FOX

Sony al lavoro sul nuovo PlayStation VR: cosa ci svela il brevetto

di -

PlayStation 5 potrebbe essere accompagnata da una nuova versione di PlayStation VR: un brevetto ci svela come funzionerà la realtà virtuale del futuro, nei piani di Sony.

PlayStation VR di prima generazione in un'immagine promozionale Sony

1 condivisione 0 commenti

Condividi

La prossima generazione di PlayStation non si limiterà solo alla futura PS5: dei brevetti hanno infatti svelato i lavori in corso per una nuova versione di PlayStation VR, il casco indossabile per giocare in realtà virtuale. Attualmente, l'headset è disponibile per PlayStation 4, ma secondo le documentazioni dovrebbe essere in progettazione un possibile PlayStation VR 2, destinato alla console che arriverà nel 2020.

Cosa ci svela il brevetto su PlayStation VR 2

Il brevetto, reso noto dal sito Let's Go Digital, era stato presentato inizialmente a febbraio, venendo poi approvato il 3 ottobre scorso dallo United States Patent and Trademark Office. In esso viene descritto un casco per la realtà virtuale in tutto e per tutto simile a quello di attuale generazione, ma con delle aggiunte chiave.

Le immagini di PS VR 2 secondo il brevetto di SonyHDLet's Go Digital, Sony
Le immagini del nuovo PlayStation VR pubblicate da Let's Go Digital, secondo il brevetto di Sony

Quelle più evidenti sono le nuove videocamere, due frontali e una posteriore. Insieme alle luci LED, che rimarrebbero esattamente con nell'attuale PlayStation VR, questi sensori consentirebbero di seguire in maniera estremamente fedele gli spostamenti del giocatore, ricreandoli nell'ambiente virtuale.

Il brevetto fa poi riferimento anche a una videocamera esterna, proprio come l'attuale PlayStation Camera, da utilizzarsi per, leggiamo, "determinare i movimenti del display indossabile" (ossia di PS VR 2). Rimarrebbe invariato anche il microfono, che sarebbe installato all'interno del casco.

Oltre alle novità per l'headset, il brevetto accenna anche a un rinnovamento per il controller, che rappresenterebbe una nuova generazione di PlayStation Move: anche quest'ultimo vedrebbe l'aggiunta di una telecamera, pensata per migliorare il tracciamento dei movimenti.

La più grande novità potrebbe però risiedere nel fatto che, secondo il brevetto, Sony starebbe valutando di rendere queste tecnologie wireless: se la cosa venisse confermata nel progetto finale, sarebbe possibile muoversi in modo più agile, senza più l'ostacolo rappresentato dai diversi cavi che dovevano fare da collegamento tra PlayStation VR e PlayStation 4.

Giocare in VR, ma in trasparenza

Un ulteriore dettaglio a cui si fa riferimento nel brevetto è una misteriosa modalità trasparente. La realtà virtuale, fino a oggi, è famosa ma anche famigerata per il fatto che, mentre si gioca, si perde la percezione dell'ambiente che si ha attorno. L'inconveniente potrebbe essere (letteralmente) dietro l'angolo, se si dovesse andare inavvertitamente a urtare contro qualcosa. Il problema, però, potrebbe essere risolto da PS VR 2.

Una giocatrice si diverte con PlayStation VR al Tokyo Game ShowHDGetty Images
PlayStation VR di seconda generazione aggiungerebbe delle videocamere sia al casco che al controller Move

Secondo quanto precisato dal brevetto, il visore consentirebbe di avere un certo grado di trasparenza, in maniera tale che le immagini proiettate dal gioco vadano a sovrapporsi, ma non del tutto, alla stanza che avete attorno. Oltretutto, questa tecnologia potrebbe fare in modo che il casco venga utilizzato anche per progetti in realtà aumentata, oltre che in realtà virtuale.

Al momento, Sony non ha mai voluto sbottonarsi in merito al futuro di PlayStation VR, quindi non possiamo trattare queste informazioni come ufficiali. Il sito che le ha fornite, tuttavia, è lo stesso che per primo pubblicò le immagini dei devkit di PlayStation 5, poi effettivamente confermate. La fonte, insomma, è estremamente affidabile, quindi vale la pena tenere in considerazione quanto anticipato da questi brevetti.

La confezione di PlayStation VR per PlayStation 4Sony

L'originale PlayStation VR è disponibile dal 2016 e venne lanciato come il più economico visore per la realtà virtuale tra quelli da gaming proposti sul mercato (Oculus Rift e HTC Vive erano le alternative su PC). Secondo gli ultimi dati ufficiali forniti da Sony, ha venduto 4,2 milioni di unità in tutto il mondo, forte di una libreria di oltre seicento videogiochi dedicati.

Un suo futuro erede sarebbe in grado di fare di meglio? Attendiamo la prossima generazione di console (e di PS VR) per scoprirlo.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.