FOX

Titanic, un nuovo video mostra il relitto in rovina

di - | aggiornato

Una nuova spedizione sottomarina documenta l'avanzato stato di degrado del Titanic: il relitto della nave è vittima della corrosione di sale, acqua e batteri.

110 condivisioni 0 commenti

Condividi

I giorni del Titanic sono contati. Un gruppo di sommozzatori si è immerso a inizio agosto nelle acque dove è stato ritrovato il relitto nel 1985 e ha potuto verificare l’avanzato stato di deterioramento della nave.

Le immersioni sono state condotte dalla società Triton Submarines con lo scopo di girare un documentario. Atlantic Productions vuole mostrare gli effetti della corrosione prodotta dal sale, dall’acqua e dai batteri che mangiano il metallo.

Gli esperti si sono immersi con delle speciali videocamere, che renderanno possibile l'applicazione dei sistemi di tecnologia virtuale per fare delle proiezioni sullo stato futuro della nave. Intanto, appare chiaro che le condizioni del Titanic siano molto precarie.

Patrick Lahey, Presidente e Co-fondatore di Triton Submarines, ha dichiarato: 

La cosa più affascinante è stata vedere come il Titanic viene consumato dall’oceano per tornare alla sua forma elementare, diventando rifugio per un numero notevole di animali. 

Il relitto si trova a circa 370 miglia dall’Isola di Terranova in Canada, dove è stato ritrovato nel 1985 dall’oceanografo Robert Ballard alla profondità di 12500 piedi (3800 metri). Secondo gli esperti, la nave sarà disintegrata in pochi anni. Alcune previsioni sono addirittura più precise e sostengono che la nave sarà completamente distrutta entro il 2030.

Il ponte dove i passeggeri aspettavano di poter salire sulle scialuppe di salvataggio è crollato, mentre l’area del Titanic dove sorgeva la cabina del capitano Edward Smith era già in pessime condizioni da tempo. Una precedente spedizione, infatti, aveva documentato lo stato di dissolvimento della nave.

Il team di Triton Submarines, però, non ha documentato solo le condizioni della nave, ma ha anche onorato le vittime del naufragio del 1912 con una piccola cerimonia sott'acqua. Quella notte tra il 14 e il 15 aprile di più di un secolo fa, infatti, morirono più di 1500 persone.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.