FOX

Da Monster a Non succede, ma se succede...: 10 volte che Charlize Theron ci ha sorpreso con ruoli inaspettati

di -

Bellissima e versatile, capace di passare dalla commedia all'action più sfrenato, l'attrice sudafricana ha ormai all'attivo più di 40 film e la vedremo presto in Non succede, ma se succede...: ecco i suoi ruoli indimenticabili.

Un primo piano di Charlize Theron nel film Non succede, ma se succede... 01Distribution

5 condivisioni 0 commenti

Condividi

Quanto sono lontani i tempi del conturbante spot pubblicitario di Martini che l'ha resa famosa. Da allora, Charlize Theron ne ha fatta di strada.

Ha ricevuto il plauso del pubblico e della critica, ha vinto un Oscar e un Golden Globe, si è conquistata un posto fra le attrici più pagate di Hollywood, quasi quanto i suoi colleghi uomini. Senza considerare che, arrivata al traguardo dei 44 anni e mamma di due bambini (adottati entrambi da madre single), resta una delle donne più belle del mondo.

Il pubblico italiano potrà ammirarla dal 10 ottobre 2019 nell'ennesima performance da urlo della sua ormai ventennale carriera: l'attrice sarà protagonista di Non succede, ma se succede... (in originale Long Shot), nel quale forma una strana coppia con il simpatico Seth Rogen.

Nella commedia di Jonathan Levine, presentata in anteprima al South by Southwest e applaudita dalla critica statunitense, la Theron interpreta Charlotte Field, una delle donne più influenti del mondo: ovvero il Segretario di Stato degli Stati Uniti d'America e candidata alla Casa Bianca.

Un primo piano di Charlize TheronHD01Distribution
Il Segretario di Stato... Charlize Theron

Quando il giornalista indipendente e pasticcione Fred Flarsky (Rogen) diventa il suo ghost writer, cominciano i guai. Charlotte è stata infatti la sua babysitter nonché la sua prima cotta e il reporter imbranato ma dal cuore d'oro, oltre che accompagnarla in giro per il mondo, le farà tornare una certa nostalgia per l'idealismo che la caratterizzava da ragazza.

Una divertente satira al vetriolo dell'attuale amministrazione Trump che dimostra ancora una volta la versatilità di un'attrice come la Theron, capace di cambiare stile e registro ad ogni nuovo progetto. Per prepararci a godere di quest'ennesima performance, ecco una piccola guida alle sue 10 migliori interpretazioni, grazie alle quali ci ha sorpreso con personaggi davvero inaspettati.

The Yards (2000)

Nonostante sia stato un flop clamoroso negli Stati Uniti, il secondo film di James Gray è uno di quei titoli da recuperare: un'intelligente, anti-retorica e ambiziosa variazione sul tradizionale gangster movie di sentimenti e legami familiari, in cui la Theron è Erica, la bellissima fidanzata di Willie (Joaquin Phoenix) nonché adorata cugina di Leo (Mark Wahlberg). Un cast stellare (ci sono anche James Caan, Ellen Burstyn, Faye Dunaway e Tomas Milian) per uno dei primi ruoli importanti dell'attrice.

La leggenda di Bagger Vance (2000)

Robert Redford adatta il bestseller di Steven Pressfiled e dirige un film nostalgico, ambientato nella Georgia degli anni '30, tra Frank Capra e la vecchia Hollywood. Matt Damon è un eroe disilluso della Grande Guerra che comprende il senso della vita tonando su un campo da golf grazie al "caddie custode" Will Smith. Charlize è Adele, splendida bellezza del Sud rimasta ad aspettare il ritorno dal fronte del suo amato. Con la sua grazia, dona tanta umanità quanta magia ad un racconto emozionante e commovente.

Charlize Theron tra Matt Damon e Will Smith nel film La leggenda di Bagger VanceHDDreamWorks / Twentieth Century Fox
Il trio di La leggenda di Bagger Vance

Monster (2003)

Il film della consacrazione: l'attrice diventa la serial killer Aileen Wuornos, condannata a 12 anni per l'omicidio di sette uomini e poi giustiziata in Florida il 9 ottobre 2002. Per entrare nella parte, la Theron ingrassa di 15 chili e ricorre a lunghissime sessioni di trucco (protesi alla dentatura, rughe e macchie sulla pelle) per deturpare la sua bellezza. Pioggia di premi (Oscar, Golden Globe, Orso d'argento, Critics' Choice Award, Independent Spirit Award) e la benedizione del decano dei critici statunitensi, Roger Ebert, che ha definito la sua interpretazione come "una delle più grandi performance nella storia del cinema".

Nella valle di Elah (2007)

Nel secondo lungometraggio diretto da Paul Haggis, il regista Premio Oscar per Crash, Charlize Theron fronteggia un immenso Tommy Lee Jones senza sfigurare. La sua detective Emily Sanders, donna forte e intelligente ma vittima come tutti gli altri di un sistema civile ingiusto e perverso, aiuta il veterano Hank a scoprire cos'è successo al figlio Mike, scomparso una settimana dopo essere tornato dalla guerra in Iraq. La verità che viene a galla non è piacevole e mette in dubbio la lealtà di entrambi verso il Paese. Un film complesso e potente, straziante e necessario.

Charlize Theron e Tommy Lee Jones in una scena del film Nella valle di ElahHDElah Productions / Warner Bros
Charlize Theron e Tommy Lee Jones

The Burning Plain - Il confine della solitudine (2008)

Dopo la separazione da Alejandro González Iñárritu, l'acclamato sceneggiatore messicano Guillermo Arriaga debutta alla regia con questo dramma corale dalla struttura a incastro. Insieme a Kim Basinger e Jennifer Lawrence, la Theron domina il film: è Sylvia, la responsabile di un ristorante di lusso che va a letto ogni sera con un uomo diverso per tentare di cancellare una colpa che ha commesso in passato. Un ruolo difficile e complicato, giocato tutto in sottrazione, in cui l'attrice sudafricana esaspera con la sua dolorsa e inquietante fissità i tormenti che la divorano.

Un primo piano di Charlize Theron nel film The Burning PlainHDParamount Pictures
Una intensa Charlize Theron in The Burning Plain

Young Adult (2011)

Rimettete insieme la coppia di Juno, ovvero Jason Reitman (il regista anche di Thank You for Smoking e Tra le nuvole) e Diablo Cody (la sceneggiatrice anche di United States of Tara), e Charlize Theron non potrà che tirare fuori dal cilindro l'interpretazione di una vita. La sua Mavis Gary, ghost writer per un'autrice di libri per ragazzi che torna al paesello dov'è cresciuta decisa a riprendersi il fidanzatino delle superiori ormai felicemente sposato, è strepitosa perché bellissima e ripugnante, odiosa e perennemente sbronza, tanto sexy fuori quanto brutta dentro. Un film divertente e amaro, spietato e crudele, ma soprattutto mai conciliante.

Mad Max: Fury Road (2015)

Nell'adrenalinico e travolgente ritorno di George Miller alla saga cult di Mad Max, l'Imperatrice Furiosa è un'amazzone rasata a zero e desiderosa di vendetta. Finalmente una donna che non è vittima, combattente esattamente come gli uomini, feroce e compassionevole, simbolo della rivoluzione femminile contro il patriarcato. Non solo esplosioni, inseguimenti e botte da orbi: la Theron ha rivelato che si rotolava nella sabbia prima di girare per immedesimarsi nel ruolo al 100%! Da fan sfegatata di Die Hard, comincia così la sua scalata ad iconica eroina dell'action. La rifondazione sociale di Miller non può che passare da lei.

Atomica bionda (2017)

Altro che Due giorni senza respiro, uno dei suoi primi film (del 1996) in cui prendeva a cazzotti Teri Hatcher. Qui Theron si ispira al Keanu Reeves di John Wick (non a caso il regista è David Leitch) per un potente action-spy nostalgico dei fatidici anni '80. Sensualità e violenza (e pure scene di sesso con Sofia Boutella): queste le caratteristiche della protagonista Lorraine Broughton, algida spia e novella Nikita che agita le acque dei servizi di mezzo mondo, fino ad un finale esplosivo ma anche parecchio complicato. In questa missione, i corpo a corpo spassosi e tiratissimi sono costati all'attrice, anche produttrice, due denti rotti durante gli allenamenti per imparare le tecniche di combattimento. Altro che Mata Hari e Bond-girl: Charlize picchia per prima e picchia pure più di due volte.

Fast & Furious 8 (2017)

Il franchise delle auto a tutta velocità si rinnova e si affida a Cipher per mettere in confusione persino Dom Toretto. Theron è una hacker che ha uno scopo semplice: avere a disposizione delle testate nucleari per conquistare il mondo. Adrenalina pura scorre nelle vene dell'attrice, definita dal compositore Brian Tyler "l'Hannibal Lecter di Fast & Furious". Una fantastica cattiva insomma, per la quale perdere la testa: quando infatti appare in scena in giubbotto di pelle e t-shirt dei Metallica, scattano subito applausi a scena aperta. Visto il successo ottenuto, tornerà in Fast & Furious 9 sfoggiando un nuovo look.

Una scena con Charlize Theron nel film Fast & Furious 8HDUniversal Pictures
Charlize Theron versione Cipher

Tully (2018)

Charlize Theron torna al lavoro con Jason Reitman e Diablo Cody e si sottopone all'ennesimo, massacrante tour de force: per interpretare Marlo, mamma esausta di due figli e di un terzo appena nato, è ingrassata 22 chili e ha impiegato un anno e mezzo per tornare al suo peso forma.

L'ha raccontato lei stessa a Entertainment Tonight.

Mi svegliavo alle due di notte e avevo sempre un piatto di mac and cheese sul comodino. Mi svegliavo e mi limitavo a mangiarlo. A un certo punto era come se dovessi spingerlo in gola.

Un perfezionismo per il quale ha sfiorato la depressione, tanto che i suoi figli erano convinti che fosse incinta. Il risultato, però, è un ritratto commovente sulla complessità dell'essere donna e madre.

Convincente nel ruolo di angelo della morte come in quello di donna spregiudicata o di madre frustrata, Charlize Theron imprime di magnetismo ed esplosività ogni sua singola interpretazione.

In attesa di vedere al cinema Non succede, ma se succede..., quale tra questi film avete preferito?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.