FOX  

American Horror Story: gli episodi preferiti di Ryan Murphy ed Evan Peters

di - | aggiornato

American Horror Story raggiunge i cento episodi e, per l'occasione, Ryan Murphy ed Evan Peters hanno scelto i loro preferiti.

3 condivisioni 0 commenti

Condividi

American Horror Story: 1984, la nuova stagione della serie antologica di Ryan Murphy, arriverà su FOX il 7 novembre e segnerà un importante traguardo per lo show: il raggiungimento dei 100 episodi. L'episodio sei della stagione nove, infatti, sarà il numero cento di American Horror Story. Per l'occasione, Ryan Murphy ed Evan Peters hanno parlato con Entertainment Weekly dei loro episodi preferiti della serie. 

American Horror Story: gli episodi preferiti di Ryan Murphy

Il creatore della serie ha scelto degli episodi specifici da varie stagioni, raccontando la sua esperienza dietro le quinte.

1) La nuova casa, Murder House

American Horror Story: un'immagine dal primo episodioHDFX
Un'immagine dall'episodio pilota di American Horror Story

Murphy ha rivelato di avere un posto speciale nel suo cuore per il primo episodio, perché ci è voluto tanto per creare un progetto del genere. Ben quattro anni dall'idea iniziale alla realizzazione. La cosa più difficile era convincere il network a smantellare i set e a ricominciare da capo in ogni stagione. La prima stagione è speciale anche perché ha permesso a Murphy di lavorare con un suo idolo per la prima volta: Jessica Lange. Il prolifico produttore ha detto:

Jessica è stata sempre un idolo per me. Il primo giorno di riprese sono convinto che abbia pensato che fossi un alieno. Per me è stato un privilegio lavorare con lei. Ho passato ore insieme a lei nella sua roulotte, pensando ad ogni look, ad ogni movimento, ad ogni acconciatura. Amavamo parlare tra di noi ed è ancora così dopo dieci anni.

2) Liberazione, Asylum

American Horror Story: Asylum è la stagione preferita di Sarah Paulson e Jessica Lange e di moltissimi fan, Ryan Murphy ne è consapevole. L'episodio dieci della stagione contiene una delle scene più iconiche della serie: The Name Game. Il numero musicale, ormai diventato cult, è uno dei motivi per cui questo è uno degli episodi preferiti di Murphy.

Jessica Lange ha voluto un numero musicale, per allontanarsi un po' dalle tonalità dark della stagione. E la volontà della Lange è stata accolta a braccia aperte da Murphy, che ha rivelato:

Ricordo che girammo la scena almeno 45 volte. Sarah, io ed Evan eravamo esausti ma continuavamo a ridere perché Jessica era molto presa dalla situazione.

3) Benvenuti all'Hotel Cortez, Hotel

Lady Gaga in American Horror Story: HotelFX
American Horror Story: Hotel, un'immagine di Lady Gaga

Uno degli episodi preferiti di Ryan è la season premiere di American Horror Story: Hotel e il motivo è semplice: Lady Gaga. L'autore ha sottolineato:

Ho amato questo episodio per varie ragioni, la più importante è Lady Gaga. Ho amato lavorare con lei. Sono molto fiero della sua carriera da attrice. Ha un talento naturale.

Murphy racconta anche un aneddoto divertente: prima delle riprese, Gaga ha invitato il cast e la crew nella sua casa di Malibu. Il colore dell'acqua della piscina a quel party era rosso sangue.

4) Ritorno a Casa Harmon, Apocalypse

Un'immagine di Jessica Lange in American Horror Story: ApocalypseHDFX
American Horror Story: Apocalypse, un'immagine di Jessica Lange

Nell'ottava stagione torniamo nella casa degli omicidi della prima e l'episodio sei è uno dei preferiti di Murphy, principalmente perché a dirigerlo è stata Sarah Paulson. Dopo aver collaborato con lei per anni (inizialmente in Nip/Tuck), il creatore di American Horror Story è rimasto incredibilmente sorpreso dal talento alla regia dell'attrice. 

Questo è stato un episodio molto difficile perché lei recitava anche in questa stagione, ma il suo lavoro con gli attori è stato incredibile. E ciò che mi ha impressionato ancora di più è tutto ciò che ha realizzato a livello tecnico. La composizione delle riprese, gli angoli, la costruzione della tensione. Ha fatto tutto lei.

5) Il circo degli orrori, Freak Show

Un'immagine da American Horror Story: Freak ShowHDFX
American Horror Story: Freak Show, un'immagine di Twisty

Murphy ama questo episodio (e in generale Freak Show) per quattro motivi specifici: Jessica Lange che canta una canzone di Bowie (Life on Mars?), John Carroll Lynch nel ruolo del clown Twisty, Sarah nel doppio ruolo delle gemelle e Finn Wittrock nel ruolo di Dandy.

Murphy voleva lavorare con John Carroll Lynch (che rivedremo anche in American Horror Story: 1984) dai tempi di Zodiac. Mentre per quanto riguarda Wittrock, l'autore rivela che Dany è uno dei suoi personaggi preferiti dell'intera serie.

6) Il grande giorno, Cult

American Horror Story: Cult, un'immagine dalla serieFX
Sarah Paulson in un'immagine da American Horror Story: Cult

American Horror Story: Cult è la stagione preferita di Ryan Murphy (almeno per ora). Murphy e Brad Falchuck concordano su questo. Si tratta di una stagione molto cara agli autori per via delle elezioni negli Stati Uniti e l'ascesa politica di Trump. Ciò che prova il personaggio di Ally (interpretato dalla Paulson) è ciò che ha provato Ryan Murphy: un senso di terrore e di impotenza. 

Murphy eloggia anche le performance di Billie Lourd, con cui precedentemente aveva lavorato in Scream Queens. e di Billy Eichner e Leslie Grossman. 

7) Le meraviglie di Stevie Nicks, Coven

"Penso che Stevie Nicks mi abbia salvato la vita quando ero adolescente, perché vedevo in lei una via d'uscita, un modo per essere unico e fregarmene di ciò che dicevano gli altri". Così Ryan Murphy descrive l'impatto che la cantante ha avuto nella sua vita e il motivo per cui la Nicks è stata una delle guest star di American Horror Story: Coven, la stagione dedicata alle streghe.

Aver usato "Seven Wonders" dei Fleetwood Mac nella serie ha anche aiutato il singolo a tornare alla ribalta.

8) Red Dawn, 1984

Emma Roberts in una scena da American Horror Story: 1984FX
American Horror Story: 1984, un'immagine di Emma Roberts

Generalmente in American Horror Story arriva sempre un punto in cui le cose cambiano, arriva sempre un colpo di scena che sconvolge interamente la storia della stagione. Murphy sceglie uno degli episodi più importanti della nuova stagione e lo fa proprio per i colpi di scena.

L'autore ammette che AHS: 1984 è stata una stagione molto difficile da costruire, ma anche un meraviglioso esperimento nel rendere omaggio agli slasher e ai film horror degli anni '80.

Murphy sottolinea anche la bravura del cast: da Leslie Grossman, sua amica dai tempi di Popular, a Gus Kenworthy, fino ad arrivare ad Angelica Ross che abbiamo visto in un'altra sua creatura: Pose.

9) Reality Horror Show, Roanoke

Un'immagine di Sarah Paulson ed Evan Peters in American Horror Story: RoanokeFX
American Horror Story: Roanoke, un'immagine di Sarah Paulson ed Evan Peters

E parlando di twist, il sesto episodio della sesta stagione contiene uno dei colpi di scena più importanti di American Horror Story. Roanoke è una delle stagioni più particolari e il cambio di rotta che c'è a partire da questo episodio è uno dei motivi per cui è tra i preferiti di Murphy. L'autore ha rivelato:

Ho amato questo episodio perché ha cambiato il format. Da una storia che riguarda una casa infestata a un reality show ambientato in questa casa. La stagione ha avuto reazione contrastanti ma io l'ho amata.

American Horror Story: gli episodi preferiti di Evan Peters

Oltre a Ryan Murphy, anche Evan Peters, storico protagonista, ha scelto per Entertainment Weekly i suoi episodi preferiti.

L'uomo di gomma, Murder House

American Horror Story: un'immagine di Rubber ManHDFX
American Horror Story: Tate in versione Rubber Man

Peter sceglie L'Uomo di Gomma (Rubber Man) come suo episodio preferito dalla prima stagione. Nell'episodio scopriamo che dietro la figura minacciosa, vestita con una tuta in lattice, si nasconde proprio Tate. 

Benvenuti a Briarcliff, Asylum

Un'immagine di Evan Peters in American Horror Story: AsylumHDFX
Evan Peters in un'immagine da American Horror Story: Asylum

American Horror Story: Asylum è stata una delle stagioni più complicate per Peters, ma anche una delle più belle. L'attore sceglie il primo episodio come suo preferito. Un episodio in cui viene visitato dagli alieni, viene ricoverato al Briarcliff e viene minacciato e torturato psicologicamente da Sorella Jude. 

Il circo degli orrori, Freak Show

Evan Peters in American Horror Story: Freak ShowHDFX
Un'immagine di Evan Peters in American Horror Story: Freak Show

Proprio come Ryan Murphy, anche Evan Peters sceglie la premiere della quarta stagione. Freak Show è stata una stagione molto particolare, non solo per le tematiche, ma anche perché è stata girata a New Orleans, nel mezzo del caldo afoso e dell'umidità. Peters interpretava Jimmy e sua madre era la meravigliosa Kathy Bates.

La notte del Diavolo, Hotel

Evan Peters in un episodio di American Horror Story: HotelHDFX
Un'immagine di Evan Peters in American Horror Story: Hotel

Il Signor March, l'architetto dell'hotel Cortez, è stato uno dei personaggi più complessi interpretati da Peters. In questo episodio in particolare assistiamo ad una cena macabra, con ospiti dei famosi serial killer.

Charles (Manson) al potere, Cult

Evan Peters è Charles Manson in American Horror Story: CultFX
Evan Peters in American Horror Story: Cult

American Horror Story: Cult è stata la stagione più impegnativa per Evan Peters, che si è cimentato in diversi ruoli. In particolare, questo episodio, il penultimo della stagione, lo vede nei panni di diversi noti leader di sette, tra cui Charles Manson. Un incredibile prova per Peters.

Cosa ne pensate degli episodi preferiti di Ryan Murphy ed Evan Peters? Siete d'accordo con loro?

Vi ricordiamo l'appuntamento con American Horror Story: 1984, dal 7 novembre su FOX.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.