quando avevo 15 anni, non ho passato l'esame di recitazione alle scuole superiori.

Quando avevo 16 anni, mi hanno detto che avrei dovuto perdere peso.

Quando avevo 17 anni, mi hanno detto che avrei dovuto frequentare una scuola di recitazione e allenarmi.

Quando avevo 18 anni, mi hanno licenziato dal mio lavoro.

Quando frequentavo la scuola di recitazione, mi hanno detto che era meglio andar via.

Quando avevo un SOGNO, mi hanno detto che non ce l'avrei mai fatta.

Ma sapete...

Ho perso peso, sono tornato a scuola di recitazione, non ho mai smesso di volerlo. Non ho mai smesso di essere curioso. Non ho lasciato che i fallimenti mi abbattessero. Perché credevo in me stesso e non ho mai lasciato che gli altri mi dicessero altrimenti. Potete farcela, se è quello che volete e vi impegnate per raggiungerlo. Perciò andate lì fuori a prendervi il vostro sogno!

E alla fine il ragazzo ce l'ha fatta davvero a superare i propri limiti, senza mai arrendersi e darsi per vinto, diventando prima uno dei volti dei nuovi Power Rangers nel film del 2017, e poi facendo il suo ingresso nel cast della popolarissima serie Netflix.

Morale della storia? Mai perdersi d'animo, perché i sogni possono davvero diventare realtà.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.