FOX

The Calculating Stars è il miglior romanzo del 2019 agli Hugo Awards: tutti i vincitori

di - | aggiornato

Dopo aver vinto il premio Nebula, The Calculating Stars di Mary Robinette Kowal conquista anche il premio Hugo, attestandosi come il romanzo SFF più amato dell'anno 2019.

Un dettaglio della copertina del romanzo vincitore Tor Books

5 condivisioni 0 commenti

Condividi

Il 2019 conferma la tradizione consolidata del genere letterario SFF (science fiction e fantasy, ovvero fantascienza e fantastico): quella della doppietta. La convinzione generale vuole infatti che solo un romanzo davvero forte, distintosi nel corso di un'annata rispetto alla concorrenza per qualità e popolarità, possa mettere a segno la doppietta sogno di ogni scrittore di genere: quella della doppia vittoria ai premi Hugo e Nebula, i più importanti a livello anglofono e internazionale nel settore.

Quest'anno non c'è davvero stata gara: dopo aver trionfato al premio Nebula (assegnato agli scrittori dagli scrittori di categoria ai colleghi) e dopo aver conquistato anche il premio Locus, The Calculating Stars si è imposto anche allo Hugo, quello in cui a votare è il pubblico degli appassionati che partecipano alla World Science Fiction Convention, annuale appuntamento dedicato alla fantascienza letteraria giunto alla sua 77esima edizione.

La copertina di The Calculating StarsTor
The Calculating Stars è il romanzo fantascientifico del 2019

A trionfare a Dublino è stata Mary Robinette Kowal, scrittrice entrata nell'olimpo dei vincitori della doppietta Hugo e Nebula con la sua fatica più recente. 

Chi è Mary Robinette Kowal, la vincitrice del Premio Hugo 2019

Nata nella Carolina del Nord nel 1969, Mary Robinette Kowal non è un nome nuovo per gli amanti del genere fantascientifico, sebbene in Italia sia ancora del sostanzialmente inedita. Entrata nella scuderia di Tor Books, grande editore di riferimento per l'intero comparto statunitense, negli scorsi anni Kowal si è distinta sia per i suoi scritti brevi (come The Lady Astronaut of Mars, già vincitore dello Hugo per il miglior racconto lungo) e per le sue saghe, tra cui spicca Glamourist Histories

Proprio in The Lady Astronaut of Mars nasce il germe di The Calculating Stars, il romanzo che le ha garantito un anno da favola e che dà il via alla sua nuova, acclamata sequenza di romanzi. La serie dovrebbe comporsi di quattro volumi prima di giungere a conclusione. Il primo romanzo è una sorta di versione storica alternativa del film Il diritto di contare. Ambientato nel 1952, il libro tratteggia lo sforzo globale di accelerazione nella conquista dello spazio, dopo che un meteorite ha cancellato la costa orientale degli Stati Uniti, innescando una serie di cambiamenti climatici devastanti. 

Inizialmente impegnate nel garantire alla NASA supporto scientifico e matematico per le missioni, le donne protagoniste del romanzo cominciano a chiedersi perché non possano andare anche loro, in prima persona, alla conquista dello spazio. The Calculating Stars è la storia di un gruppo di donne che lottano contro il pregiudizio dell'epoca, per conquistare le stelle, la libertà e la salvezza del genere umano.

Di un'eventuale edizione italiana non si ha ancora notizia, ma già negli scorsi mesi si era parlato di una serie di offerte da parte dei maggiori editori del comparto per accaparrarsi i diritti della saga. È facile immaginare come la triplice vittoria dei premi Locus, Hugo e Nebula rendano lo sbarco in Italia di Kowal solo una questione di tempo. 

Premio Hugo 2019: tutti i vincitori

Miglior romanzo

The Calculating Stars di Mary Robinette Kowal (Tor)

Miglior novella

Artificial Condition di Martha Wells (Tor.com Publishing)

Miglior novelette

If at First You Don’t Succeed, Try, Try Again di Zen Cho (B&N Sci-Fi and Fantasy Blog)

Miglior storia breve

A Witch’s Guide to Escape: A Practical Compendium of Portal Fantasies di Alix E. Harrow (Apex Magazine)

Miglior serie

Wayfarers di Becky Chambers (Hodder & Stoughton / Harper Voyager)

Miglior progetto correlato al genere

Archive of Our Own, a project of the Organization for Transformative Works

Miglior storia a fumetti

Monstress, Volume 3: Haven (Image Comics)

Miglior rappresentazione drammatica lunga 

Spider-Man: Into the Spider-Verse (Sony)

Miglior rappresentazione drammatica breve 

The Good Place: “Janet(s)" (NBC)

Miglior editor di storie brevi

Gardner Dozois

Miglior editor di romanzi

Navah Wolfe

Miglior artista professionista

Charles Vess

Miglior Semiprozine

Uncanny Magazine - Disabled People Destroy Science Fiction Special Issue

Miglior Fanzine

Lady Business

Miglior Podcast

Our Opinions Are Correct

Miglior scrittore amatoriale

Foz Meadows

Miglior illustratore amatoriale

Likhain (Mia Sereno)

Miglior libro illustrato

The Books of Earthsea: The Complete Illustrated Edition

Premio Lodestar per il miglior romanzo young adult

Children of Blood and Bone di Tomi Adeyemi (Henry Holt / Macmillan Children’s Books)

Premio John W. Campbell per il miglior esordiente

Jeannette Ng

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.