FOX

Dopo l'infarto che gli ha cambiato la vita, Antonio Banderas lascia Hollywood e torna a teatro

di - | aggiornato

In occasione della premiere canadese del film Panama Papers, Antonio Banderas ha annunciato di volersi allontanare da Hollywood per tornare a fare teatro in Spagna.

Una foto di Antonio Banderas Getty Images

1 condivisione 0 commenti

Condividi

Approdato in Canada per partecipare al Toronto International Film Festival in occasione della premiere del film Netflix Panama Papers, Antonio Banderas si è detto pronto ad allontanarsi dai riflettori e dagli ambienti patinati di Hollywood.

Icona del cinema a partire dagli anni Novanta, ha annunciato il momentaneo ritiro dalle scene in seguito ai problemi di salute recentemente affrontati. L'attore spagnolo, in un'intervista concessa a Leggo, ha raccontato di voler prendere le distanze dalla patria del cinema americano e di desiderare un ritorno a teatro, il suo primo amore. "Ho capito che Hollywood non fa per me", ha detto Banderas, che ha spiegato così la scelta di guardare indietro, agli albori della sua carriera:

Il teatro è l’amore della mia vita, per me come una donna che ho trascurato troppo a lungo e ora mi reclama. Il momento più felice della carriera è stato infatti sul palco di Broadway per il musical Nine, ispirato a 8 e 1/2 di Federico Fellini.

Gary Oldman e Antonio Banderas al TIFFHDGetty Images
Antonio Banderas e Gary Oldman, protagonisti di Panama Papers, al Toronto Film Festival

Una decisione a lungo ponderata: due anni fa, dopo l'infarto che ha detto avergli cambiato la vita, ha cominciato a riflettere sulla propria carriera e ha compreso di voler sfruttare il suo talento sul palcoscenico, di fronte a un pubblico in carne e ossa. 

Così l'attore tornerà in Spagna, dove ha comprato il Teatro del Soho Caixabank di Málaga, sua città natale. E proprio lì, il prossimo 14 novembre, debutterà nei panni di protagonista e co-regista nel musical A Chorus Line.

A spingere Banderas a compiere questo passo è stata la volontà di prendere le distanze dall'immagine hollywoodiana dell'eroe action che dice non appartenergli affatto.

Adesso preferisco storie intime europee per smettere di sentirmi come un giocoliere sempre terrorizzato all’idea di far cadere i piatti a terra.

Banderas vuole portare sul palco storie che gli permettano di trasmettere le emozioni che lo hanno travolto dopo la brutta esperienza in ospedale. 

Dopo l’inserimento di tre stent, un’anziana infermiera mi ha detto: 'A breve ti sentirai triste e diventerai più emotivo'. Ho pensato: 'Figurati se cado in depressione proprio ora che mi sono salvato'. Invece aveva ragione e Pedro Almodovar si è accorto subito della mia fragilità sul set di Dolor y gloria e mi ha detto: 'Usa quel dolore, non nasconderlo'.

E ha intenzione di farlo a teatro, dove sa che ritroverà un'atmosfera più intima, che gli permetterà di esprimersi al meglio.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.