FOX  

I Simpson nel 1994 avevano predetto anche il correttore automatico degli Smartphone

di - | aggiornato

Che I Simpson prevedano il futuro non è certo una novità, ma che già nel 1994 avessero immaginato dei palmari con auto-correttore è davvero pazzesco!

I Simpson: i ragazzi della scuola elementare con degli smartphone

0 condivisioni 0 commenti

Condividi

Sì, lo sappiamo: non è certo una novità che I Simpson prevedano il futuro. Dall'elezione di Donald Trump a presidente degli Stati Uniti alla crociata di una giovane ambientalista nobile d'animo, la sitcom animata più amata al mondo ne ha dette e fatte di cose che poi, negli anni, si sono puntualmente avverate. Peccato però che proprio una di queste, tra le più evidenti ma anche tra le più dimenticate, non sia praticamente mai stata portata alla luce.

Vota anche tu!

E voi, ci credereste mai che I Simpson avevano previsto anche l'introduzione dell'auto-correzione degli smartphone?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Sì perché in Lisa sul Ghiaccio, ottavo episodio della sesta stagione, durante uno dei momenti di contorno si può vedere il caro vecchio Spada, bullo della cricca formata assieme a Nelson, Patata e Secco, scrivere su un palmare un promemoria atto a ricordargli di picchiare Martin. Peccato però che il dispositivo elettronico avesse altri piani con il proprio correttore automatico, che trasforma la frase in mangiare Martha. Che poi, chi è questa Martha? La mamma di Superman? Mistero, ma non è certo questo a destare curiosità.

I Simpson e l'auto-correzione nei cellulari

Cinque anni prima dell'introduzione del software di input T-9, considerato come tale novità risalga al 1999 e Lisa su Ghiaccio al 1994, I Simpson furono dunque in grado di prevedere anche un sistema di correzione attiva su cellulari e dispositivi mobili. Va detto che, proprio a fare i pignoli, già nel 1993 era possibile trovarsi di fronte ad un auto-correttore sull'applicativo Microsoft Word. Gli over 30, infatti, ricorderanno bene il classico sistema di sottolineatura dell'errore in un testo trascritto nel programma, che automaticamente proponeva anche delle frasi alternative a quella non corretta.

Simpson T-9
I Simpson avevano previsto anche il correttore automatico, tra l'altro in un avveniristico smartphone con touchscreen che ci ricorda vagamente qualcosa.

Ciò nonostante, il fatto che I Simpson avessero previsto tutto ciò su un palmare, quindi su un dispositivo mobile a tutti gli effetti, ha dell'incredibile! Soltanto cinque anni dopo, infatti, Nokia e soprattutto Benefon avrebbero introdotto per primi questa feature che avrebbe rivoluzionato per sempre il modo di digitare dapprima i soli SMS, e poi interi testi tra e-mail, post social, documenti e chi più ne ha più ne metta!

Il resto dell'episodio Lisa sul Ghiaccio

Non c'è soltanto la questione legata all'auto-correzione a rendere memorabile Lisa sul Ghiaccio: tanto per cominciare, fu il primo episodio in assoluto ad essere trasmesso sulle reti Fox negli Stati Uniti. A ciò vanno poi aggiunte almeno una serie di scene poi diventate cult, come ad esempio quella in cui Lisa e Bart cominciano a litigare imitando delle alquanto dubbie mosse di wrestling poi riprese anche da alcuni performer nella realtà.

Inoltre, proprio Lisa sul Ghiaccio è uno degli episodi che più di tutti analizza il rapporto di amore-odio tra Bart e Lisa, opposti in due squadre di hockey diverse ma poi riuniti attraverso l'amore fraterno che li lega e i bei momenti vissuti assieme. Insomma, una di quelle perle che, tra una scena e l'altra, ha regalato davvero momenti indimenticabili ai fan della serie: e voi, ricordavate tutti questi retroscena? Quante volte avevate già visto questo episodio?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.