FoxComedy

Gli eroi di Hogan: in arrivo il sequel della serie TV anni '60

di - | aggiornato

La serie creata da Al Ruddy e Bernard Fein, che raccontava in chiave ironica la vita in un campo di prigionia nella Seconda guerra mondiale, torna in TV: ecco tutti i dettagli sul progetto, firmato Village Roadshow e Rough Pictures.

Robert Clary, Richard Dawson, Larry Hovis, Bob Crane e Kenneth Washington in una scena della serie CBS Home Entertainment

38 condivisioni 0 commenti

Condividi

Il volto dell'attore Bob Crane è familiare al pubblico televisivo grazie ad una longeva serie TV dal titolo Gli eroi di Hogan, andata in onda negli Stati Uniti su CBS per 168 episodi dal 1965 al 1971.

Non molto popolare in Italia (venne trasmessa su Italia 1 dal 1987 al 1992 e su Rai1 dal 1993 al 1999), questa comedy che raccontava in chiave ironica e con humor demenziale la vita in un campo di prigionia durante la Seconda guerra mondiale, è un classico negli Usa.

Come tante serie iconiche del piccolo schermo, ora il carismatico Colonnello Robert Hogan e gli altri personaggi dello show sono pronti a tornare. Come reso noto da Deadline, Village Roadshow e Rough Pictures sono al lavoro su un sequel di Hogan's Heroes (questo il titolo originale), che sarà realizzato da Al Ruddy, il creatore dello show con Bernard Fein.

Il sequel de Gli eroi di Hogan è descritto come una sit-com action adventure ambientata al giorno d'oggi e dall'approccio single-camera (ovvero caratterizzata da una singola macchina da presa che si sposta nello spazio dell'azione), che narra le vicissitudini di figli e nipoti degli eroi dell'originale, ora sparsi in tutto il mondo e che si uniscono per una caccia al tesoro globale.

Gli eroi di Hogan aveva per protagonisti un gruppo di soldati statunitensi (oltre a Crane, gli altri erano interpretati da Robert Clary, Richard Dawson, Larry Hovis e Kenneth Washington) catturati ed imprigionati nello Stalag 13, uno dei più temuti lager nazisti.

Guidati dal Colonnello Hogan, i militari non vengono torturati né maltrattati, anzi: vista l'incapacità dei carcerieri tedeschi, comandati dal colonnello Oberst Wilhelm Klink (Werner Klemperer) e dal sergente Hans Schultz (John Banner), i soldati si godono ogni comfort e compiono indisturbati varie azioni di spionaggio e sabotaggio contro gli imbranati aguzzini nazi.

Dopo la fine della serie, Bob Crane ebbe una storia incredibile: sviluppò una dipendenza compulsiva dal sesso con l'amico John Carpenter (raccontata da Paul Schrader nel film Auto Focus con Greg Kinnear e Willem Dafoe), che lo condusse ad essere ucciso con un treppiede per macchine fotografiche.

View this post on Instagram

#hogansheroescast 💕

A post shared by Hogan's Heroes (@hogansheroesofficial) on

Al Ruddy, produttore di film di successo come Il Padrino e Million Dollar Baby ma lontano dallo schermo dai tempi della commedia sportiva Cloud 9 con il compianto Burt Reynolds, sarà anche produttore esecutivo del sequel con Danny McBride, David Gordon Green, Jody Hill e Brandon James per Rough House Pictures.

Tra umorismo, realtà e messaggi politici, Gli eroi di Hogan è stata, al pari di M.A.S.H. e della recente Catch-22, una delle serie TV più brillanti e meglio riuscite sulla guerra e le sue assurdità. Questo sequel riuscirà ad essere all'altezza dell'originale?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.