FoxCrime

Sweetness In The Belly: Dakota Fanning stronca le polemiche sul suo nuovo film

di - | aggiornato

La giovane ma risoluta Dakota Fanning.

L'attrice Dakota Fanning in abito elegante bianco, fotografata sul red carpet Getty Images

0 commenti

Condividi

Il film drammatico Sweetness In the Belly racconta di una bambina cresciuta nel continente africano e poi rifugiata in Inghilterra. La protagonista si chiama Lilly Abdal ed è interpretata dall'attrice americana Dakota Fanning. Dopo che il sito Deadline ha pubblicato il tweet pubblicizzando la prima clip del film, l'attrice è stata attaccata da diversi utenti poiché interpreta una musulmana non essendolo anche nella vita reale.

Qui sotto potete vedere il tweet di Deadline e alcune delle risposte degli utenti indignati:

L'utente @muhammadbutt critica la scelta di casting dell'attrice americana, sostenendo che esistono molte attrici musulmane di talento che avrebbero potuto avere la parte. Come potete vedere, i numerosi punti interrogativi denotano sarcasmo nel chiedere come mai la Fanning interpreti una ragazza etiope.

L'utente @TheAuracl3 gioca con il titolo del film, sottolineando in maniera sarcastica la presenza della Fanning nel cast, paragonandola al latte (per il suo colore della pelle) aggiunto al caffè nero (l'Africa).

Continuando su una linea sarcastica, tipica di chi commenta stando seduto dietro una tastiera, l'utente @anylaurie16 chiede se la Fanning abbia rubato il ruolo a Scarlett Johansson (scrivendo in modo errato il nome di quest'ultima). La domanda fa riferimento a una recente polemica scaturita da alcune dichiarazioni dell'interprete di Black Widow, che sosteneva che un attore o una attrice dovrebbe poter interpretare qualsiasi ruolo e non solo quelli strettamente legati al proprio colore della pelle, alle proprie origini e credo religioso.

La risposta di Dakota Fanning

La risposta dell'attrice protagonista di Sweetness in the Belly non si è fatta attendere. Dakota Fanning ha pubblicato una storia sul proprio Instagram ufficiale, che potete vedere qui sotto nel tweet riportato da Deadline, in cui scrive:

Solo per chiarire. Nel nuovo film di cui faccio parte, Sweetness in the Belly, non interpreto una donna etiope. Interpreto una ragazza britannica abbandonata in Africa dai suoi genitori all'età di sette anni e cresciuta lì come musulmana. Il mio personaggio, Lilly, giunge in Etiopia, dove si ritrova coinvolta nello scoppio della guerra civile. Quindi torna in Inghilterra: un posto dal quale proviene ma che non conosce. Basato sul libro di Camilla Gibb, questo film è stato realizzato in parte in Etiopia, è diretto da un uomo etiope e nel cast figurano molte donne etiopi. Poter raccontare questa storia, è stato un grande privilegio per me. Il film parla del significato della parola casa, per tutte quelle persone che ne sono state allontanate, e delle famiglie e delle comunità che le persone scelgono da cui vengono accolte. Spero che il film vi piaccia, quando potrete vederlo dopo la sua premiere al Toronto International Film Festival!

La risposta di Dakota Fanning mette a tacere ogni polemica e ogni dubbio (si spera) e evidenzia la brutta abitudine delle persone di criticare qualcosa che non conoscono.

Sweetness in the Belly è diretto da Zeresenay Mehari, su una sceneggiatura di Laura Phillips basata sul libro omonimo di Camilla Gibb. Nel cast, oltre a Dakota Fanning (protagonista anche di C'era una volta a... Hollywood), ci sono Yahya Abdul-Mateen II (il villain di Aquaman e prossimo protagonista della serie TV Watchmen), Kunal Nayyar (Raj di The Big Bang Theory), Wunmi Mosaku (Luther), Gavin Drea (Valerian e la città dei mille pianeti), Peter Bankole, Amerjit Deu e Neelam Bakshi.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.