FOX

Avengers: Endgame, esistono scene alternative della morte di Iron Man

di -

Jeff Ford, montatore di Avengers: Endgame, ha confermato che esistono numerose versioni alternative della morte di Iron Man e che alcune di queste sono decisamente folli.

Un primo piano di Tony Stark in Avengers: Endgame Marvel Studios

22 condivisioni 0 commenti

Condividi

Avengers: Endgame, uscito lo scorso mese di aprile nelle sale italiane, è uno dei film più importanti tra quelli appartenenti al Marvel Cinematic Universe.

Uno dei momenti più emozionanti - e commoventi - della pellicola è sicuramente quello relativo alla morte di Tony Stark/Iron Man, interpretato da Robert Downey Jr. Il sacrificio estremo grazie all'utilizzo delle Gemme dell’Infinito ha infatti permesso al Vendicatore di sconfiggere una volta per tutte il temibile Thanos.

La frase "Io sono Iron Man", pronunciata da Tony subito prima di schioccare le dita, è senza dubbio la scena cruciale del film dei fratelli Russo.

Ora, il montatore di Avengers: Endgame Jeff Ford ha svelato (via Collider) che erano state realizzate numerose versioni alternative della morte del personaggio (ovviamente scartate) e che alcune di queste erano decisamente fuori di testa.

Il modo in cui Robert Downey Jr. lavora lo spinge a esplorare. Ama provare cose sempre diverse. Dal momento che è un attore intuitivo, gli piace fare vari test davanti all'obiettivo nel caso esca fuori qualcosa di speciale. Lo fa spesso. Mentre stavamo mettendo insieme la fine del film e stavamo girando la scena degli ultimi istanti di vita di Tony, abbiamo provato molte opzioni diverse. Robert aveva varie idee... gli abbiamo dato spazio. Anche Joe e Anthony [Russo, registi di Endgame, n.d.R.] adorano improvvisare. Abbiamo girato tante soluzioni diverse, alcune era davvero folli. Non avremmo mai potuto usarle.

Ford non è sceso nel dettaglio, sebbene abbia dato un'idea generale del tono delle sequenze scartate.

Alcuni tentativi li abbiamo creati per gioco. Altri erano oscenità. Alcune prove erano altamente emotive, folli. E alcune erano combinazioni di questi tre aspetti. Montando il film, sentivamo il bisogno di creare un incontro speciale tra Thanos e Tony, qualcosa di unico. Un momento da dare al pubblico che non fosse solo di transizione. Lo scambio tra quel 'Io sono ineluttabile' di Thanos e 'Io sono Iron Man' di Tony Stark ha funzionato. Quando abbiamo trovato la battuta di Thanos, questa ci ha condotto di conseguenza alla frase di Tony. Thanos ripete quella battuta per ben tre volte nel film. Prima che la sua testa venga mozzata, nella parte centrale e alla fine. Questa simmetria è uno dei motivi per cui è interessante è stata una scoperta mentre montavamo il film.

Ford, lo ricordiamo, è anche colui che ha avuto l'idea di far pronunciare a Downey Jr. la battuta "Io sono Iron Man", atta a rievocare la frase pronunciata da Tony nel finale del primo film standalone dedicato al personaggio (uscito nel 2008).

Avengers: Endgame (2019)

Data uscita in Italia: 24 aprile 2019 voto 8,8

A voi sta bene che il percorso di Tony Stark si sia concluso proprio con la sequenza che tutti noi abbiamo imparato ad amare?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.