FOX

Semplicemente perfetto: trama e recensione del ritorno di Gaarder

di - | aggiornato

Un addio, forse. Una confessione. Il nuovo libro di Gaarder porta in libreria la storia di un uomo che si prepara a dire addio al mondo, non prima di aver messo su carta le sue riflessioni sulla vita.

Cover di Semplicemente perfetto Longanesi

2 condivisioni 0 commenti

Condividi

L’ultimo libro di Jostein Gaarder, noto per essere l’autore del celebre romanzo Il mondo di Sofia, contiene in poco più di cento pagine riflessioni, racconti, confessioni e paure di un uomo di nome Albert, che però a ben guardare potrebbero essere riflessioni, racconti, confessioni e paure di ognuno di noi.
Gaarder torna in libreria con Semplicemente perfetto, un romanzo che ci riporta la maestria dell’autore nel divulgare riflessioni intense e profonde.

Semplicemente perfetto: trama del romanzo

Cover di Semplicemente perfettoLonganesi

Un flusso di coscienza trasposto su carta, opera di Albert, un uomo che ha appena ricevuto una notizia sconvolgente sulla propria salute. 
E così la mente e la penna vanno ai più vecchi ricordi, a quando Albert, allora diciannovenne, incontrò Eirin all’università, sua compagna di vita ancora trentasette anni dopo. Ma anche ai momenti di debolezza, ai segreti che è giunto il momento di confessare. 
Chiuso nella casa sul lago della famiglia, un luogo ribattezzato La casa delle fate, Albert ripercorre la sua vita, la loro vita e affronta a viso aperto l’oscurità più profonda che gli si prospetta davanti. 
Eirin non è con lui: il fato ha voluto che in quel momento di massima debolezza, lei fosse in Australia per un congresso. 
Quello di Albert è quindi un momento di isolamento totale, che egli si prende consapevolmente per decidere il suo futuro, ma che si trasforma presto in una riflessione più ampia, sul tempo dell’uomo nella vita.

Recensione di Semplicemente perfetto

Semplicemente perfetto è l’ennesima dimostrazione di quanto Gaarder sia in grado di unire riflessione e narrazione, consegnando un romanzo scorrevole, seppur intenso. Al pari de La ragazza delle arance affronta riflessioni sulla condizione umana con una semplicità e una pulizia di linguaggio tali da rendere le più grandi questioni filosofiche assolutamente approcciabili anche a chi è digiuno della materia. 
Attraverso ricordi, confessioni, paure e domande, Gaarder ci guida in un labirinto non sempre coerente – proprio perché assolutamente umano – in un dialogo costante con l’immensità dell’universo.
Sebbene la parte narrativa si faccia via via più sottile, trasformando questo libro in un frammento di pensieri, un vero e proprio diario personale carico di riflessioni, Semplicemente perfetto non è mai, in nessuna riga, pesante. Non si avverte la mancanza di una struttura narrativa articolata, perché le parole di Gaarder riempiono gli spazi, danno il ritmo alla lettura, ma soprattutto toccano l’animo di ogni lettore, mettendolo davanti alla propria paura più grande: perdere tutto, prendere consapevolezza che il tempo in questa vita sta per finire.
Nonostante il tema, tutt’altro che leggero, Semplicemente perfetto lascia dentro, una volta girata l’ultima pagina, un senso di pace e quiete, di totale accettazione.

Insomma, se amate Gaarder o se siete in cerca di un libro un po' più profondo del classico romanzo estivo, Semplicemente perfetto vi aspetta in libreria e non vi deluderà!

Voto9/10

Un romanzo breve che affronta, a partire dalle riflessioni di un uomo, importanti tematiche filosofiche: un libro che colpisce al cuore e risulta scorrevole grazie alla narrazione di Gaarder.

Emanuela Brumana

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.