FOX

Avengers: Endgame, il fumettista Dan Slott contro la modalità Uccisione Istantanea di Spider-Man

di - | aggiornato

Spider-Man non dovrebbe uccidere i propri nemici. Di questo ne è sicuro il fumettista Dan Slott, che ha apertamente criticato una scena (e una scelta) di Avengers: Endgame.

Spider-Man attiva la modalità Instant Kill in Avengers: Endgame Marvel Studios

1 condivisione 0 commenti

Condividi

In ottant'anni di Marvel Comics nessuno ha scritto più storie su Spider-Man di Dan Slott. Il noto fumettista statunitense dal 2007 al 2018 si è occupato dei testi della collana Amazing Spider-Man, legandosi indissolubilmente all'iconico supereroe creato nel 1962 da Stan Lee e Steve Ditko.

E proprio Slott non riesce a digerire la versione 'John Wick' di Spider-Man in Avengers: Endgame.

No, Spider-Man non può uccidere

Spider-Man è oggi uno dei personaggi più riconoscibili tra quelli della Casa delle Idee, diventato ancora più popolare grazie alle saghe cinematografiche a lui dedicate. Le versioni su grande schermo dei supereroi (quindi non solo Spider-Man) sono ovviamente ispirate a quelle su carta stampata, ma sono simili, non uguali. Questo perché registi e sceneggiatori spesso decidono di allontanarsi dagli albi a fumetti - senza però grandi stravolgimenti (nella maggior parte dei casi) - per dar vita a storie completamente inedite, condite con visioni personali di figure per molti intoccabili.

È questo anche il caso del Peter Parker interpretato da Tom Holland, apparso già in Captain America: Civil War, Spider-Man: Homecoming, Avengers: Infinity War, Avengers: Endgame e, infine, Spider-Man: Far From Home. L'arrivo del tessiragnatele nella grande famiglia dei Marvel Studios ha messo sul piatto diverse novità: lo stretto rapporto con Tony Stark/Iron Man, l'assenza di Mary Jane Watson e/o Gwen Stacy, costumi hi-tech inediti e relativi poteri, la decisione di non raccontare le origini del personaggio.

Spider-Man con il costume Iron Spider in una scena di Avengers: Infintiy WarHDMarvel Studios
Il costume Iron Spider, una delle creazioni hi-tech di Tony Stark

Seguendo il filone di questa micro-rivoluzione, Spider-Man - grazie al costume Iron Spider gentilmente fornito da Tony Stark - può utilizzare una modalità chiamata Uccisione istantanea, nome che lascia poco spazio all'immaginazione. Tornato in vita in Avengers: Endgame, Peter decide di attivarla durante l'epico scontro con l'esercito di Thanos per mettere al tappeto nel minor tempo possibile i nemici che incontra sul campo di battaglia.

Ma è Spider-Man uno di quei supereroi capace addirittura di uccidere i propri nemici? Secondo Dan Slott no. Anche in situazioni così pericolosamente in bilico (come la battaglia con Thanos e l'orda al suo seguito), Peter Parker - scrive il fumettista in un tweet - non dovrebbe uccidere.

C'è stato solo un momento che non mi è piaciuto in tutto Avengers: Endgame. Peter Parker non dovrebbe uccidere. Nemmeno quando si tratta del malvagio esercito di Thanos di segugi spaziali alieni.

Ma un solo momento su 3 ore e 2 minuti di film non è poi così male :).

Credete anche voi che i fratelli Russo (insieme agli sceneggiatori Markus e McFeely) siano andati un po' oltre proponendo una versione di Spider-Man in grado di togliere la vita ai propri nemici?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.