FOX

Rachel Weisz sarà Elizabeth Taylor nel biopic A Special Relationship

di - | aggiornato

Il film racconterà la lotta all'AIDS della grande diva hollywoodiana e la sua lunga amicizia con Roger Wall, il suo segretario che nel 1991 si suicidò tragicamente.

Un primo piano di Rachel Weisz Getty Images

6 condivisioni 0 commenti

Condividi

Elizabeth Taylor divenne una star assoluta nel 1943 con Torna a casa Lessie! e Gran premio all'età di soli 11 anni e il suo talento le valse una lunga e fortunata carriera, destinata al mito con la celebre Cleopatra nel kolossal di Joseph L. Mankiewicz e i due Premi Oscar vinti per Venere in visone di Daniel Mann e Chi ha paura di Virginia Woolf? di Mike Nichols.

Ora sarà Rachel Weisz a interpretarla in un prossimo biopic, che porterà per la prima volta la sua storia sul grande schermo dopo alcune versioni televisive, come Liz la diva dagli occhi viola con Sherilyn Fenn, il discutibile Liz & Dick con Lindsay Lohan e Burton and Taylor con Helena Bonham Carter.

Il film, intitolato A Special Relationship, racconterà soprattutto le sue attività di beneficenza, in particolare per la lotta contro l'AIDS. Dopo la morte del suo collega e amico Rock Hudson, la grande diva fu tra le fondatrici dell'AMFAR (American Foundation for AIDS Research), diede vita a una propria fondazione e fino al 1999, contribuì a raccogliere circa 50 milioni di dollari per contrastare la malattia.

Elizabeth Taylor al gala dell'AMFAR al Festival di CannesHDGetty Images
Elizabeth Taylor al gala dell'AMFAR di Cannes

Oltre a farla destreggiare tra iniziative benefiche e cause sociali, il film mostrerà l'amicizia speciale nata negli anni '80 con Roger Wall, il suo segretario personale che nel 1991 si tolse la vita dopo aver contratto l'HIV. "È stata una delle più grandi perdite della mia vita", disse l'attrice in seguito a quel suicidio.

Le riprese dovrebbero iniziare nel 2020 e saranno dirette dalla coppia di registe Bert & Bertie, a partire da uno script di Simon Beaufoy, sceneggiatore premiato con l'Oscar per The Millionaire di Danny Boyle e autore, tra gli altri, di La battaglia dei sessi, Everest, Hunger Games: La ragazza di fuoco e della serie Trust: Il rapimento Getty.

Come reso noto da The Hollywood Reporter, A Special Relationship potrà contare su alcune testimonianze dirette della Taylor, interviste e conversazioni private messe a disposizione dagli eredi. Iain Canning ed Emile Sherman, i produttori di See-Saw Film, hanno spiegato che il film sarà un ritratto inedito della "donna vera dietro gli occhi viola".

Il pubblico è chiaramente affascinato dalla vita privata delle icone di Hollywood. Non c'è nessuno di più iconico di Elizabeth Taylor, e Simon Beaufoy ha scritto un ruolo che mette in luce l'ironia e l'umanità di Elizabeth, che sarà splendidamente riportata in vita dal talento straordinario di Rachel Weisz. Nel suo cuore, A Special Relationship è una storia d'amicizia, una celebrazione di come le amicizie possono cambiare la vita delle persone e di come Elizabeth ha contribuito a cambiare il mondo.

View this post on Instagram

Since today is #WomensEqualityDay, it seems an appropriate time to examine Elizabeth’s distinct portrayals of American feminism in the 20th century through her acting work. So many of her roles were groundbreaking for their time in terms of social progressiveness and women’s rights. ⁣ ⁣ A 2012 New York Times article said that, “Elizabeth Taylor was much more than a beautiful face and body. Her first important grown-up role was in "A Place in the Sun" (1951), a movie about unwanted pregnancy and abortion; in "Giant" (1956), she confronts sexism and racial prejudice in the American West; in "Suddenly, Last Summer" (1959), she faces the callousness of the male medical establishment toward female patients; in "BUtterfield 8" (1960), she endorses a woman’s right to control her own sexuality; and, in one of her most famous films, "Who’s Afraid of Virginia Woolf?" (1966), she shows the corrosive effect that being a repressed wife living in the shadow of her husband’s career can have on an intelligent woman — not to mention on everyone who comes within her wrathful shouting range.”⁣ ⁣ #ElizabethTaylor⁣ #Courage⁣ #Conviction⁣ #WomensRights⁣ #Feminism

A post shared by Elizabeth Taylor (@elizabethtaylor) on

A Special Relationship è sicuramente uno dei progetti più ambiziosi per Weisz, reduce dalla candidatura all'Oscar per La favorita di Yorgos Lanthimos e prossima Melina Vostokoff (c'è chi sostiene sia proprio lei Taskmaster) nello stand-alone Vedova Nera dedicato alla Natasha Romanoff di Scarlett Johansson.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.