FOX

Avengers: Infinity War, rivelato il processo dietro le visioni di Doctor Strange

di - | aggiornato

I fratelli Russo, registi degli ultimi due film sugli Avengers, hanno spiegato il funzionamento delle visioni di Doctor Strange quando analizza i milioni di scontri possibili contro Thanos.

25 condivisioni 0 commenti

Condividi

Nonostante siano passati ormai diversi mesi dall'uscita di Avengers: Endgame, capitolo chiave dell'epopea della Infinity Saga del Marvel Cinematic Universe, ci sono ancora tantissimi aspetti che si possono approfondire dell'ultima avventura degli eroi. Per questo motivo nelle ultime settimane i registi Anthony e Joe Russo si sono resi disponibili per rispondere ai mille e più quesiti sui fan, relativi a vari aspetti delle due pellicole in cui Iron Man, Capitan America e compagni hanno affrontato il temibile Thanos. Una delle ultime rivelazioni riguarda Doctor Strange e la sua capacità di vedere il futuro.

In uno dei momenti più iconici di Avengers: infinity War, lo Stregone Supremo si trova ad analizzare tutti i possibili risultati dello scontro con il Titano, pochi attimi prima di affrontarlo direttamente sul suo pianeta natale. Si tratta di una sequenza chiave, poiché è il momento in cui prende il via "l'Endgame", la parte finale dello scontro con il villain che vedrà gli eroi emergere vincitori (sebbene con diversi caduti sul campo) nella pellicola successiva, nonostante le probabilità avverse. Doctor Strange esplora infatti ben 14 milioni e 605 futuri alternativi, trovandone uno solo dove gli eroi riescono a sconfiggere il proprio avversario. Da quel punto in poi le sue azioni servono a indirizzare il corso degli eventi proprio verso quell'unico esito positivo.

Ma esattamente, come funziona questo processo? Come fa Doctor Strange a vedere queste realtà alternative?

Avengers: Infinity War (2018)

Data uscita in Italia: 25 aprile 2018 voto 8

Lo hanno spiegato, come anticipavamo in apertura, i fratelli Russo, registi di entrambe le ultime due pellicole dedicate agli Avengers. In un video, pubblicato il 19 agosto, hanno risposto a tante diverse domande arrivate su Twitter da parte dei fan e tra queste anche una che chiedeva appunto l'esatto funzionamento delle visioni di Doctor Strange. I due hanno raccontato come lo Stregone Supremo ha effettivamente vissuto ognuno di quei futuri alternativi, similmente a quanto accaduto nello scontro con Dormammu nel suo film da solista. Questa la risposta dei due registi:

Anthony: Strange deve sfruttare una quantità di energia immensa per entrare in questo stato, per tutto il tempo in cui è in trance. Come sappiamo dalla sua storia, nel suo film stand-alone Doctor Strange, può rimanere in questo stato per chissà quanto tempo. Potrebbe aver avuto bisogno di una quantità di tempo incredibile per esplorare tutti questi scenari.

Joe: Deve fisicamente analizzare tutti questi scenari e morire in ciascuno di essi e appena prima di morire, deve ricominciare, esattamente come abbiamo visto alla fine di Doctor Strange, e rifarlo da capo, prendendo appunti ogni volta.

Insomma, sembra che pur non invecchiando fisicamente, l'eroe abbia effettivamente vissuto per un tempo lunghissimo, passando attraverso le milioni di iterazioni dello scontro tra gli Avengers e Thanos. Chissà se questo avrà un qualche tipo di rilevanza nel futuro del MCU, magari Doctor Strange in the Multiverse of Madness, in arrivo nel 2021.

Via LRM e CB

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.