FOX

Peter Rabbit 2: trama, poster e trailer italiano del sequel

di - | aggiornato

Peter torna a combinare guai (per la gioia dei bambini).

5 condivisioni 0 commenti

Condividi

Dopo il successo del primo film del 2018, il tanto simpatico quanto pasticcione coniglio Peter torna con una nuova storia, al cinema dal 9 aprile 2020.

In Peter Rabbit 2: Un birbante in fuga, il cui trailer apre questo articolo, Thomas e Bea stanno per cominciare una nuova vita insieme, che prevede una gioiosa convivenza con la famiglia allargata dei conigli del loro orto. Sembra che tra Thomas e Peter l'ascia di guerra sia stata definitivamente sepolta. Ma l'orgoglio di Peter è così smisurato che il coniglio decide di intraprendere una vita da solo, al fine di dimostrare a tutti di essere in grado di cavarsela per conto proprio.

Da qui inizia una grandiosa avventura, che porterà Peter a scoprire com'è fatto il mondo fuori dalla fattoria e a incontrare nuovi personaggi, come Barnabas, un vecchio amico del padre. Alla fine del viaggio, Peter scoprirà che tipo di coniglio vorrà essere da grande.

Qui sotto potete vedere il poster italiano del film:

Peter e altri conigli sono sul retro di  un furgone pieno di ortaggi. Alla guida ci sono Thomas e BeaHDSony Pictures
La locandina di Peter Rabbit 2: Un birbante in fuga

Così come il primo film, Peter Rabbit 2: Un birbante in fuga è scritto e diretto da Will Gluck (Easy Girl, Annie - La felicità è contagiosa). Nel cast tornano nella parte degli umani Thomas e Bea, Domhnall Gleeson (protagonista anche della nuova trilogia di Star Wars nei panni del Generale Hux) e Rose Byrne (X-Men: Apocalypse). A prestare la propria voce al coniglio Peter nella versione inglese c'è lo showman James Corden (presentatore del The Late Late Show with James Corden), mentre Flopsy ha la voce di Margot Robbie (C'era una volta a... Hollywood e Birds of Prey), Mopsy quella di Elizabeth Debicki (Guardiani della Galassia Vol. 2) e Coda-Tonda quella di Daisy Ridley (protagonista anche della nuova trilogia di Star Wars nei panni di Rey).

Il primo film del 2018 è stato un successo globale, avendo incassato ben 351 milioni di dollari a fronte di un budget di soli 50 milioni di dollari. La tecnica utilizzata per la realizzazione del film presenta un misto tra live-action e CGI (immagini generate al computer).

Riuscirà Peter Rabbit 2: Un birbante in fuga ha replicare il successo del primo capitolo?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.