FOX  

The Walking Dead 10: le differenze fra Salvatori e Sussurratori

di - | aggiornato

Negan, il Governatore, Alpha: nemici molto diversi. Ma la guerra contro i Sussurratori sarà differente, nella stagione 10 di The Walking Dead, anche per la natura stessa di Alpha. Ne ha parlato Angela Kang.

Alpha e Negan di The Walking Dead AMC

0 condivisioni 0 commenti

Condividi

Ci siamo: la stagione 10 di The Walking Dead ha debuttato, con il primo episodio trasmesso da FOX in contemporanea con gli USA (in lingua originale sottotitolata in italiano), e il quadro non lascia scampo a equivoci. Ci troviamo alle porte di una guerra senza quartiere fra i nostri sopravvissuti e i Sussurratori.

Ciò che abbiamo visto nella stagione precedente, culminato nell'indimenticabile sequenza delle picche, era solo l'inizio.

Ora che Alpha ha dimostrato cosa succede a non rispettare le sue regole e i suoi confini, la lezione sembra essere servita ma il rancore non passa.

Carol ha un grosso, enorme conto in sospeso con Alpha.

Benché il rispetto dei confini dei Sussurratori sia seguito scrupolosamente, capitano degli eventi accidentali che portano alla loro violazione. E le conseguenze, possiamo scommetterci, saranno terribili.

Vi ricorda qualcosa? Certo: la violazione delle regole di Negan.

Ma i Salvatori e i Sussurratori sono molto, molto diversi fra loro.

Ne ha parlato la showrunner Angela Kang, a proposito di quella che viene ormai definita Whisperer War, la guerra contro i Sussurratori: 

So che sarà diversa dalla guerra dei Salvatori quanto una spada da una pistola. Come andare in guerra contro un culto, una setta, in qualche modo. C'è un sentimento diverso, un sacco di cose sono solo giochi mentali.

Anche la loro leader, Alpha (Samantha Morton), è molto diversa da Negan (Jeffrey Dean Morgan)

Non crede che la civiltà sia qualcosa che rappresenti un concetto utile. Si tratta di essere un tutt'uno con il mondo, il che in questo mondo significa camminare con i morti. Una persona del genere non ha un tradizionale tipo strategia di guerra, mentre il Governatore e Negan... Avevano ragionato in un modo che è più simile a come noi intendiamo gli altri governi.

I Sussurratori, è fuori discussione, sono i nemici meno tradizionali visti finora. Questo, naturalmente, li rende anche molto imprevedibili e riporta a uno dei temi-principe della stagione, la paranoia.

Anche Alpha è una leader poco tradizionale: è scesa in campo in prima persona, infiltrandosi alla Fiera del Regno per scegliere personalmente gli ostaggi da catturare e uccidere. Compiti che gli altri, di solito, lasciavano ai loro sottoposti.

La guerra contro Alpha e i Sussurratori è destinata anche a evolversi in modo diverso da quella contro il Governatore o i Salvatori. 
Secondo la Kang, il conflitto

Diventa molto teso ed emotivo.

Una delle differenze più marcate, rispetto al passato, è il cambiamento della situazione ad Alexandria e nelle altre comunità.

La guerra contro Woodbury era un testa a testa fra Rick e il Governatore. Una questione affrontata l'uno contro l'altro. 

Anche con Negan, che aveva individuato subito il leader dei suoi nuovi avversari, si trattava di una sfida aperta fra lui e Rick, ma le cose erano diverse.

Negan, profondo conoscitore dell'animo umano, aveva messo in scena fin dal principio (ricordate la minaccia di far amputare a Rick una mano di Carl?) l'emotività, gli affetti più cari, il potere psicologico del terrore. Lo stesso che costringeva i Salvatori a inchinarsi al suo passaggio.

Alpha, in questo, è molto diversa: gioca con le sue prede in modo differente e fa seguire all'avvertimento una punizione spropositata.

Sì, certo: Negan aveva massacrato Glenn e Abraham di fronte agli altri, costringendoli ad assistere impotenti, per affermare il proprio potere e la propria superiorità.

Ma Alpha si è spinta molto oltre, con le picche. Ed era solo l'inizio: in questa nuova stagione ci aspettano davvero dei colpi di scena da non perdere.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.