FOX

GoT agli Emmy 2019: la reunion, i commenti sul finale e il record di Peter Dinklage

di - | aggiornato

Il lungo viaggio di Game of Thrones è davvero arrivato alla fine. Con la vittoria della serie e di Peter Dinklage agli Emmy 2019 cala il sipario su un'avventura durata 10 anni.

Il cast di Game of Thrones agli Emmy 2019 Getty Images

16 condivisioni 0 commenti

Condividi

Adesso è davvero finita. La vittoria per la Migliore serie drammatica di Game of Thrones agli Emmy 2019 mette il sigillo a un'avventura durata 10 anni e conclude il lungo viaggio di una produzione che (al netto delle polemiche) ha scritto la storia della TV.

Come il controverso finale, anche l'ultima volta sul palco del Microsoft Theater di Hollywood è stata agrodolce ed è stata caratterizzata dalla reunion del cast (documentata da Alfie Allen in una storia su Instagram) e da una serie di commenti più o meno emozionati e nostalgici da parte dei protagonisti. 

Alfie Allen: reunion GoTAlfie Allen on Instagram
La reunion di GoT documentata da Alfie Allen

Inevitabilmente, gran parte dei discorsi ha avuto per argomento la stagione conclusiva e l'ultimo episodio.

Come riporta Deadline, Nicolaj Coster-Waldau ha rivelato che la reazione non propriamente entusiasta (...) dei fan è stata destabilizzante:

Penso che molte persone che hanno lavorato alla serie siano rimaste shockate dalla protesta. [La crew si chiedeva, n.d.r.]: 'Perché Game of Thrones non piace più?'

Dopo la messa in onda del finale, l'attore danese non ha esitato a rispondere per le rime ai detrattori. Ma sul red carpet degli Emmy ha ammesso di comprendere (almeno in parte) la feroce levata di scudi degli appassionati:

Le persone amavano tanto la serie e ci avevano investito molto.

Nicolaj ha anche difeso (ancora una volta) la scelta di David Benioff e D.B. Weiss per Jaime e Cersei:

Per me ha avuto senso. È stato bellissimo. Ho amato che tutti odiassero Cersei. Ovviamente, per una buona ragione. Ha fatto cose davvero discutibili. Ma amo che la serie abbia ottenuto questo risultato. D'altra parte, alla fine, è impossibile non provare pena per lei ed empatia non solo perché ha paura di morire, ma anche perché porta in grembo suo figlio. È una cosa molto umana. Certo, Il trono di spade parla di re, regine, cavalieri e tutte queste cose. Ma in sostanza si tratta di esseri umani che cercano di cavarsela. Parla delle cose più importanti per tutti noi: la famiglia, le persone che amiamo e alle quali teniamo. E in quella scena ci sono tutte.

E ha sottolineato l'impegno e la dedizione di tutti per fare qualcosa di memorabile:

Ci siamo fatti il c***. Abbiamo dato il meglio. Sarebbe meraviglioso se tutti pensassero che [il finale, n.d.r.] è grandioso, ma non accade mai...

Nicolaj Coster-Waldau con il resto del cast di GoTHDGetty Images
Nicolaj Coster-Waldau con il resto del cast di GoT agli Emmy 2019

Come scrive Variety, Emilia Clarke ha fatto eco alle parole del collega, osservando che la reazione (molto) arrabbiata dei fan in un certo senso è un titolo di merito:

Sapete una cosa? Quello che è accaduto è stato profondamente lusinghiero. Il fatto che a qualcuno importi così tanto da discutere così accanitamente su cosa sarebbe dovuto accadere ai personaggi e come avrebbe dovuto finire la storia è qualcosa che fa enormemente piacere. Dimostra quanto tutti abbiano amato Game of Thrones.

Anche Kit Harington ha parlato degli ultimi episodi, rivelando di non averli guardati (!), ma di sapere bene cosa è costato realizzarli:

Non ho visto l'ultima stagione, ma so cosa ha significato girarla. È stato difficile e tutti ci hanno messo fatica e passione. Sapevamo di stare facendo la cosa giusta, riguardo alla storia. Sapevamo che era giusto per i personaggi, perché li conoscevamo da 10 anni. La controversia che è seguita al finale non ha davvero avuto effetto su di noi.

Kit Harington agli Emmy 2019HDGetty Images
Kit Harington sul red carpet degli Emmy 2019

In occasione degli Emmy 2019, hanno (finalmente) parlato del finale anche David Benioff e D.B. Weiss. Come scrivono Variety e Deadline, i due sceneggiatori hanno dichiarato che la serie è finita come doveva:

Alla fine, Bran sarebbe sempre stato re.

Gli showrunner si sono mostrati fatalisti:

Non sta davvero a noi decidere come si sentono le persone riguardo al finale. Speriamo che lo (ri)guardino e lo apprezzino in futuro. Non c'è modo di saperlo. Il panorama televisivo cambia rapidamente. Sta cambiando anche adesso, mentre siamo qui. È davvero gratificante avere raggiunto tante persone. Speriamo che le nuove generazioni guardino [la serie, n.d.r.] quando avranno l'età per farlo.

Benioff e Weiss hanno ringraziato con emozione tutte le persone che hanno contribuito a rendere Game of Thrones un fenomeno mondiale (scherzando anche sul fatto che sono sopravvissute alle oltre 50 notti di riprese per The Long Night):

Questi ultimi 10 anni sono stati i migliori della nostra vita e di tutti coloro che hanno lavorato alla serie. Non riusciamo a credere che ce l'abbiamo fatta, l'abbiamo finita e non ci vedremo più.

Peter Dinklage agli EmmyHDGetty Images
Peter Dinklage con il quarto Emmy vinto per Game of Thrones

L'ultima volta di Game of Thrones agli Emmy è stata segnata anche dalla vittoria di Peter Dinklage nella categoria Migliore attore non protagonista in una serie drammatica.

Come ricorda E! News, per l'(indimenticabile) alter ego di Tyrion Lannister si tratta di un vero e proprio record. L'attore è stato nominato per tutte le stagioni della serie e ha conquistato la statuetta nella prima, nella quinta e nella settima.

Ma nonostante l'"esperienza", Peter non ha potuto nascondere l'emozione per l'ultima (in tutti i sensi) vittoria:

Sono stati 10 anni della mia vita. Molti di noi hanno avuto dei figli. Altri erano bambini, quando hanno iniziato. Ma ora siamo adulti meravigliosi, come Conleth [Hill, n.d.r.].

L'attore ha detto di essere fortunato di fare parte di una simile comunità, "che non è altro che tolleranza e diversità, perché in nessuno altro posto starei su un simile palco". E ha fatto una vera e propria dichiarazione di amore a Benioff e Weiss:

Non abbiamo fatto altro che sudare. Non abbiamo fatto altro che ridere. Dave e Dan, siamo letteralmente passati attraverso il ghiaccio e il fuoco per voi. E io lo rifarei subito.

E polemiche o no, anche i fan.

Ma adesso è davvero finita...

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.