FOX

Terminator: Destino Oscuro, nuovo esplosivo trailer (e James Cameron pensa a una trilogia)

di - | aggiornato

Il giorno del giudizio è stato scongiurato ma Skynet non è stato ancora distrutto!

78 condivisioni 0 commenti

Condividi

In perfetta linea con la frase che accompagna il titolo del film, 20th Century Fox ha pubblicato un nuovo trailer di Terminator: Destino Oscuro, proprio il giorno dopo il giorno del giudizio, inizialmente previsto - e poi scongiurato nel film Terminator 2 - Il giorno del giudizio - per il 29 agosto 1997.

Una data che è stata ricordata da alcuni tweet contenenti l'hashtag #JudgmentDay. Tra i più popolari c'è quello dell'attore Arnold Schwarzenegger, che nella saga di Terminator interpreta il T-800:

Oggi (giorno in cui scriviamo) 30 agosto, quindi, i fan possono assistere al nuovo trailer (in testata a questo articolo) del prossimo capitolo del franchise iniziato nel 1984.

Contrariamente al trailer precedente, questo nuovo filmato offre più spunti di riflessione per quanto riguarda la trama del film.

Il trailer si apre con il brusco incontro tra Sarah Connor (Linda Hamilton) e il personaggio di Grace (Mackenzie Davis); le due donne informano l'un l'altra dei loro passati e, mentre quello di Sarah è già noto ai fan, quello di Grace risulta una novità. Lei fa parte di una nuova specie di ibridi di umani potenziati e ha una missione ben precisa: deve proteggere Dani Ramos (Natalia Reyes). Non si sa nulla di Dani, di quale possa essere il suo destino o del perchè Skynet (l'intelligenza artificiale che dominerà il futuro) gli stia dando la caccia. Si può, però, ipotizzare una storyline simile a quella dei primi due film, dove John Connor - comparato adesso a Dani Ramos - era di vitale importanza per il futuro della resistenza contro Skynet. In una sequenza successiva, infatti Grace dice a Dani "Senti, moriranno tutti se tu non sopravvivi."

Il logo rosso di Skynet, su base nera, composto da tre immagini geometriche che compongono una piramideHDUniversal Pictures
Il logo di Skynet

Il trailer continua con una sequenza incredibile di immagini ad alta densità d'azione e mostra molte delle stupefacenti abilità del nuovo Terminator, composto da metallo liquido (evidente evoluzione del T-1000 visto nel secondo capitolo della saga), interpretato da Gabriel Luna (Ghost Rider nella serie TV Marvel's Agents of S.H.I.E.L.D.). 

Gabriel Luna in una scena di Terminator: Destino Oscuro, vestito con una tuta da militareHDUniversal Pictures
Gabriel Luna in Terminator: Destino Oscuro

Finalmente, dal minuto 2:00, entra in scena l'icona alla quale la saga di Terminator è particolarmente legata, ovvero Arnold Schwarzenegger. L'attore di origini austriache interpreta un nuovo T-800, che si chiama Carl e, a quanto pare, questa macchina sembra essersi adattata alla società umana.

Il fatto che Carl sia un personaggio del tutto nuovo fornisce nuove dinamiche alla coppia - che promette di fare scintille sul grande schermo -  formata con Sarah Connor. Quest'ultima, senza mezzi termini e in linea con il personaggio, si rivolge a Carl dicendo: "Sai, quando avremo finito, io ti ammazzerò."

Questa frase e l'espressione consapevole di Schwarzenegger chiudono questo nuovo entusiasmante trailer. 

Terminator - Destino oscuro (2019)

Data uscita in Italia: 31 ottobre 2019
  • Titolo originale: Terminator: Dark Fate

  • Genere: Avventura, Azione, Fantascienza

  • Nazione: Cina, Stati Uniti d'America

  • Regista: Tim Miller

  • Cast: Arnold Schwarzenegger, Linda Hamilton, Mackenzie Davis, Natalia Reyes, Brett Azar, Gabriel Luna, Diego Boneta, Alicia Borrachero, Steven Cree, Tábata Cerezo, ...

Il ritorno di James Cameron

Terminator: Destino Oscuro segna il ritorno di James Cameron, in veste di produttore, nel franchise fantascientifico. Il regista dei primi due film è stato intervistato dal sito americano Deadline e, sulle condizioni che hanno permesso un suo ritorno, ha detto che quando ha parlato con il fondatore della casa di produzione Skydance Media (la quale possiede i diritti del franchise), David Ellison, questo gli ha confidato che il precedente film, Terminator Genisys, non l'ha soddisfatto e non è andato come avrebbe dovuto. Era, quindi intenzione di Ellison quella di tornare alle origini del franchise con l'uomo che gli ha dato vita: James Cameron.

Cameron ha definito l'idea di Ellison "intrigante" e quindi ha voluto farne parte, progettando una storia semplice da seguire e libera dai vincoli imposti dai film che hanno succeduto Terminator 2 - Il giorno del giudizio del 1991.

Il coinvolgimento di Linda Hamilton e l'idea per una nuova trilogia

Quando David Ellison e James Cameron hanno realizzato che avrebbero dovuto lavorare a un sequel del film del 1991, avevano già assunto il regista di Deadpool, Tim Miller, per girare il sequel di Terminator Genisys e hanno deciso di lasciare in mano a quest'ultimo il nuovo progetto. 

Un meeting dei tre ha portato alla decisione che, se si voleva tornare alle origini del franchise, bisognava rimettere in gioco Sarah Connor.

Queste le parole di James Cameron:

Abbiamo trascorso diverse settimane per capire che tipo di storia volevamo raccontare, in modo tale da avere qualcosa per introdurre Linda [Hamilton]. Ci siamo rimboccati le maniche e abbiamo iniziato a mettere insieme le idee e quando abbiamo trovato l'appiglio [per reintrodurre Sarah Connor n.d.R.] avevamo una storia pensata per un arco di tre film, quindi c'è una grande storia da raccontare. Se siamo fortunati abbastanza da fare buoni incassi con Destino Oscuro, sappiamo esattamente dove possiamo andare [con la storia] nei sequel.

James Cameron era deciso a non ripetere gli errori dei precedenti film di Terminator ai quali non ha lavorato. Il regista ha detto di averli rivisti insieme al suo team e di aver voluto imparare dagli sbagli di quei tre sequel (Terminator 3 - Le macchine ribelli del 2003, Terminator Salvation del 2009 e Terminator Genisys del 2015). Cameron si è soffermato sulla complessità della storia, data dai troppi salti temporali, dicendo che le vicende di Terminator: Destino Oscuro  si svolgeranno in 36 o 48 ore massimo, così come avvenuto nei primi due lungometraggi da lui diretti.

PG-13 vs. Rated R

Non è stato ancora stabilito se Terminator: Destino Oscuro sarà classificato come PG-13 (film visibile con l'accompagnamento dei genitori per i minori di 13 anni) o come R (vietato ai minori di 17 anni). Su questo, James Cameron si è espresso molto chiaramente e ha fornito alcuni dettagli davvero interessanti sulla lavorazione del film.

Un film PG-13 permetterebbe di avere, potenzialmente, un incasso superiore del 25/30% rispetto a un film vietato ai minori, inoltre permetterebbe senza problemi la distribuzione in un paese come la Cina, che notoriamente influisce molto sul box-office di un film e che non accetta contenuti classificati con R.

James Cameron e Paramount Pictures (anch'essa produttrice del progetto) sono d'accordo sul fatto che la classificazione R si addica di più alla natura del franchise Terminator. Ma per motivi di distribuzione, la produzione non avrebbe potuto escludere fin dal principio una versione PG-13.

Così, come racconta Cameron, all'inizio delle riprese gli attori giravano almeno due volte la stessa scena in due versioni differenti, ovvero una con un linguaggio appropriato per la visione PG-13 e una senza filtri.

Ciò, però risultava come un grosso rallentamento per la produzione e allora Cameron - concorde con il resto del team e la produzione - ha fermato tutto dicendo di girare "in modalità" senza filtri. Eventualmente, prendendo spunto dall'esperimento di Deadpool 2, Terminator: Destino Oscuro potrebbe uscire in due versioni (PG-13 e R) a secondo dei paesi in cui verrà distribuito.

Terminator: Destino Oscuro sarà nei cinema statunitensi dal primo novembre 2019, in attesa di una data ufficiale per il mercato italiano.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.