FOX

Angelina Jolie, il cancro che le ha sottratto la madre e l'importanza della famiglia

di - | aggiornato

In un contributo per il magazine TIME, Angelina Jolie ha parlato di cancro, cura e prevenzione facendo riferimento alla sua personale esperienza con la malattia.

Angelina Jolie durante il tour promozionale di Maleficent 2 Getty Images

8 condivisioni 0 commenti

Condividi

Angelina Jolie ha sempre discusso candidamente della sua storia familiare con cancro al seno e della sua esperienza personale con la malattia.

In un nuovo pezzo scritto per TIME, l'attrice e collaboratrice della rivista ha riflettuto sulla perdita della madre e della nonna e ha posto l'accento sull'importanza della prevenzione.

Dopo aver visto morire precocemente la nonna, la madre (Marcheline Bertrand) e la zia a causa di un tumore, nel 2013 Angelina Jolie ha deciso di sottoporsi a una doppia mastectomia a cui ha seguito un secondo intervento per rimuovere le ovaie e le tube di falloppio. L'attrice aveva infatti scoperto che il rischio di ammalarsi come le altre donne della sua famiglia era piuttosto elevato: c'era l'87% di possibilità che sviluppasse il cancro al seno, il 50% per il cancro alle ovaie.

L'attrice ha dunque preso in mano le redini della propria vita e ha scelto di adottare ogni misura possibile che le permettesse di condurre un'esistenza serena assieme ai figli.

Angelina Jolie insieme ai suoi sei figliHDGetty Images
Angelina Jolie coi figli allo screening de Il ragazzo che catturò il vento

Non sono state scelte facili da compiere, e ancor più difficile è stato renderle pubbliche. Angelina ha tuttavia spiegato di non essere stata in alcun modo influenzata dal fatto di essere un personaggio noto di Hollywood e di aver "semplicemente preso decisioni che mi avrebbero permesso di aumentare le possibilità di vedere i miei figli crescere, e incontrare un giorno i miei nipoti."

Nutro la speranza di donare ai miei figli più anni possibili della mia vita, e di esserci per loro.

Non vuole che i figli Maddox, Pax, Zahara, Shiloh e i gemelli Vivienne e Knox vivano il senso di perdita che ha provato lei quando, più di dieci anni fa, ha visto la madre morire a soli 56 anni.

Ormai ho vissuto per più di dieci anni senza una mamma. Lei ha potuto conoscere solo alcuni dei suoi nipoti, ed era spesso troppo malata per poter giocare con loro. Ora mi è difficile credere che qualsiasi cosa nella vita sia guidata da un'esistenza divina, perché non posso fare a meno di pensare a quanto le vite dei miei figli avrebbero beneficiato del tempo trascorso con lei, della protezione del suo amore e della sua gentilezza. Mia madre ha combattuto con la malattia per dieci anni, e arrivò a malapena ai 50. Mia nonna morì che aveva poco più di 40 anni. Spero che le mie scelte mi permettano di vivere un po' più a lungo.

Angelina Jolie ricorda la morte di sua madre con estrema vividezza, ed è stato allora che è diventata consapevole dei rischi che lei stessa correva.

Mentre ero nel corridoio dell'ospedale in attesa che il corpo di mia madre venisse portato in crematorio, il suo medico mi ha detto che aveva le promesso che si sarebbe assicurata che io fossi informata sulle opzioni che avrei potuto valutare.

A quel punto, quando ha scoperto di poter aumentare le sue possibilità di vita sottoponendosi a un intervento di mastectomia preventiva, non si è curata delle cicatrici che avrebbero deturpato il suo corpo.

Molte persone mi chiedono come mi sento riguardo alle cicatrici fisiche che porto. Penso che le nostre cicatrici ci ricordino ciò che abbiamo superato. Sono parte di ciò che ci rende unici e la diversità è una delle cose più belle dell'esistenza umana.

L'attrice ha aggiunto che le cicatrici più difficili da portare non sono quelle che vediamo, bensì quelle invisibili, quelle della mente. La cura di noi stessi, ha detto, non deve limitarsi all'ambito medico, ma deve riguardare anche quello umano.

Angelina Jolie in Italia per promuovere Maleficent 2HDGetty Images

Quando ha visitato l'Institut Curie, il centro francese più all'avanguardia per la lotta contro il cancro, la star del cinema ha trascorso del tempo con i giovani pazienti e le loro famiglie, e ha anche incontrato i medici per discutere delle ultime scoperte nella ricerca sul cancro al seno e alle ovaie.

Tutti i pazienti che ho incontrato all'Institut Curie hanno affermato che la cura e il sostegno dei loro cari è stato il fattore che ha avuto il peso maggiore nella lotta contro la malattia.

Le donne che combattono contro il tumore al seno o alle ovaie hanno bisogno di tutto il sostegno delle loro famiglie e delle persone più vicine. "I progressi in campo medico sono solo parte del quadro. La salute mentale ed emotiva e la sicurezza fisica sono altrettanto importanti", ha scritto l'attrice nel suo pezzo per TIME. Dopo aver fatto la conoscenza di diverse pazienti, Angelina Jolie ha capito che spesso la situazione familiare ha un impatto non indifferente con la risposta dei malati alle cure. Secondo l'attrice è necessario capire se fattori come lo stress eccessivo possano minare la salute dei pazienti.

Nel suo contributo per il magazine, Angelina ha mostrato ancora una volta il suo lato più umano, che la rende un'ispirazione per chiunque si trovi o si sia trovato in una situazione simile a quella da lei vissuta.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.