FoxCrime

[Spoiler!]

The Testaments: Margaret Atwood conferma che la serie TV è già in lavorazione

di - | aggiornato

Margaret Atwood conferma che è in lavorazione una serie TV tratta dal suo nuovo romanzo, I testamenti. In quest'ultimo l'autrice canadese torna a raccontare gli orrori della Repubblica di Galaad a più di 15 anni dal finale de Il racconto dell'ancella.

Un mezzobusto di Margaret Atwood Getty Images

4 condivisioni 0 commenti

Condividi

MGM Television e Hulu stanno sviluppando The Testaments, sequel ideale di una delle serie TV più premiate di sempre, The Handmaid's Tale, tratta dal romanzo distopico di Margaret Atwood Il racconto dell'ancella.

Secondo quanto riportato da Deadline, i due marchi starebbero infatti discutendo con lo showrunner Bruce Miller su come il libro in arrivo dell'autrice, I testamenti, possa diventare un'estensione della serie, che nel frattempo è stata rinnovata da Hulu per una quarta stagione.

Il nuovo romanzo, che sarà pubblicato il 10 settembre (in Italia edito da Ponte delle Grazie), riparte da più di quindici dopo dalla scena finale de Il racconto dell'ancella, che vedeva protagonista assoluta Difred, e la narrazione passa attraverso le voci di tre personaggi femminili. 

Lo scorso anno Doubleday e Anchor Books avevano già acquisito i diritti su questo libro, un passaggio che - come scrive Deadline:

È diventato un simbolo del movimento contro Donald Trump, dell'empowerment, della resistenza femminile di fronte alla misoginia e del ripristino dei diritti delle donne in tutto il mondo.

Un mezzo primo piano di Elisabeth Moss osserva una piccola chiave in The Handmaid's TaleHDMGM Television, Gilead Productions, Hulu

Steve Stark, che presiede la produzione televisiva a MGM, è eccitato dall'idea di continuare a lavorare con l'autrice canadese:

Margaret Atwood è un'icona letteraria che continua a deliziare e sfidare i lettori attraverso la sua prosa provocatoria e avvincente. È stata un'incredibile partner creativa e una vera risorsa per MGM durante tutta la produzione di The Handmaid's Tale e non vediamo l'ora di lavorare con lei nel prossimo entusiasmante capitolo della storia.

Dello stesso parere è anche Craig Erwich, Senior Vice President di Hulu:

Margaret Atwood è una delle visionarie narratrici della sua generazione. Dalla sua pluripremiata poesia, ai racconti e ai romanzi, Margaret ha continuamente superato i confini e infranto le barriere per dare vita a storie innovative.

Questo nuovo adattamento segna inoltre la terza collaborazione tra la Atwood e MGM Television che, ha acquisito anche i diritti di Per ultimo il cuore (The Heart Goes Last), altro romanzo dell'autrice che racconta la storia di una giovane coppia segnata dalla perdita del lavoro e dal fallimento nel bel mezzo di un collasso economico nazionale.

Copertina del libro I testamenti di Margaret AtwoodPonte alle Grazie

I testamenti

Il racconto dell'ancella si chiude con una porta sbattuta sul futuro di Difred. Per anni i lettori sono rimasti nel dubbio di cosa ne sarebbe stato di lei... libertà, prigione, morte? Le risposte si trovano nel nuovo romanzo di Margaret Atwood. I testamenti ci ricordano il potere della verità di fronte al male.

Attenzione! Possibili spoiler!

Secondo quanto traspare dalla recensione di Mary Pols pubblicata da People, la vicenda è narrata questa volta dal punto di vista di ben da tre personaggi, uno dei quali lo conosciamo già: Zia Lydia. Quest'ultima racconta la sua storia - di come è stata celebrata con una statua - quella che si trova di fronte all'Ardua Hall - ma anche di come è salita al potere nella Repubblica di Galaad. È infatti lei una delle "Fondatrici", ovvero coloro che hanno stabilito le regole, inclusa l'istituzione di una classe di donne chiamate Ancelle, regolarmente costrette a dare alla luce i figli dei potenti per poi consegnarli alle loro mogli spesso sterili.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.